Doppio capitano per l’Olimpia Milano: Nicolò Melli e Sergio Rodriguez

Fabio Cavagnera 7

Il club biancorosso ha deciso di nominare due capitani per la nuova stagione: lo spagnolo e l’acquisto numero uno dell’estate

Two is better than one“. È la filosofia utilizzata dall’Olimpia Milano per l’attesa scelta del capitano per la stagione 2021/22, dopo la partenza di Andrea Cinciarini in direzione Reggio Emilia. Il club biancorosso ha optato per un doppio capitano, come era già accaduto nella stagione 2006/07: si tratta di Sergio Rodriguez e Nicolò Melli. Dunque, il leader in campo e carismatico del gruppo ed il grande ritorno di questa estate.

Abbiamo preso questa decisione tutti insieme – dice il general manager Christos Stavropoulosnominando due giocatori che rappresentano tantissimo per questa società, Nicolò per la sua storia e Sergio per quello che ha significato il suo arrivo da noi. La loro non è una carica simbolica: sono due esempi di professionalità e dedizione nei quali tutto il mondo Olimpia si riconosce”.

Melli e Rodriguez capitani | Le parole dei giocatori

Ovviamente c’è soddisfazione per entrambi, dopo questa importante nomina. “Sono molto contento di essere stato nominato assieme a Chacho come capitano di questa squadra – dice Nicolò Melli, con già 177 presenze in maglia Olimpia per cinque stagioni, prima delle esperienze a Bamberg, Fenerbahce e NBA – Il fatto che il gruppo abbia avallato questa scelta, nonostante sia appena arrivato, mi rende felice e orgoglioso. Inoltre, poter dire di essere il capitano dell’Olimpia Milano è un privilegio che pochi giocatori possono dire di aver avuto. Quindi, grazie. Abbiamo, però, davanti a noi una strada molto lunga che spero ci possa regalare tanti momenti belli e lungo la quale spero si possano raggiungere traguardi importanti”. Il reggiano è stato capitano dell’Italia questa estate.

Il Chacho è ormai di casa in biancorosso ed ha dimostrato in numerose occasioni la sua leadership: “Considero questa nomina un grande onore – le sue parole – condividerla con Nicolò sarà un piacere, ma avverto anche un forte senso di responsabilità. Sono sempre stato orgoglioso di rappresentare l’Olimpia e la città di Milano, che mi ha fatto sentire come a casa: farlo da Capitano mi rende ancora più felice. Ma quello che conta adesso è lavorare bene, migliorare e creare le basi per tentare di raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati”. Prendersi quello scudetto che ha lasciato tanto amaro in bocca nella fine della scorsa stagione e la volontà di ripercorrere e provare a ripetere l’esaltante percorso europeo.

7 thoughts on “Doppio capitano per l’Olimpia Milano: Nicolò Melli e Sergio Rodriguez

  1. Avendo compreso le ragioni dello 0-4, si allargano le rotazioni col doppio allenatore ed il doppio capitano. Faccio all-in sull’ asse Messina-Chacho e Poz-Nik. 😆

  2. Di capitano ce n’è uno solo. Chacho meritava quel ruolo. Nik è appena arrivato ma Messina avrà calcolato il periodo precedente in Olimpia, dato che ha dichiarato di non voler fare come la Juve con Bonucci (niente fascia per l’anno intermedio passato al Milan che secondo Allegri ha interrotto l’anzianità). Premetto che io sono un sostenitore di cosch Messina, ma questa del doppio capitano mi sembra una decisione Ponzio Pilato style. A questo punto potevano aggiungere anche Kyle Hines, vero capitano in campo, specie quando si adopera a placare gli animi dei compagni.

    1. Anche io la penso come te e avrei scelto solo il Chacho come capitano perché questa scelta del doppio capitano la trovo incomprensibile e ancor di più quella di promuovere Melli visto che a differenza di Bonucci mancava da diversi anni a Milano.

  3. Anche perché a referto per ogni partitia viene segnato un solo capitano, quindi cosa fanno a testa o croce, si alternano, sceglie Messina? Decisione senza senso. Da Cinciarini capitano non giocatore a due capitani, come dire che il ruolo in Olimpia non è considerato granché.

  4. Scusate, ma cosa ne sapete di cosa si sono detti?…
    Perenne processo alle intenzioni, mah!

  5. Si saranno detti che il Chacho farà il capitano in Eurolega e Nik in LBA dove spesso Rodriguez non gioca. Nessun processo alle intenzioni. Solo strano avere due capitani per un ruolo solitamente non condivisibile (e infatti non lo è dato in ogni partita il capitano a referto può essere uno solo). Mica è la vela dove Luna Rossa ha potuto schierare due skipper in barca.

Comments are closed.

Next Post

Luca Baraldi: E' passata la linea Virtus, a tutela dei tifosi. A 3 giorni dal via della LBA decideremo

Intervenuto a Radio Basket 108, Luca Baraldi ha parlato dell’Assemblea di LBA di ieri pomeriggio e di Nico Mannion
Buongiorno Olimpia

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: