Buongiorno Olimpia | Shields rinnovo determinante, ora Hines e Datome

Alessandro Maggi 10

Olimpia Milano ha rinnovato Shavon Shields sino al 2023. Di fatto, un’estensione di un anno per un biennale firmato nell’estate 2020

Olimpia Milano ha rinnovato Shavon Shields sino al 2023. Di fatto, un’estensione di un anno per un biennale firmato nell’estate 2020.

Una bella mossa del club, che toglie dal mercato europeo uno dei nomi più importanti della prossima estate, certamente il numero uno nel suo ruolo, non dimenticando i grandi margini di miglioramento, propri di un classe 1994.

In tal senso, centrali le parole di Christos Stavropoulos: «Eravamo certi di aver scelto il giocatore e la persona giusta in Shavon Shields, i fatti sono stati pari alle aspettative e per questo in anticipo sulla scadenza siamo felici di poter dire che Shavon continuerà a far parte del nostro progetto».

E’ d’altronde questo il momento di preservare il progetto, fidelizzando una squadra che nell’estate 2022 rischia di perdere pezzi per strada.

Il rinnovo più importante, quello determinante e focale, è arrivato. Ora restano elementi come Kyle Hines e Gigi Datome, per fare due nomi di gente che non deve dimostrare nulla a livello tecnico. Agire. 

10 thoughts on “Buongiorno Olimpia | Shields rinnovo determinante, ora Hines e Datome

  1. Per Hines Datome e Chacho credo che spetti confrontarsi, capire cosa vogliono fare loro e cosa dice il fisico. Magari anche a stagione in corso.
    Io li rinnoverei tutti, con calma e col giusto compromesso economico.
    Quello su cui nutro meno dubbi di tenuta è Hines, per gli altri due servirà una gestione alla Llull/Rudy.
    Bisogna però costruire un impianto dove la base forte ci sia oltre a loro e mi pare ci si stia provando (shavon Melli mito e secondo me Grant e Hall)
    Essendo anche il tipo di persone che sono inoltre, penso che x ora sia sufficiente anche un abbozzo di accordo sulla parola.

  2. Io aspetterei a rinnovare Hines e Datome perché a differenza di Shields non sono dei ragazzini e sopratutto per Datome che negli ultimi anni ha avuto parecchi acciacchi. Io non avrei fretta e aspetterei come va la prossima stagione.

  3. Qui, caro Maggi, iniziamo a non andar più daccordo, con tutto il rispetto e i dovuti ringraziamenti i nomi che hai fatto vanno opportunamente sostituiti e non rinnovati o forse vogliamo fare il quintettone “matusalemme come prospettiva 2022-23?

  4. Sono a metà tra Daniele e fab. Data l’età e le condizioni fisiche, in particolare di Datome, conviene che la società consideri la posizione di Gigi e Hines con le pinze, guardando anche al futuro. Io aspetterei di vedere come procede la stagione e poi se in caso non andrei oltre l’annualità, perché vanno bene i giocatori “esperti” ma l’esperienza dev’essere supportata da un fisico che regga le rotazioni per 80-90 partite, cosa che è dura anche per i giovani. La prima pratica da sbrigare per la stagione successiva a questa è bloccare un centro da Olimpia per sostituire Tarcisio, dato che quest’anno tocca tenerlo. Se pure Hines volesse andarsene o non venisse rinnovato di centri ne serviranno due.

  5. Questo è un tema delicato, il rinnovo dei contratti di Hines e Datome dipenderà da come si sentiranno a fine stagione e come il coaching team valuterà le loro performance.
    È difficile se non impossibile prevedere oggi quel che sarà. Il loro obiettivo presumo possa essere vincere l’eurolega ancora una volta, quindi la loro riconferma dipenderà anche da quanto vicino saremo arrivati a centrare questo obiettivo con il loro apporto

    1. Sono due persone intelligenti, se fossero usurati sarebbero i primi a voler appendere le scarpe al chiodo

  6. Se si riuscisse sarebbe ottimo un prolungamento del contratto di Datome, ma non con l’ingaggio attuale. Datome, pur riconoscendone le doti e l’importanza anche fuori dal campo, è inevitabilmente entrato nella parabola discendente della propria carriera, con un fisico soggetto ad acciacchi vari, ed un ingaggio come quello attuale condizionerebbe inevitabilmente troppo il mercato Olimpia dei prossimi anni.

    1. Se dovessi scegliere ora a occhi chiusi chi rinnovare tra i due tutta la vita Hines perché rispetto a Datome è fisicamente integro. Non dimentichiamo che Datome viene da anni di acciacchi non solo l’ultimo infatti a tal riguardo Obradovic a differenza di Messina lo centellinava saggiamente..

  7. Con tutto il rispetto per il nostro blog, credo che sia ben chiaro alla dirigenza come gestire la cosa.

    Soprattutto perché parliamo di persone che, almeno per quello che vediamo dall’esterno, sono di altissimo profilo.
    Non ce lo vedo Hines a finire la carriera in una squadra di periferia, più facile accetti un ruolo diverso con un ingaggio diverso, idem Datome.

    Personalmente era la mia aspettativa anche per Micov… ma forse non possiamo permetterci troppe situazioni “alla Rudy”.

    1. Avendo tanti agli ultimi anni di carriera è giusto scegliere solo alcuni altrimenti avremmo una squadra di “vecchi”

Comments are closed.

Next Post

Olimpia Milano 2021-2022: tutti i contratti degli uomini di Ettore Messina

Il mercato di Olimpia Milano volge al termine, e allora è tempo di analizzare i contratti in essere per la stagione 2021-2022
Olimpia Milano Contratti

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: