Dinos Mitoglou impressiona con la Serbia e poi comunica: vado in Olimpia Milano

Konstantinos Mitoglou sarà un giocatore di Olimpia Milano. L’ala ha comunicato la sua decisione al Panathinaikos dopo la gara con la Serbia

Aggiornamento ore 23:00: Konstantinos Mitoglou sarà un giocatore di Olimpia Milano. L’ala ha comunicato la sua decisione al Panathinaikos dopo l’amichevole con la Serbia. Firmerà un biennale con i biancorossi. Domani lo scambio delle firme. La notizia è stata riportata da Sportando, Eurohoops e Sdna.Gr.

Il dado è tratto insomma: Dinos Mitoglou ha rifiutato il rilancio del club “greens” che gli offriva un triennale, dunque un anno in più di contratto, a cifre simili a quelle biancorosse. Il giocatore ha parlato con il GM del club dopo l’amichevole di Oaka con la Serbia, e domani invierà il contratto controfirmato in sede al Forum d’Assago.

Secondo Sdna.gr l’offerta economica del Panathinaikos sarebbe stata addirittura superiore a quella di Milano, intorno al milione di euro l’anno. Il giocatore avrebbe ringraziato il club sottolineando come la scelta Olimpia non sia solo economica.


Il primo articolo di questa sera

Sono queste le ore di Kostas Mitoglou. Si è appena chiuso il torneo dell’Acropolis. Il giocatore, ad alcune persone presenti, ha riferito di comunicare domani la decisione definitiva sul suo futuro.

Dinos Mitoglou, siamo al dunque

Si decide nelle prossime ore il futuro di Dinos Mitoglou, obiettivo di mercato di Olimpia Milano. Il giocatore è sceso in campo ad Oaka contro la Serbia nell’ultimo test del torneo dell’Acropolis, terminato 64-75 a favore della Serbia.

Per Dinos prestazione importante, con doppia doppia da 17 punti e 10 rimbalzi, 4/9 da 2 e 2/6 da 3. Il miglior marcatore della formazione ellenica, mentre nella Serbia hanno prodotto 18 punti Dobric e Avramovic. Ai giornalisti presenti, in via informale, il giocatore avrebbe comunicato di ufficializzare domani il suo futuro.

Dinos Mitoglou, quale scelta

Dinos Mitoglou, dunque, nella prossima stagione giocherà in maglia Olimpia Milano? Sul tavolo il giocatore, rappresentato dalla potentissima agenzia Wasserman, avrebbe un biennale da 900.000 euro l’anno da parte di Olimpia Milano, e un triennale a medesime cifre dal Panathinaikos.

Il rilancio dei greci sarebbe arrivato nella serata di ieri, una volta assodata l’entrata in scena del club del Forum, il colloquio diretto del giocatore con Ettore Messina e l’affondo di Christos Stavropoulos. In gioco anche l’Olympiacos, di cui non si conoscono in maniera chiara le contromosse.

Persone vicine al giocatore raccontano di un uomo molto legato ad Atene, e poco propenso a lasciare la Grecia. D’altro canto, oggi Sdna.gr, sito molto vicino alla società “green”, raccontava di un Dinos ormai determinato a trasferirsi a Milano per dare una sferzata alla sua carriera.

Secondo quanto appreso da Rom il dado sarebbe tratto. Milano è scesa in campo in maniera diretta, svicolando l’ingaggio di Mitoglou da quello di Nicolò Melli, di cui inizialmente veniva visto come “piano B”. Impossibile dire di no ad una simile mossa: questo ha convinto Mitoglou a fare il grande passo, piuttosto che dire sì a un Panathinaikos riportato in gioco solo dalla disperazione.

Restiamo in attesa.

26 thoughts on “Dinos Mitoglou impressiona con la Serbia e poi comunica: vado in Olimpia Milano

  1. Dalla Grecia arriva la notizia che Mitoglou ha scelto Milano 2+1 e Tarcisio va all’Asvel

  2. In Europa e nel suo ruolo uno dei miei preferiti. Questo ha tutto ed è giovanissimo. Presa eccellente.

  3. Ottimo lavoro di Stavro e Messina sottolineo che il giocatore rinunciando ad un compenso maggiore ha dichiarato ai dirigenti Pana ” vado a Milano non per i soldi.

    1. ……..ma per la gloria, ragazzo all’antica, di sani principi e valori, un buon inizio

  4. Bene cosi, adesso un 3 di spessore che dia respiro a Shields e un 5 grosso alla Benjamin

    1. Sul pivot sono d’accordo anche perché con Tarczewski che va all’Asvel… sul tre abbiamo Alviti, Micov e Datome oltre a Shields, credo ci si possa definire ben coperti

      1. Fermo restando che Alviti è un punto interrogativo al nostro livello, che Micov è un punto interrogativo per altri motivi e che Datome offre al ruolo di 3 una lettura differente e dicono le statistiche non molti minuti, permane a mio parere la necessità di coprirsi adeguatamente allo spot 3 onde evitare la raccolta di quel che rimane di Shields col cucchiaino come è successo questa stagione……..a meno che Hall venga utile in tal guisa

  5. Guisa nottambuli, credo di no Hall nasce come combo ed è tutto da testare in EL. Comunque in Italia abbiamo anche Moraschini nello spot.

  6. Può darsi ma un’altro lungo che può giocare da ala forte o pivot ci serve Melli è un po’ caro ma in termini di gioco e immagine può ripagare l’ingaggio.

  7. beh, bel giocatore, a me piace assai, soprattutto perché sa fare tante cose diverse e gioca bene il pick and roll e prende anche tanti rimbalzi. D’altra parte in effetti il suo arrivo pare chiudere un pó le porte a Melli: mi sembra difficile immaginare che lo spot di “4” possa comprendere LeDay, Mitoglu e anche Melli, viso che arriverà un centro puro (possibilmente fortissimo…). Magari invece Mitoglou viene per riempire lo spazio lasciato da Valdo, che immagino chiuda la sua carriera in Olimpia, anche se certo non é un 3/4, ma piuttosto un 4/5. Se Milano lasciasse andare Biligha, ecco allora forse le cose potrebbero essere un pó diverse, Melli avrebbe piú senso e avremmo una squadra pazzesca, ma anche costosissima.

  8. @Ale Perchè alternativa ? I campionati sono 2 e abbiamo visto già che due giocatori buoni per ruolo non arrivano alla fine.

    1. @ juluis: mitoglou melli e leday (più datome , se vuoi) sono 3 (o 4) top player per un unico ruolo. Ok le tante partite, ma non mi pare vada bene. Ne da un punto di vista economico ne da un punto di vista gestionale

      1. Non suoni a provocazione, ma il LeDay visto le due ultime partite col Bayern, alle f4 e in finale LBA non sembra proprio un top-player, vero è che si merita prove d’appello, ma urgono conferme a tal proposito next season

  9. Non credo che Melli arriverà a Milano, viceversa se la V lascia andare Ricci la destinazione potrebbe essere quella e così avremo la squadra che dominerà in Italia per altri 2-3 anni e non saremo noi. Speriamo di no.

  10. Scusa ma se è cosi dominante, e lo è perché non prenderlo noi? Di centro puri in giro non ne vedo molti e Messina in difesa chiama spesso il cambio sistematico per eseguire il quale occorrono giocatori rapidi e reattivi e Melli come Dino lo è. Venisse Vesely allora sarebbe un altra storia ma dubito possa accadere. Poi perché Melli dovrebbe rifiutare Miano per Bologna’?
    Se non torna è solo perché aspetta offerte NBA

  11. Non so perché Melli dovrebbe rifiutare Milano per Bologna (soldi? Per esperienza precedente? Feeling con il coach? Progetto più convincente? Tagliatelle anziché risotto?) ma so che la V sta liberando lo spot 4 italiano e Milano lo sta riempiendo ma al momento i nomi sono Ricci e Alviti. Ok , un po’ diversi tra loro ma comunque entrambi alti e tiratori.

    1. Adesso cadiamo dal pero? Mitoglu a parte che viene a Milano per la gloria, se le Vnere offriranno a Melli un lauto contratto,lui se ne andrà bel bello a Bologna col sorriso stampato sul viso; non mi sembra che Belinelli ci abbia pensato 2 volte a “tradire” la sua Fortitudo; soldi, signori, soldi, non tagliatelle o risotto, SOLDI, DALTRONDE DELEGANO LE TRATTATIVE AGLI AGENTI GIUSTAPPUNTO PER NON COINVOLGERE NELLA FASE DEL BUSINESS LO STATO D’ANIMO PERSONALE, ovviamente fatto salvo MITOUGLU che opta per una scelta di vita

  12. Intendevo dire che qualsiasi offerta la Virtus faccia siamo sicuramente in grado di coprirla. Belinelli non ci interessava abbiamo abbandonato la trattativa se mai c’è stata.

    1. Poi forse avete ragione a Messina non interessa perché ha in cantiere il pivot giusto. Vai a sapere

  13. Dopo in campionato eccezionale e una campagna acquisti da sogno c’è chi ha la stoltezza di lamentarsi. Boh? E anche un po’ Buu

    1. Campagna acquisti da sogno? CALMA, e Punter, e il 5, e gli italiani? Mancano ancora parecchie cosette per sprecare una definizione del genere, c’è la bozza ma manca il disegno, stiamo a vedere, fiduciosi, ma stiamo a vedere

Comments are closed.

Next Post

Super Melli in Germania, Moraschini va in Nazionale

C'è anche il numero 9 biancorosso tra i convocati di Sacchetti, mentre (a sorpresa) non c'è Biligha

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: