Polonara: La partita con Milano sarà una guerra, possiamo battere tutti

Il giocatore italiano parla della gara di venerdì sera alla Fernando Buesa Arena e suona la carica per i suoi

Sale l’attesa per la gara di venerdì sera alla Fernando Buesa Arena, dove l’Olimpia Milano può mettere il timbro definitivo ai playoff, per la prima volta dal 2014. Per ottenerlo, servirà la vittoria sul campo del Baskonia Vitoria, squadra in lotta per i playoff e reduce da una clamorosa rimonta nell’ultimo turno. Tra i protagonisti della squadra basca c’è anche Achille Polonara, autore di una grande stagione europea e di cui si parla come possibile opzione di mercato per il futuro milanese.

L’ex giocatore di Varese e Sassari suona la carica: “Vogliamo entrare nelle prime otto. Sappiamo che tutte le partite saranno come una guerra per noi – le sue parole – Quella con Milano sarà molto difficile, ma abbiamo dimostrato di poter battere tutti”. Sull’Olimpia: “Milano è una squadra dura ed esperta, con giocatori di talento come Shields, Punter, Datome e Rodriguez. Stanno giocando molto bene. Noi dovremo fare la nostra partita e limitarli in difesa”.

Non ci sarà Tonye Jekiri, fuori per sei settimane per un infortunio ai legamenti del ginocchio destro: “È un giocatore molto importante, una perdita importante per noi. Tutti dovremo dare qualcosa di più. Ma siamo in un buon momento e possiamo fare bene”. Ricordando l’impresa con lo Zenit: “Eravamo sotto di 20, ma non abbiamo mai mollato – ha concluso il giocatore italiano – In cinque minuti è cambiato tutto, abbiamo meritato di vincere e dovremo giocare così sempre”.

12 thoughts on “Polonara: La partita con Milano sarà una guerra, possiamo battere tutti

  1. Caro Porconara come al solito sprizzi simpatia da tutti i pori. Mi dispiace per te(anzi no) ma faremo la partita dell’anno per entrare nelle final 8.

    1. Ma cos’è questa volgarità? Non da ROM, ha solo detto che giocano per vincere e per entrare nei PO…….e allora? Ah già, tu sei quello che era contento per l’infortunio a Jakiri: coerente

      1. Caro fab Pollonara ti sta meglio? È più politicamente corretto?
        Poi per favore evita di costruire castelli in aria con parole che non ho mai scritto. Su Jekiri(si chiama JEKIRI) ho espresso la mia soddisfazione per il fatto che non sarà in campo, trattandosi di un tipo di giocatore per noi parecchio difficile. Le gufate le lascio a qualcun altro.
        Simpaticamente ti saluto

      2. Cerca pure la pagliuzza quando non vedi la trave, non devi correggere quello che scrivi se lo pensi solo perchè qualcuno ti critica e siccome scripta manent, tutti possono giudicare, cordialità

      3. Ah ma allora sei proprio testardo o in malafede. Allego copia integrale del testo. Basta fare copia incolla.
        Come col nome del giocatore.
        Ai posteri l’ardua sentenza. Fammi capire dove sta scritto la balla che affermi.

        2 thoughts on “Baskonia, contro Olimpia Milano out Tonye Jekiri”
        R M ha detto:
        22 Marzo 2021 alle 20:33
        Buona notizia. Ultimamente era scatenato.

        Saluti.

  2. Se Polonara venisse a Milano avrei seri problemi a rimanere tifoso.
    Mi dispiace se urto la sensibilità di qualcuno ma davvero lo trovo insopportabile…

    Pronto a cambiare idee di fronte a fatti incontrovertibili….

    1. Non farei tanto lo schizzinoso, con la penuria di italiani che c’è, lui è uno che gioca ad alto livello in EL, trovamene un altro, Hackett sometimes, quindi ricapitolando: italiano, di buon livello, abituato a giocare e ad avere le pressioni di EL, capacità di prendersi le responsabilità nei momenti importanti…… se poi ogni tanto fa i muscoletti agli avversari (cosa che eviterei e anche a me non piace) pazienza

  3. Sperando chiaramente di rifarci dell’andata…avendo loro vinto con lo Zenit… sarà sì una guerra dato che si è riaperto per loro un piccolo spiraglio per i PO. Detto questo lui come personaggio non mi piace affatto…troppo gasato e sbruffone…ma come giocatore non si può dire che non aiuterebbe…soprattutto essendo uno dei pochissimi italiani che giocano a buon livello pure in EL. Il sogno rimane sempre Melli per ciò che riguarda gli italiani…ma Achille sarebbe il massimo se non dovesse tornare Nik

    1. ma essendo un 4 io mi terrei brooks… nn dovesse arrivare nik

  4. E’ vero..da avversario non è il massimo della simpatia. Però è uno che dà l’anima per la sua squadra, si sbatte e lotta, e negli ultimi due anni è cresciuto tantissimo sino a diventare davvero giocatore da EL. Sono sicuro che i dubbi (giustificati da avversario) spariranno dopo poche partite qualora arrivasse in maglia Olimpia.

  5. Fa parte di quei giocatori anti-Milano (Aradori per dirne uno) che si sono creati questa aurea forse per frustrazione, forse per crearsi un nemico motivazionale. A sensazione, non c’è lo vedo con Messina, magari sbaglio. Però non mi dispiacerebbe

Comments are closed.

Next Post

Pallacanestro Cantù: negativi i tamponi dei giocatori in campo nel derby

Sospiro di sollievo in casa biancorossa, dopo l'esito dei tamponi post derby della Pallacanestro Cantù

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Christian Di Giuliomaria
Christian Di Giuliomaria: Con Bucchi in panchina magari il derby sarebbe andato diversamente

Christian Di Giuliomaria ha guidato Cantù nel derby di domenica contro Olimpia Milano. Ecco le sue parole a La Provincia

Chiudi