Toni Cappellari: La coppia Poz-Messina? Affascinante. Gentile a Varese, che colpo

Il grande Toni Cappellari protagonista su il QS. Ecco alcune dichiarazioni dello storico GM biancorosso sul quotidiano di oggi

Il grande Toni Cappellari protagonista su il QS. Ecco alcune dichiarazioni dello storico GM biancorosso.

SU DATOME E BELINELLI

«Certamente con la Francia si è pagato a livello di fisicità sotto canestro, ma se pensiamo all’1/10 da 3 di Mannion, ecco che il loro contributo avrebbe potuto essere prezioso».

SUL RAPPORTO POZ-MESSINA

«Come sapete, sono stato io a portarlo a Varese, e con Andrea Meneghin divennne un giocatore capo di quell’epopea. Che dire, due personaggi opposti, ma con di fronte una sfida affascinante. Pozzecco ha fatto benissimo a Sassari, vedremo a Milano. Si prospetta una successione in futuro? Attendiamo questa stagione prima di parlare».

SU NICOLO’ MELLI A MILANO

«Conosce Milano e conosce Messina. E’ un colpo di mercato importante, che lascerà certamente il senso, ma in Lombardia penso ad un altro grande innesto».

SU ALESSANDRO GENTILE A VARESE

«Alessandro Gentile a Varese. In quella piazza può tornare ad essere il “giocatore capo” che è stato in passato. E’ una città che vive di basket, piccola ma a pochi passi da Milano. Credo davvero in prospettive interessanti, per lui e per il club, anche per la collaborazione del passato con Adriano Vertemati ai tempi delle giovanili».

4 thoughts on “Toni Cappellari: La coppia Poz-Messina? Affascinante. Gentile a Varese, che colpo

  1. Non capisco molto di pallacanestro ma leggere che qualcuno creda ancora in Ale Gentile mi lascia comunque spiazzato.
    Molto, ma molto molto, meglio suo fratello Stefano, che negli anni ha trovato una sua collocazione nel panorama italiano.
    Il fatto che nesduna squadra di livello europeo (per tacere della nba) l’abbia cercato testimonia che siano in pochi a credere in lui….

  2. Penso che sia bello che una squadra dia nuove chances ad AleGent il suo problema è stata la testa con la quale ha affrontato circostanze avverse.

  3. Io non sono un tifoso ingrato e per me Ale è e sarà sempre il mio capitano. Non potrò mai dimenticare che lui è stato uno degli artefici di due scudetti più varie coppe da assoluto protagonista come non dimenticherò mai la splendida eurolega che ha disputato nella stagione del primo scudetto dell’era Armani. È uno dei più gradi talenti nel panorama italiano e ha pagato sulla sua pelle tutti gli errori da lui commesso anche per colpa della sua famiglia ingombrante. Ciò non potrà mai togliere le emozioni che ha saputo regalarci e non posso che augurare il meglio al nostro capitano che rimarrà sempre nel mio 💖

Comments are closed.

Next Post

Gazzetta di Reggio: Andrea Cinciarini non massimizzerà sull'ingaggio

La Gazzetta di Reggio fa il punto sulla trattativa tra la Pallacanestro Reggiana e Andrea Cinciarini, da darsi comunque per conclusa
Vigilia Olimpia Milano

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: