Riscatto Olimpia: LeDay show, i biancorossi sbancano Sassari

I biancorossi comandano tutta la partita al PalaSerradimigni e tornano al successo in LBA, dopo i 3 ko consecutivi

L’Olimpia Milano torna al successo in campionato. I biancorossi, dopo tre sconfitte italiane consecutive, sbancano il campo del Banco di Sardegna Sassari (85-73), al termine di una partita sempre comandata, anche se chiusa solamente nei minuti conclusivi. Una buona prova per la squadra di Messina, decisamente più concentrata rispetto alle uscite precedenti, guidata da uno strepitoso Zach LeDay (28 punti), ma anche da un ispirato Shields, dagli assist di Rodriguez e dall’energia di Biligha. Da segnalare, nel finale, anche l’espulsione per proteste per il coach milanese.

Sassari vs Olimpia Milano | La partita

Messina non recupera Datome e rinuncia a Punter, oltre agli infortunati Roll e Hines, però è un’altra Olimpia, rispetto a quella vista con Varese e a Brindisi. Molto più concentrata e convinta, guidata da uno Shields d’autore nel primo quarto, con 9 punti ed un rapido +8 (7-15 al 6’). Qualche persa banale consente ai sardi di riavvicinarsi, con il contropiede, però LeDay diventa infuocato ed il pressing frutta un paio di recuperi. Lo ‘zainetto’ segna 12 punti in pochi minuti e porta l’AX in fuga (27-40 al 17’), anche se i biancorossi non affondano il colpo e Sassari si riavvicina con Bilan prima dell’intervallo.

L’avvio di ripresa vede qualche botta e risposta, soprattutto con Burnell e Delaney coinvolti, poi torna all’opera LeDay per nuovo tentativo di allungo milanese (45-54 al 23’), nonostante la giornata di grande vena dall’arco di Spissu. La partita è un po’ un tira e molla, con l’AX sempre in vantaggio, senza però avere lo spunto per mandare definitivamente ko i sardi. Ed un 9-0 interno rimette tutto in discussione (62-64) a cinque minuti dalla fine. Allora i biancorossi si affidano ai loro uomini più in giornata: due triple di LeDay, una di Shields, poi il Chacho la chiude. C’è tempo per l’espulsione di Messina, a causa di un doppio tecnico per proteste, ma l’AX torna al successo.

Sassari vs Olimpia Milano | Il tabellino

BANCO DI SARDEGNA SASSARI-AX ARMANI EXCHANGE MILANO (15-19, 33-40, 51-61)

Clicca qui per il tabellino del match

Olimpia Milano calendario | I prossimi appuntamenti

I biancorossi ospiteranno sabato sera (ore 20.15) la Virtus Bologna, poi l’attesissimo via ai playoff di Eurolega: martedì gara 1 e giovedì gara 2, sempre alle 20.45 ed al Mediolanum Forum, le prime sfide contro il Bayern Monaco

Sassari vs Olimpia Milano | Il valore di una W

Il valore di una W, mai così condiviso in campo da entrambe le protagoniste. Sassari che viene da due ko in fila, tre nelle ultime quattro in LBA, con annessa eliminazione in BCL.

Olimpia che tra sei giorni si giocherà gara-1 dei playoff di EuroLeaue, ma con alle spalle 3 sconfitte consecutive in campionato, con Venezia, Varese e una Brindisi menomata.

Le parole di Ettore Messina

Per Sassari la difficoltà è palese e rumorosa, per quanto figlia anche e soprattutto dei 15 giorni di stop forzato per Covid-19 a febbraio.

Fuori per la stagione Vasa Pusica, sostituito con Toni Katic, e Jack Devecchi, si attende una crescita di condizione da parte di Marco Spissu, il più colpito dall’emergenza sanitaria Dinamo.

Dal canto suo, Olimpia Milano che ha il dubbio Gigi Datome, partito comunque con la squadra per Sassari, out Michael Roll e Kyle Hines.

Le parole di Gianmarco Pozzecco

Turnover dunque che riguarderà uno straniero (con Brindisi toccò a Vlado Micov) e un italiano, nel caso di recupero del capitano della Nazionale. Contro una Sassari che utilizza due centri come Bilan e Happ, difficile rinunciare a Tarczewski o LeDay, vista anche il valore a tutto campo di Jason Burnell.

Sassari vs Olimpia Milano | I precedenti (da legabasket.it)

Sassari e Milano si sono affrontate 48 volte in Serie A, con 30 vittorie dei lombardi contro le 18 dei sardi. Per 21 volte la gara si è giocata in Sardegna, i padroni di casa hanno ottenuto 6 vittorie contro le 21 degli ospiti. 

Nella storia delle sfide tra i due club anche due finali di Coppa Italia, con una vittoria per parte (Sassari 2014/15 e Milano 2016/17) e una finale di Supercoppa (Sassari 2014/15). 

L’ultima vittoria casalinga di Sassari in campionato è della stagione 2017/18, dopo quella vittoria Milano ha collezionato 4 vittorie su 5 gare giocate in stagione regolare.

Messina ha vinto entrambi i precedenti giocati contro Pozzecco, le ultime due gare di stagione regolare tra Milano e Sassari.

Sassari vs Olimpia Milano | La connection (da olimpiamilano.com)

Stefano Gentile ha giocato un anno a Milano, stagione 2007/08. Jeff Brooks a Sassari ha trascorso un solo anno, nella stagione 2014/15, vincendo però Supercoppa, Coppa Italia e campionato, e da tre anni è a Milano. 

A Sassari, Brooks ha giocato 39 partite di campionato segnando 352 punti. Nella Dinamo ci sarebbe anche il prodotto delle giovanili dell’Olimpia, Giacomo Devecchi, ma è infortunato e quindi non sarà presente.

15 thoughts on “Riscatto Olimpia: LeDay show, i biancorossi sbancano Sassari

  1. Quoto tom sawyer e vittoria fondamentale

    Difesa nel 3q penosa con gente che continua a raddoppiare lasciando i tiratori da 3 sempre liberi

    Arbitraggio ridicolo e quelli pureprotrdtavano

    Brooks e Moraschini male male

    Messina giustamente incazzato ma stasera ottime scelte ( forse minuti in più a Cincia ci stavano ,specie per la difesa)

    Purtroppo manca un 5 coi controcaxzi: Tarczewsky ne gioca 1 bene e 3 male
    (Anche se troppo pogo servito)

    Adesso battiamo Bologna e dedichiamoci all’Europa

  2. Bologna.
    Oscillo tra la goduria perché ha perso e il dispiacere per non vederla in EL dove avrebbe portato bene al movimento.

  3. Non voglio disturbare tanto entusiasmo, ma il “partitone” di Biligha io non l’ho visto.
    E il ritornello di Cinciarini nella sua pochezza tecnica e tattica, ha un po’ rotto.
    Serve per la difesa? Ma se ha sempre un minus.
    Ragazzi, guardiamo le partite, per favore, e apriamo bene gli occhi.
    Grazie.

  4. Ci mancano i due punti, contro Varese, e, mi sto ancora chiedendo, il motivo per cui, nel derby, sia stato inserito nella lista dei 12, lo ” spettatore ” Moretti e, non Biliga. Era infortunato?

    1. In realtà ci mancano anche i 2 punti di Brindisi perché è inammissibile perdere con una squadra di soli 7 giocatori e con i tre migliori fuori tra Covid e infortuni.

  5. Amico Palmasco, purtroppo d’accordo sul Cincia, che davvero sembra non avere molto più da dire in campo.
    Biligha invece ha messo dentro i suoi tiretto (4 su 4 se non erro) ha preso i suoi rimbalzi e ha fatto alcune difese molto convincenti. Riguarda la partita (se hai il coraggio perché è stata davvero brutta 👹)

    1. 8 punti vero, e 4/4 che comunque è un buon dato. Ma due rimbalzi in tutto, di cui uno in attacco convertito in canestro, e un altro canestro magia del Chacho che gliel’ha messa lì.

      Niente di che tutto sommato.
      Mi consola il fatto che una prestazione del tutto normale faccia l’effetto di un partitone: significa che tutto sommato siamo tutti d’accordo nell’aspettarci poco da lui.
      Che alla fine è il mio punto.
      Non fosse italiano non ci sarebbe.
      C’è anche qualcosa di perverso nell’attribuire spesso vecchiaia è bassa statura a Hines, (non tu) e poi esaltarsi per Biligha che è alto come lui.
      Ma per il resto non gli somiglia per niente.
      Insomma dai, siamo seri ☺️

      1. Ovvio che la mia valutazione era rispetto alle sue potenzialità.

  6. Grandissimo Zach, giornata da incorniciare. Go-to-guy.
    Peraltro Sassari – Spissu a parte – mi e’ sembrato francamente mediocre, anche se la nostra difesa e’ stata buona ma non eccezionale.
    Non ho visto tuttavia un gran che dagli altri con alcuni ancora che mancano e mi preoccupano molto (Brooks in particolare).
    Piu’ che un passo in avantio lo vedo come un passo in meno indietro.
    Io aspetto le prime due col Bayern per vedere dove siamo con l’altro reparto lunghi (Hines, Gigi e Evans). Quella e’ tutt’altra squadra. E speriamo che Roll rientri.

  7. Altra nota positiva l’espulsione di Messina.
    Prima o poi doveva capitare, meglio che sia capitato oggi a Sassari che nei playoff di EL o del campionato.

    1. Biliga ha fatto il suo … in fondo dovrebbe essere la terza/quarta opzione insieme a Kuba …. il problema è Tarcisio … che ha costretto fino ad adesso Sir Hines a fare gli straordinari … ieri inguardabile .. il terzo e quarto fallo in 30 secondi sono un monumento alla stupidità cestistica ….

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Virtus Bologna, è finita. Vince l'Unics, addio sogno EuroLeague

La Virtus Bologna cade in casa con l’Unics, esce dall’EuroCup in gara-3 di semifinale e saluta il sogno EuroLeague

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Serie A2: Urania si vendica di Orzi e vola ai Playoffs!

A cavallo tra il 3° e 4° periodo i Wildcats scavano il solco, battono Orzinuovi 57-77 e volano ai Playoffs...

Chiudi