Buongiorno Olimpia | Punter-Milano, non esistono carnefici. Ma ora serve una guardia

Il lungo addio di Kevin Punter ad Olimpia Milano lascia inevitabilmente un vuoto e tante domande ai tifosi biancorossi

Il lungo addio di Kevin Punter ad Olimpia Milano lascia inevitabilmente un vuoto e tante domande ai tifosi biancorossi. Ma non esistono “avari” e “mercenari” in una vicenda di mercato assolutamente attuale e inevitabile.

Un anno fa l’Olimpia Milano scommise su Kevin Punter. Non altro. Perché al fianco dei colpi Delaney e Hines serviva “rischiare” nello spot di guardia. Ettore Messina e Christos Stavropoulos non hanno avuto dubbi, il giocatore ha risposto presente senza esitazione alcuna.

Il bomber del Bronx ha scalato gerarchie, diventando in pochi mesi da “gregario” (in realtà, forse neanche nelle intenzioni) a uomo dell’ultimo tiro in una Final Four di EuroLeague.

Inevitabilmente domanda e offerta non potevano che partire da punti distanti, perché c’è chi vuole monetizzare la miglior stagione in carriera, e chi deve comunque ragionare su budget e gerarchie già impostate.

Nello scambio di opinioni, l’ipotesi peggiore era che il “massimo sforzo” per il club fosse visto come un “mancato riconoscimento” dal giocatore. E così purtroppo è stato.

«Se non sapete cosa sta accadendo evitate di dare qualcosa per scontato» il pensiero del giocatore, comparso poi su Instagram in una fase di allenamento con i calzoncini di Olimpia Milano. Giusto così, perché non è stato un muro contro muro.

Ma dopo l’ultimo “no”, ora solo KP può riprendere la situazione in mano, e alzare la cornetta. Milano non chiamerà più. E intanto cerca la guardia titolare per la prossima stagione.

In attesa di Nicolò Melli, il mercato biancorosso è ancora nella fase calda. Caldissima.

14 thoughts on “Buongiorno Olimpia | Punter-Milano, non esistono carnefici. Ma ora serve una guardia

  1. Ciao Alessandro volevo solo chiederti se ci sono problemi per la pubblicazione dei commenti che non vengono pubblicati istantaneamente. Grazie mille.

    1. Sì, che mi avete rotto le palle e quindi ora li devo accettare uno a uno per evitare di leggervi litigare. E preciso, mi avete rotto le palle a giro, e in situazioni differenti, tutti

  2. Dispiace tantissimo! KP è stato protagonista assoluto della stagione: emblema dell’ascesa della squadra dall’esordio fino all’ultimo secondo di F4, con la prospettiva di migliorare ancora in un secondo anno di consacrazione da leader.
    Purtroppo se ritiene, giustamente, che il mercato lo possa valutare maggiormente ha tutto il diritto di cercare la massima valorizzazione, come la società di ottimizzare il budget. Del resto il contratto da un anno è stata una rischiosa scommessa anche per lui.
    Ora lo spot-2 del roster è quello più incerto, considerando che anche le riserve Moretti e Roll non ne faranno parte. Serve colpo significativo che forse toglierà risorse dal nuovo spot-5.
    Comunque grazie KP: mi hai fatto esultare per tutta la stagione!

  3. Ci sta tutto, KP vuole monetizzare, l’Olimpia deve ragionare giustamente su budget e gerarchie.
    Dispiace per KP, ma dall’Olimpia mi aspetto che il piano B sia già stato pensato, ovvero trovare il sostituto.

  4. Buongiorno Alessandro, per curiosità a quanto prendeva quest’anno Punter ? La sua richiesta è stata davvero 1,5 KK per la stagione 21/22 ?
    Grazie

      1. non conosco bene i due nuovi americani, ma leggo che sono entrambi guardia-play: perché allora serve una nuova guardia? Non sostituiscono Roll e Punter?

  5. Non dimentichiamo che la scorsa estate la prima dichiarazione che Punter fece da neo biancorosso fù quella di ammettere candidamente di essere andato dove lo pagavano di più. E così farà questa estate, presumibilmente.
    Sono sicuro che la società gli abbia offerto un congruo aumento di ingaggio, spiace che non si sia trovato un accordo con il giocatore.
    Il mercato delle guardie è quello meno “complicato”, fiducia nell’operato della società.

    1. Concordo con te perché anche la scorsa estate disse che avrebbe preferito rimanere alla Stella Rossa salvo poi accettare la nostra proposta perché era economicamente più vantaggiosa per lui e questa estate sta ripetendo lo stesso refrain dell’anno scorso per cui andrà da chi offrirà di più.

  6. Anche secondo me non è finita, ma la storia è obiettivamente come la racconta Alessandro.
    Io al posto di KP avrei fatto una scelta diversa ma non per una ipocrita affezione ai colori ma per una precisa scelta di carriera e crescita personale.
    Kevin ha una alta opinione di se stesso e questa è una qualità per un giocatore forte, quindi può darsi che abbia ragione lui.

    In ogni caso rispetto totale. E se cambiasse idea io sarei felicissimo (e credo anche la società)

    1. Diciamo che per quanto lui sia nel giusto nel cercare l’offerta migliore possibile, non mi sembra si sia formata la file per portarselo a casa e questo a livello economico potrebbe penalizzarlo ovviamente.

  7. Come sempre l’articolo inquadra i termini della questione in maniera “laica” ed equilibrata. La mia curiosità riguarda in generale come Messina veda gli equilibri complessivi del reparto esterni. Punter viene ritenuto giocatore importante nell’economia del sistema complessivo, altrimenti non sarebbe arrivata un’offerta significativa, ma evidentemente non una figura imprescindibile, altrimenti si sarebbero svenati. Pare strano che un GM come Stavropoulos rimanga col cerino in mano aspettando il termine del contratto, quasi quasi sarei curioso di capire a chi stanno pensando per sostituirlo, pensiero che non penso si sia formato il primo di luglio ( anche se personalmente me lo terrei volentieri).

Comments are closed.

Next Post

Gabriele Procida, ormai è intrigo di mercato. La scrittura privata ha un valore?

Gabriele Procida non giocherà più con la Pallacanestro Cantù, e da Bologna filtra sempre positività su un ingaggio in Fortitudo. O forse no
Gabriele Procida

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Jerian Grant Kevin Punter
Scopriamo Jerian Grant, un mvp di Summer League per Olimpia Milano

Iniziamo a scoprire insieme Jerian Grant. L’esterno USA, play-guardia, arriva nel roster di Ettore Messina al posto di Michael Roll

Chiudi