Malcolm Delaney sulle scelte dei giocatori USA: Punter ha firmato altrove. Non c’è altro da dire

Malcolm Delaney torna a prendere la parola in merito a questioni economiche: I tifosi non si arrabbino se un giocatore fa le sue scelte

Malcolm Delaney torna a prendere la parola su Twitter in merito a questioni economiche.

Il profilo “ABA league News and Rumors” innesca la discussione evidenziando come, di fatto, per un giocatore americano non conti la competizione europea quando la cifra scritta sul contratto. Per 50.000 euro in più insomma, si potrebbe preferire una squadra di BCL ad una di EuroLeague.

Opinioni, peraltro in disaccordo con quanto dichiarato solo ieri da Sergio Scariolo, che evidenziava come la mancata partecipazione ad EuroLeague, per la sua Virtus, sia un bel freno sul mercato.

Un follower chiama in causa vari giocatori, tra cui Malcolm Delaney, che accetta il confronto e conferma sostanzialmente il punto di vista iniziale.

«Poco importa della vita dei giocatori nel post-carriera, conta solo che in quel momento rendano la loro squadra vincente. Quindi non si arrabbino se un giocatore valuta quel che è meglio per lui».

Un altro follower indica come 50.000 euro cambino poco per un giocatore, e che anzi restare in una competizione di alto livello europeo aiuti a staccare contratti migliori in futuro.

Anche qui Delaney va oltre: «Ma se ti fai male, o giochi male, la tua carriera è compromessa. Non potete capire, nè mi aspetto che lo facciate».

Quando fanno notare a Malcolm Delaney come la parola “sfamare” vada in contrasto con contratti milionari, il giocatore precisa: «Per fare un milione in Europa devi essere davvero speciale».

E si arriva al tema Kevin Punter. Un follower fa notare: «Con 1.8 milioni di euro, quanto avrebbe offerto l’Olimpia a Kevin Punter, credo sarei felice per la mia vita e per la mia famiglia. Non capisco davvero la scelta di Punter».

E Delaney, di fatto, guarda avanti: «La parola chiave è “Io”. Lui ha firmato altrove. E’ fuori. Non c’è molto altro da dire».  

6 thoughts on “Malcolm Delaney sulle scelte dei giocatori USA: Punter ha firmato altrove. Non c’è altro da dire

    1. veramente! ki gli scrive dev’essere davvero rinc….

  1. Io non ci trovo nulla di banale e Delaney mi sembra davvero tutto tranne che banale. Mi piacerebbe sapere invece cosa trova di banale in queste opinioni espresse tra l’ altro in modo molto civile l’uomo della strada.

  2. Se questi comportamenti di Delaney, oltretutto protatti per tutta la stagione, li avesse tenuti MJ si sarebbe scatenato il finimondo tra noi tifosi ma a Delaney è concesso tutto perché scelto da Messina. Ora di capiscono i motivi per cui il Barcellona l’ha cacciato. È semplicemente un piantagrane..

  3. Davvero, Delaney è un minus habens. Speriamo sia l’ultimo anno a Milano.

    @daniele = mj oltre a scrivere minkiate su twitter, era un passaggio a livello in difesa ed una testa matta. NBA perfetta per lui, conta solo segnare.

    1. @LoSgradito sicuramente MJ non eccelle in difesa (non è l’unico) ma in attacco e nella voce “assist” non c’è gara tra James e Delaney.

Comments are closed.

Next Post

Buongiorno Olimpia | E' il tempo del salto di qualità di Malcolm Delaney

I tweet di ieri di Malcolm Delaney riportano al centro dell’attenzione un giocatore atteso ad un sostanziale passo in avanti
Buongiorno Olimpia

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: