Olimpia Milano, il secondo test con l’Efes è da urlo: +28 alla Secondaria

Alessandro Maggi 10

L’Olimpia Milano ha superato nettamente l’Anadolu Efes campione d’Europa 90-62 nella seconda amichevole disputata al Forum

L’Olimpia Milano ha superato nettamente l’Anadolu Efes campione d’Europa 90-62 nella seconda amichevole disputata al Forum.

Dopo il ko per 83-95 del confronto di giovedì, figlio del 30-9 del terzo quarto, la squadra di Ettore Messina concede a quella di Ataman solo 6 punti proprio nella terza frazione dopo aver toccato il +13 a fine primo tempo.

L’Olimpia questa volta gioca 40 minuti filati, senza cali di rendimento, di intensità e nemmeno di precisione al tiro. Ancora senza Malcolm Delaney, ma anche senza Nicolò Melli (dispensato per intervenire al battesimo della figlia), ha giocato una partita notevole in termini di aggressività difensiva, impatto a rimbalzo e pulizia di gioco battendo i Campioni d’Europa dell’Efes 90-62. La squadra di Coach Ataman era senza Shane Larkin e Tibor Pleiss, come nello scrimmage di due giorni prima, ma ha schierato il resto della sua artiglieria. L’Olimpia ha recuperato Kaleb Tarczewski rispetto a “scrimmage 1” e usato ancora 13 giocatori, finendo la gara con Grant in regia e quattro italiani, con un Biligha molto aggressivo dentro l’area che ha finito la partita con una palla rubata e un canestro in contropiede. Dopo un primo quarto sostanzialmente comandato da Milano, il vantaggio è diventato importante nel secondo periodo, chiuso da una grande fiammata di Gigi Datome e poi nel secondo tempo la partita è stata definitivamente chiusa quando la difesa ha sostenuto lo sforzo dell’attacco. In quel periodo, l’Efes ha segnato solo sei punti e il margine è diventato abissale.

IL PRIMO TEMPO – L’Efes parte con Dogus Balbay, specialista difensivo, in pressione su Jerian Grant, che veste subito i panni del distributore. Bryant Dunston, aggressivo dentro l’area, produce subito due “canestro e fallo” per cinque punti immediati. L’Olimpia tiene botta con Shavon Shields e il suo gioco dentro-fuori. Milano tenta l’allungo su due triple consecutive di Dinos Mitoglou e lo stesso Shields costruendo un vantaggio di sette punti sul 18-11, prima di chiudere sul 25-22 quando l’Efes trova ispirazione offensiva in Micic, partito dalla panchina, e anche da Tuncer. Sergio Rodriguez con tre assist veloci e poi un jumper dalla media determina il nuovo allungo dell’Olimpia sul 36-25. L’Efes mostra anche la difesa a zona, Devon Hall lavora bene sui due lati del campo. Gigi Datome con una tripla, proprio contro la 2-3 turca, conserva la doppia cifra di vantaggio. Sull’ultimo possesso del tempo, Hall ruba palla e mette in ritmo in angolo ancora Datome per il gioco da quattro punti del 47-34 dell’intervallo.

IL SECONDO TEMPO – Nella ripresa, l’Olimpia spacca definitivamente la partita perché mantiene alta la pressione difensiva, controlla i rimbalzi e dopo qualche minuto riprende ritmo in attacco. L’Efes segna due punti nei primi cinque minuti del terzo periodo. Shields segna subito altri cinque punti di fila, su una palla rubata da Mitoglou con schiacciata in solitudine, Milano vola oltre i venti di vantaggio e non si ferma. Sergio Rodriguez, sei palle rubate, alimenta il contropiede. Alla fine del terzo quarto è 72-40 (qui l’Efes “perde” Kruno Simon che ricade male sulla caviglia sinistra). Nel quarto periodo c’è grande spazio per tutti. L’Efes esibisce l’atletismo di Saybir (tre schiacciate), l’Olimpia mostra tutta l’energia di Paul Biligha per chiudere, amministrando, sul 90-62.

IL TABELLINO

Olimpia Milano-Anadolu Efes 90-62 (25-22; 47-34; 72-40)

Olimpia: Grant 4 (1/3, 0/2, 2/2 tl, 3 a), Hall 12 (2/2, 2/5, 2/2 tl), Shields 17 (3/5, 3/3, 2/2 tl), Mitoglou 15 (6/14, 3/3 tl, 7 r), Hines 2 (1/5, 8 r), Tarczewski 7 (1/2, 5/5 tl), Ricci (0/1, 0/3), Daniels 9 (0/1, 3/5), Rodriguez 5 (1/2, 1/4, 6 rec), Datome 7 (2/2 3pt, 1/1 tl), Moraschini 2 (1/2), Biligha 7 (3/3, 0/1, 1/2), Alviti 3 (0/1, 1/2).

Efes: Balbay 4, Tuncer 9, Simon 2, Moerman, Dunston 8, Micic 5, Beaubois 6, Petrusev 11, Singleton 4, Anderson 2, Gazi 5, Saybir 6.

10 thoughts on “Olimpia Milano, il secondo test con l’Efes è da urlo: +28 alla Secondaria

  1. Wow. Anche per uno scrimmage. Alessandro riesci a farci avere un po’ di statistiche individuali

  2. Dai bene, al di là del risultato che poco importa, si vede che si sta lavorando sui due lati del campo e un pò tutti rispondono.

  3. Troppo brutto l’Efes per essere vero poi sinceramente i risultati delle amichevoli contano veramente nulla infatti mi ricordo ancora le amichevoli pre-season del primo anno di Messina dove le vincemmo tutte…

  4. Padronissimo ma un commento non sprezzante e positivo sulla squadra per cui dici di tifare no?

    1. Capisco che tu ti esalti anche per un scrimmage ma le partite che contano sono altre. Ma che te lo dico a fare?

      1. Le amichevoli non mi entusiasmano mai ne se si vince ne se si perde. Infatti non ho commentato neanche quando abbiamo perso l’altra volta.

      2. Dai che rispetto al primo anno di messina una ne abbiamo persa quindi dovrebbe andare meglio no? 😉

Comments are closed.

Next Post

Olimpia Milano post Efes: l'accoppiata Grant-Tarczewski e la presenza di Dinos

L’Olimpia Milano cambia volto nel secondo scrimmage con l’Efes e ribalta il ko della prima sfida con un rotondo 90-62
Olimpia Milano post Efes

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: