Olimpia, la rimonta non riesce: la Virtus passa al Forum in gara 1

Falsa partenza dei biancorossi nella finale scudetto: la Segafredo va anche a +18 e la rimonta milanese si ferma sul -2

Falsa partenza per l’Olimpia Milano nella finale scudetto. La squadra di Messina perde subito il fattore campo, dopo una brutta prova al Mediolanum Forum (83-77), nel primo episodio della serie. La Virtus Bologna domina per quasi tutto il match, salendo anche a +18, e resiste alla rimonta milanese, quando sul -2 a 5’ sembrava ribaltata completamente l’inerzia. Troppo brutta la difesa dell’AX per tre quarti, così come sono state terribili le percentuali da 3 punti, fino all’ultimo periodo. Ma la rimonta si è fermata sul più bello, con troppi giocatori discontinui e lontani dal rendimento stagionale, soprattutto Shields e Delaney, ma anche Punter.

Olimpia Milano vs Virtus | La partita

Non cambiano le scelte per Messina, dall’altra parte l’unico assente è Tessitori. L’avvio di Datome guida il 6-0 biancorosso, ma gli ospiti tornano subito sotto con Weems e Gamble, prendendo poi il comando del match (13-20 all’8’), con Teodosic. È ancora il capitano azzurro a riportare sotto Milano, che però non trova mai il tiro dall’arco, mentre dall’altra parte Abass e Ricci colpiscono pesantemente e portano le ‘V Nere’ a +10 (21-31 al 13’). Messina chiama la zona 3-2, ma non riesce a ribaltare il senso del match, per una difesa in difficoltà e con gli ospiti, con il 62% dal campo, anche a +14. 

L’intervallo non serve da sveglia alla squadra, anzi, l’avvio di ripresa è traumatico per l’AX: palle perse, errori in attacco e Bologna trova anche i punti di Alibegovic, volando a +18 e costringendo all’immediato timeout Messina. Arrivano tante occasioni perse e sembra finita, ma Rodriguez suona la carica, viene seguito dai compagni ed arriva un 12-0 per riportare i biancorossi a -2, facendo esplodere il Forum. Un’invenzione di Markovic da 8 metri ed una giocata di classe di Belinelli, però, spengono l’ardore milanese ed è 1-0 Virtus. Tra due giorni servirà un’altra Olimpia. 

Olimpia Milano vs Virtus | Il tabellino

AX ARMANI EXCHANGE MILANO-SEGAFREDO BOLOGNA 77-83 (19-23, 39-48, 53-67)

Clicca qui per il tabellino del match

Olimpia Milano calendario | I prossimi appuntamenti

Lunedì seconda sfida tricolore, sempre al Mediolanum Forum, alle 20.45, poi mercoledì e venerdì la serie si sposterà a Bologna per gara 3 (ore 20.45) e gara 4 (ore 19).

27 thoughts on “Olimpia, la rimonta non riesce: la Virtus passa al Forum in gara 1

  1. Solo un commento: è ora di lasciare fuori Delaney per Micov o Roll dando più minuti a Moraschini

    1. Non possiamo pretendere di vincere se in area non abbiamo un pivot degno di questo nome.

  2. Oggi siamo andati sotto di testa. Loro squadra motivata e tosta, noi sparsi con la sola luce del Ciaco (che non cambierei nemmeno per due Teodosic) e in attacco solo da Datome e Leday. E’ mancato toalmente Shields che pero’ – per la legge dei grandi numeri – fara’ 60 punti nelle prossime 3 gare. Coraggio sara’ piu’ bello vincerne due a Bologna.
    Con Hines carico di falli oggi avrei lasciato in campo di piu Brooks e meno Biligha da 5: in difesa avremmo avuto un po’ piu’ di equilibrio. Perche come sempre l’abbiamo persa prima in difesa che in attacco: come dice Messina le percentuali non si programmano, il gioco – se si e’ capaci – si puo’ governare.
    Gli arbitri…. una variabile indipendente, incazzarsi si puo’ ma non serve.
    Messina, tira fuori il tuo genio.

  3. E’ il momento di stare tutti uniti e rientrare nell’ottica che si deve lottare e soffrire, difendere seriamente, al massimo. Io mi tengo Delaney, non credo sia una questione di singoli. Forse senza volerlo i nostri giocatori pensavano che avrebbero vinto senza sudare troppo. Invece la Virtus è forte. Comunque la stagione è troppo lunga, troppe partite, è davvero difficilissimo tenere sempre la concentrazione al massimo e giocare sempre con umiltà e di squadra. Ma io penso che la batosta servirà. E la rimonta, anche se non è andata a buon fine, ci aiuterà psicologicamente in gara 2. Forza Olimpia!

  4. bisogna fare il turnover non si può pensare di far giocare sempre gli stessi 12 !!!

  5. Perdere di poco una gara così, in cui siamo arrivati a -2 vuol dire che possiamo solo migliorare.

    Un passaggio a vuoto, niente più. Coraggio Olimpia!

  6. Sconfitta cercata e trovata però questo è basket al limite: come aveva suggerito il nano ghiacciato Bologna non ha difeso ma ha menato lasciando i lividi. Guardare l’ultimo fallo fischiato su Shields a Gambler, prima c’era una mazzata di Belinelli. L’unica magata di Sasha è stata quella di ordinare di picchiare e accettare i tiri liberi ma intimidire i più meno smaliziati di Messina che infatti si sono persi. Ora però la sorpresa è finita. Comunque questo non è basket è restling.

  7. Ma come non parlare di Teodosic un fenomeno da 19 punti fatti più della metà di 10 liberi (segnati su 12 tirati) . Milano faceva fallo solo su di lui (totale liberi tirati 18). E non solo. A Teodosic non sono stati fischiati falli di simulazione come invece è successo in altre partite.

  8. Brutta partita, ma è lunga.
    Speriamo serva da scossa, la determinazione non era al top.
    Delaney deve ritrovarsi, così facciamo troppa fatica.

  9. Sia chiaro, non voglio dire che Delaney sia la causa della sconfitta e non dimentico ciò che ha fatto fino qua ma lo vedo scarico, senza energia e poco/niente incisivo sia in attacco che in difesa.

    Magari del riposo gli può far bene e dato che i sostituti ci sono, non vedo il problema

    Imho

  10. Difficile dire se a Delaney fa meglio stare fuori per un turno a pensare o essere consapevole che un leader non può abdicare.
    Io credo che Messina vada per la seconda e gli faccia un bel discorso. Ovviamente a meno di problemi fisici che non sappiamo.

    Su Tarczewski e la necessità di averlo sono d’accordo ma chi togliere? Ci sono solo 3 candidati e sono davvero difficili da tenere fuori …

    1. Non essere convocato per un leader equivale ad una punizione. Messina sa se è il caso di punire Delaney, personalmente credo di no, il giocatore è intelligente e saprà riscattarsi, basta solo che non si soffermi sulle scene di Theo che procurano falli ai difensori incolpevoli, vedi Punter e faccia il suo senza innervosirsi. Capisco che ce ne vuole, ma MD, secondo me, può farcela

  11. Quando cominciano a mancare le energie (logica conseguenza di una grande e difficile stagione), bisogna supplire con le motivazioni e queste si devono trovare se vengono toccate le giuste corde, qui Messina deve riuscire a fare il suo capolavoro. Bologna ha puntato tutto sul campionato e sembra avere sicuramente più motivazioni rispetto a Milano.

    1. Avrei giocato la finale del 3/4 posto fecendo giocare 40 minuti Moretti, Cincia e Wojciechowski e così via invece di spremere i soliti giocatori per una partitta inutile. E poi ieri Micov e Tarcisio in tribuna… forse ci sono delle motivazioni che non conosco.

  12. Bologna ha puntato tutto sulla coppa, vittoria necessaria per poter sperare in un posto in EL, gradino fondamentale (anche a livello economico) per portare avanti il suo ambizioso progetto. Certamente voleva arrivare a giocarsi la finale con Milano.

    I falli su Teodosic sono la diretta conseguenza che la palla ce l’ha sempre lui, o quasi.

    Diciamola tutta: se ieri fossero entrati un paio o tre tiri da due in più, raggiungendo una percentuale quasi accettabile, l’avremmo portata a casa.

    Due gare “storte” consecutive sono difficili da ipotizzare ma potrebbe succedere. Ecco perché tutto dipenderà dalla nostra testa e dalla voglia di vincere che i ragazzi riusciranno a mettere in campo.

    Rinunciare a Delaney? Pericoloso.anche perché vorrebbe dire avere in campo Moraschii per 20 minuti. Sarebbe una scelta coraggiosa.

  13. Sconfitta che brucia a noi semplici tifosi, immagino quanto di più nello spogliatoio.
    Perdere di 6 tirando malissimo fa sperare. E’ mancato Shields, ha giocato con la brama di voler dimostrare di non essere quel “miracolato” come qualche commentatore bolognese lo aveva recentemente definito.
    Il Chacho è stato mandato inizialmente fuori giri dalle mani addosso di Paiola, giocatore che interpreta il basket come un duello di lotta libera. Ha suonato da par suo la carica della rimonta, non è bastato.
    Grande inizio di Gigione, buon finale di Hines e Leday, in mezzo il vuoto.
    Punter era in giornata, purtroppo si è fatto irretire dai trucchi di Teodosic caricandosi di falli troppo in fretta.
    Su MD stendo un velo, per ora non pietoso, ma di partite storte ne sta collezionando troppe, oltre all’atteggiamento mentale totalmente inaccettabile. Come in gara 3 a Venezia, in campo nove gladiatori e una fighetta.
    Rinunciare sarebbe una scelta coraggiosa? Per vincere bisogna osare.

    1. certi atteggiamenti di ieri di FOE23, mi facevano tornare alla mente cose già viste da James. Se hai le palle, quando sbagli qualcosa o non ti fischiano un fallo, moltiplichi gli sforzi e l’attenzione. Se non vuoi che l’avversario ti tocchi vai a giocare a pallavolo.
      E’ ora di scrivere meno sui social e fare parlare i fatti, per dimostrare il campione che è.

      1. Sei sicuro che Delaney sia un campione e non solo un buon giocatore? Cmq James anche in una giornata storta non avrebbe mai fatto un punto in 19 minuti…

  14. Improvvisamente abbiamo scoperto che c’è partita, poi abbiamo scoperto che la Virtus è forte, poi abbiamo scoperto che forse noi abbiamo finito la benzina…….come ho già detto e anche se fosse ineluttabile la direzione presa dalla serie….è stata un annata magnifica

  15. Come non esistono più le mezze stagioni, non esistono più neanche le mezze misure.
    Abbiamo perso una partita giocando male di squadra, molto male ed esaltando i loro punti di forza. Punto
    Ci devono battere ancora tre volte per diventare campioni. Punto
    Aspetterei un momento a stracciarci le vesti ed ad iniziare i processi.
    Il lupo perde il pelo ma non il vizio e così la vedova aspetta la sconfitta per sotto sotto gioire e per ricordarci ancora James che gioca qualche minuto in NBA ……poveretto..

    Che sia stata una annata magnifica , sono d’accordo con te Fab, ma vorrei vincere il campionato

    1. Io non ho gioito per la sconfitta di ieri e infatti non ho neanche commentato la partita di ieri al contrario di te che ormai ti limiti solo ad insultarmi ma senza successo perché i tuoi insulti sistematici non mi toccano per nulla per cui il “POVERETTO” lo rispedisco al mittente..

  16. Complimenti alla Virtus per la partita disputata, han meritato di vincere e vittoria per loro è stata.
    Su Milano, le scelte di roster sono state fatte, salvo infortuni gli stranieri che giocano sono i soliti 6. Personalmente ho la speranza che Messina conceda una partita a Micov, ma solo per la mia voglia personale di vederlo disputare un’ultima partita in maglia Olimpia e non per una reale motivazione tecnica; sarei non sorpreso, di più, se Messina dovesse decidere di privarsi di Delaney in una partita (a meno che, appunto, non sia infortunato): 1- perchè Delaney è uno dei leader di questa squadra, più volte messo sullo stesso piano da Messina dei vari Chacho, Hines e Datome; 2- perchè una sua esclusione vorrebbe dire caricare Chacho di eccessivo minutaggio e non avere un altro play all’altezza; 3- perchè Delaney è stato elemento fondamentale della stagione disputata sinora dalla squadra e mai e poi mai ce se ne priva all’atto finale della stagione stessa.
    Ricordo a tutti che Delaney ha giocato mezza stagione da infortunato, giocando sul dolore, sbattendosi in difesa dato che in attacco era limitato e non riusciva ad aiutare la squadra come voleva, quindi direi che ha ampiamente dimostrato di tenerci e di ciò che scrive sui social non me ne può fregare di meno…

    1. È vero che Delaney ha giocato sul dolore per tante partite e che quando era limitato in attacco per problemi fisici si è speso in difesa però allo stesso tempo non possiamo negare che in tante altre partite ha mostrato un atteggiamento spocchioso e irriverente rimasto nascosto perché ugualmente vincevamo..

      1. Cmq non credo che il nostro coach lo escluderá dai 12 perché una tale scelta vorrebbe dire lasciare solo il Chacho con tutti i rischi del caso.

Comments are closed.

Next Post

Messina: Una partita mediocre, difesa inguardabile per 30'

Le parole del coach biancorosso, dopo il ko nella prima sfida della serie tricolore

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Olimpia Milano post Fortitudo
Olimpia Milano vs Virtus | Le scelte di Ettore Messina per gara 1

Non ci sono sorprese nelle decisioni del coach biancorosso, per la prima sfida tricolore del Mediolanum Forum

Chiudi