Olimpia Milano post Asvel | Si regge a rimbalzo, ma serve altra circolazione

Alessandro Maggi 4

Olimpia Milano post Asvel che racconta di una pre-season sotto tono, sotto valore, senza immagini degne di questo nome

Olimpia Milano post Asvel che racconta di una pre-season sotto tono, sotto valore, senza immagini degne di questo nome. Si poteva fare meglio? Sì, in tutti i sensi, e di indicazioni, le nostre mani, restano fondamentalmente vuote.

Il dato a rimbalzo

Di positivo, nel netto ko con l’Asvel, sono i 14 rimbalzi offensivi conquistati, e il 39-37 complessivo. L’Asvel segna molto di più nel pitturato, 34-20, ma Milano si fa notare quando ci sono i gomiti da usare. L’addizione in tal senso decisiva è Dinos Mitoglou, 7 rimbalzi per lui, ma c’è un Kyle Hines che si prende 6 carambole in attacco.

Jerian Grant

Il viaggio in Francia non è certo da ricordare. Contro l’Asvel solo 8’ in campo con 0/1 al tiro e 0 assist. Dopo le buone indicazioni nelle prime uscite il ritorno di Malcolm Delaney lo ha inevitabilmente relegato in una posizione di rincalzo. Resterà a guardare in Supercoppa?

Il gioco

Poca palla sotto rispetto alla prima uscita con il Paris, e ben 40 conclusioni da 3, 40, rispetto alle 28 da 2. Serve tutta un’altra circolazione da palla, altrimenti saranno sempre le percentuali a decidere i destini del match, senza via alternative. 1/10 di Hall, ma anche 2/7 di Shields: troppo squilibrio.

4 thoughts on “Olimpia Milano post Asvel | Si regge a rimbalzo, ma serve altra circolazione

  1. Messina, cortesemente : basta troppi tiri da 3 !!!! O vogliamo fare la fine dell’anno scorso
    Ps: Se Grant non lo si è reputa (da parte dello staff) adatto, non perdiamo tempo a cambiarlo (Ovviamente è presto adesso).Comunque per me SuperCoppa e Coppa Italia sono trofei minori e quindi darei spazio ai nuovi,facendo riposare i vecchi

    1. Grant e gli altri nuovi americani sono inadatti. Anche Daniels solo tiro da tre in EL lo stritolano.

  2. Una buona circolazione di palla consente la creazione di tiri puliti che a mio parere ieri sono mancati. Il tiro da fuori è l’ultima razio quando il tempo sta per scadere. Ieri si è tirato da tre anche a conclusione dei rari contropiede perché l’Asvel riusciva sempre a riempire l’area.
    Quanto sopra IMO è il succo del nostro non gioco unito al fatto che sebbene i lunghi abbiano fatto un buon lavoro sui rimbalzi non sono riusciti a tenere il loro 220 fuori dalla nostra area. A mio parere non hanno “picchiato ” abbastanza

  3. Non ci voleva un genio per capire che il canovaccio fosse lo stesso dello scorso anno. Si vive e si muore con il tiro da tre non avendo un centro minimamente capace. Speriamo bene.

Comments are closed.

Next Post

Victor Wembanyama: Alta intensità, il gioco si è sviluppato più facilmente contro Milano

Victor Wembanyama, classe 2004 di 219 centimetri dell’Asvel, ha chiuso con 9 punti la gara di ieri pomeriggio con Olimpia Milano
Victor Wembanyama

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: