Olimpia, cosa resta della stagione 2020/21: Kaleb Tarczewski

La stagione 2020/21 dell’americano tra statistiche e giudizio, con uno sguardo al contratto e al mercato

Prosegue il nostro viaggio giornaliero nella stagione biancorossa appena conclusa, con l’analisi e le prospettive per il futuro dei giocatori del roster 2020/21, aspettando i nuovi acquisti dal mercato. Oggi tocca a Kaleb Tarczewski, probabilmente all’ultima stagione in maglia AX Armani Exchange.

Kaleb Tarczewski | Le statistiche della stagione

Serie A: 20 partite giocate per 17.6 minuti di media, con 6.4 punti (55% da 2, 0% da 3, 64% ai liberi), 5.6 rimbalzi, 0.5 assist e 9.6 di valutazione

Eurolega: 39 partite giocate per 13.2 minuti di media, con 4 punti (58% da 2, 0% da 3, 66% ai liberi), 2.9 rimbalzi, 0.3 assist e 4.6 di valutazione

Kaleb Tarczewski | Il giudizio sulla stagione

Dopo il rinnovo della scorsa estate, quando fu preferito a Gudaitis da Ettore Messina, ci si attendeva un ulteriore salto di qualità, per diventare un punto fisso dello scacchiere biancorosso, al fianco di Hines. Invece, il lungo americano non è riuscito ad incidere nella stagione, salvo qualche occasione (come il buon impatto nei minuti giocati a Colonia), ed è stato escluso sia dalle Final Eight di Coppa Italia che dai playoff del nostro campionato, quando gli sono stati preferiti Biligha e Wojciechowski (anche per il passaporto).

Il coach biancorosso ha provato a ‘rispolverarlo’ in gara 3 della finale scudetto, per cercare di invertire il trend di una serie già abbastanza compromessa, ma Kaleb non è riuscito a dare il contributo sperato. Pur non sia certo mai mancato il suo impegno, come in tutto il corso della sua avventura in maglia Olimpia Milano.

Kaleb Tarczewski | Il contratto con l’Olimpia

Nonostante il rinnovo triennale (2+1) della scorsa estate e, quindi, un contratto in essere anche per la prossima stagione con l’opzione per la successiva, pare giunta al capolinea l’avventura milanese del lungo. Il club ascolterà le offerte per trovare una destinazione gradita al giocatore, cercando poi un suo sostituto sul mercato.

11 thoughts on “Olimpia, cosa resta della stagione 2020/21: Kaleb Tarczewski

  1. Personalmente una grande delusione. Ero convinto che avrebbe fatto bene, anche per le sue caratteristiche che ben si accoppiano con Kile Hines. Fatico a capire le ragioni di questo fallimento…So long Kaleb…

  2. Un giocatore solo “di energia” … senza uno straccio di gioco in attacco che non sia il P&R … in difesa troppi falli per scarsa concentrazione e lettura del gioco … cosa cin avranno visto … probabilmente hanno pensato bad un ulteriore crescita e che – in effetti – si integrasse bene con Hines … peccato.

  3. Tagliare Tarcisio alla luce degli ultimi risultati ottenuti in campionato – praticamente senza di lui – significa arrampicarsi sugli specchi. Sarà sicuramente valorizzato ovunque andrà. Nella nostra Olimpia purtroppo temo stia tornando la confusione.

  4. Il vecchio tema del doppio ruolo si sta riproponendo. Messina ha preteso un ruolo che poi non ha saputo svolgere, facendo in roster disastroso il primo anno, correggendo la parte stranieri l’anno scorso ma facendo scelte italiane discutibili e ora vuole liquidare Kaleb che ha firmato lui per 2+1 bruciando budget e credibilità. Tutto per la presunzione di non essere mai messo in discussione da un dirigente che fa quel mestiere da anni. Ha fatto un’ottima EL in una stagione molto particolare e abbiamo gioito fino all’ultimo respiro ma il bilancio dei 2 anni a me pare negativo.

    1. Per me invece ha fatto bene in entrambi i ruoli. Direttore delle operazioni ha definitivamente scelto Punter, Shields, Leday etc.con i quali mi sembra abbia fatto buone valutazioni. Se poi per n motivi Tarczewski ha reso meno delle aspettative o meglio non ha saputo salire il gradino della F4 non può essere imputato Messina per un contratto con un anno in più ricordate che è un due più uno.

  5. Dopo 29 anni torniamo fra le prime 4 in europa e si parla di stagione negativa.
    Abbiamo sofferto e gioito e vinto vinto vinto fino alla finale scudetto ed è una stagione fallimentare.
    Cosa dire….nulla ognuno ha le sue granitiche certezza.
    A me cadono le braccia e non solo quelle

  6. Capisco che possa suonare paradossale ma dal punto di vista dirigenziale sono stati due anni negativi: budget che non è rientrato, un successo in coppa Italia, una F4 esaltante per quanto estemporanea, ma gruppo italiani da rifare, gruppo straniero scelto da Messina anziano (Rodriguez e Hines sono campioni ma mostrano qualche segnale di ruggine) o in scadenza o in odore di taglio dopo 3 anni e un 2+1 appena firmato.

  7. “F4 esaltante per quanto estemporanea” ?????
    Spiegati, perché per arrivare ci sono volute circa una trentina di partite ..non è che abbiamo vinto ai rigori o con la monetina.
    Se è estemporanea lo sapremo l’anno prossimo, quindi scusami ma la tua è una frase incomprensibile.

Comments are closed.

Next Post

Ettore Messina nella Hall of Fame Fiba: i ringraziamenti dai coach al basket

Il coach biancorosso è stato inserito nella Hall of Fame Fiba: il suo discorso alla cerimonia

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Davide Alviti
Davide Alviti, ecco il primo italiano per Ettore Messina

Davide Alviti sarà un giocatore di Olimpia Milano. L'ala azzurra nella prossima stagione giocherà agli ordini di Ettore Messina

Chiudi