L’Olimpia riparte in Serie A: Chacho show, Brescia va ko

I biancorossi tornano al successo in campionato, comandando per quasi tutti i 40 minuti sul parquet della Germani

Dopo il ko dello scorso weekend, l’Olimpia Milano riparte in campionato e riallunga in classifica, ricacciando l’inseguitrice Brindisi a quattro punti di distanza. I biancorossi comandano con discreta autorità sul parquet della Germani Brescia (99-92), anche se risolvono definitivamente la gara solo nel quarto periodo. Tuttavia, trascinata dalle giocate di Rodriguez e da una delle migliori prove stagionali di Brooks, la capolista è sempre al comando, spesso in doppia cifra, pur subendo un sorpasso a metà terzo periodo. Dal quale, arriva il 33-12, con cui si decide il match. 

Brescia vs Olimpia Milano | La partita

La squadra di Messina parte con un altro piglio, rispetto alla gara di settimana scorsa a Trento, e prende subito il controllo del match, principalmente con Shields. Dopo una reazione bresciana, sono Biligha e Rodriguez a dare un primo allungo interessante (13-24 al 9’) ai biancorossi, che riescono anche a mordere in difesa. L’avvio di secondo periodo vede un botta e risposta dall’arco, poi l’AX piazza un nuovo break e sale fino a +18, con Brooks e Micov. C’è però un blackout difensivo, in cui i padroni di casa piazzano un 15-2, per ritornare molto vicini (40-44 al 19’).

Due canestri di LeDay ridanno la doppia cifra di vantaggio all’Olimpia, però la difesa non riesce più ad essere incisiva, come nei primi 15 minuti, e la Germani piazza un nuovo 13-2, con il pareggio (53-53 al 24’) firmato da Kalinoski. I padroni di casa mettono anche la testa avanti, per la prima volta nel match, con la tripla di Moss, e la risposta milanese è veemente: due triple del Chacho, tre stoppate e canestro di Brooks e tre liberi dello ‘zainetto’ per il +10. Lo spagnolo prosegue il suo show, poi ci pensa Micov a dare una botta al match. L’ex Sassari e Zach la chiudono con i canestri del +20, nonostante le mani alzate dal manubrio con un po’ troppo anticipo nel finale.

Brescia vs Olimpia Milano | Il tabellino

GERMANI BRESCIA-AX ARMANI EXCHANGE MILANO 92-99 (13-24, 40-47, 65-75)

Clicca qui per il tabellino del match

Olimpia Milano calendario | I prossimi appuntamenti

Doppio impegno al Mediolanum Forum per i biancorossi: venerdì (ore 20.45) in Eurolega contro la capolista Barcellona, domenica (ore 18) il derby contro l’Acqua San Bernardo Cantù

Brescia vs Olimpia Milano | Le scelte di Ettore Messina

Si torna, come sempre, al turnover stranieri. Già definito quello degli italiani, con il rientro di Davide Moretti nei 12 in vece dell’infortunato Gigi Datome.

Con Kuba e Biligha disponibili nel ruolo di centro, e Kaleb Tarczewski a 0’ con il Cska, credibile una rinuncia a Kyle Hines. Per il terzo nome (non schierabile Jeremy Evans), oltre all’infortunato Malcolm Delaney, possibile un momento di pausa per Zach LeDay, recuperato a Mosca.

Le parole di Ettore Messina

Ovviamente molto passerà anche per i “minutaggi” effettivi in campo. Trento, pur nella difficile situazione di classifica, era squadra molto fisica, soprattutto sugli esterni. Brescia, con Vitali, Chery, Bortolani, Kalinoski e un Moss comunque classe 1983 ha certamente impatto più tecnico, ma meno atletico.

Ecco dunque che un maggiore spazio per Andrea CInciarini, 2’ abbondanti con l’Aquila, potrebbe comportare scelte differenti anche in ottica turnover.

Brescia vs Olimpia Milano | L’avversario

Con Maurizio Buscaglia, e tanto mercato, la Leonessa pare aver svoltato. Via il “flop” Dusan Ristic, e l’ala TJ Cline per creare spazio salariale, dentro due atleti come Darral Willis (12.3 per 8.5 in 4 gare) e Jeremiah Wilson (più in difficoltà).

Scelte più in ottica-Buscaglia, che non a caso hanno comportato tre vittorie in fila, quattro nelle ultime cinque uscite. Il giocatore chiave, nel pitturato, resta però Christian Burns: l’ex vale ben più dei 12.5 punti e 6.9 rimbalzi a gara.

Le parole di Maurizio Buscaglia

Contestualmente, con lo spostamento di Chery in guardia il ritmo di gioco è tornato nelle mani di Luca Vitali, tanto da certificare la produzione del tiratore Tyler Kalinoski, 44.9% dall’arco con 5 conclusioni di media a gara.

Ago della bilancia, l’incostanza di un altro ex, Drew Crawford: 11.3 la sua media punti, ben al di sotto dei 17.8 dei playoff con Cremona, tre volte in doppia cifra nelle ultime sei uscite.

Brescia vs Olimpia Milano | I precedenti (da legabasket.it)

Gara numero 39 tra Brescia e Milano in Serie A, 30 le vittorie dell’Olimpia Milano contro le 8 di Brescia fino ad ora. Di queste 38 Brescia ne ha giocate in casa 18 vincendone 6. Brescia e Milano si sono già incontrate 3 volte in questa stagione considerando le due gare di Supercoppa di inizio stagione. 

La A|X Armani Exchange le ha vinte tutte e tre con uno scarto medio di 19 punti. Nella scorsa stagione Brescia aveva vinto entrambe le gare giocate contro Milano con uno scarto di 8 punti al Forum e 6 nella gara in casa.

L’unico precedente tra i due allenatori è stato giocato lo scorso anno quando Buscaglia era sulla panchina di Reggio Emilia finito con la vittorie della Milano di Messina.

Brescia vs Olimpia Milano | La connection (da olimpiamilano.com)

Luca Vitali ha giocato a Milano nella stagione 2008/09 ed è il detentore della terza prestazione realizzativa di sempre (era EuroLeague, dalla stagione 2000/01) di un giocatore dell’Olimpia nella competizione internazionale con 32 punti contro il Panionios ad Atene. 

Nessun italiano ha segnato più di lui in una singola partita. Luca Vitali è l’unico giocatore in attività che precede Andrea Cinciarini nella classifica degli assist nel campionato italiano. 

David Moss ha giocato a Milano due anni nelle stagioni 2013/14 e 2014/15, vincendo lo scudetto numero 26. Nel 2014 con l’Olimpia ha giocato i playoff di EuroLeague. Il terzo ex milanese è Christian Burns, che ha giocato a Milano due stagioni vincendo la Supercoppa 2018. 

Il quarto è Drew Crawford, che era a Milano la passata stagione, ma solo per le partite di EuroLeague. Infine, il quinto è Giordano Bortolani, ma è un ex particolare perché in realtà è alla Germani solo in prestito per questa stagione. 

Il coach di Brescia, Maurizio Buscaglia, ha allenato Shavon Shields a Trento, squadra con la quale ha perso la finale scudetto del 2018 proprio con l’Olimpia. Kenny Chery ha giocato al college, State Fair, assieme a Kevin Punter. Jeff Brooks ha giocato a Sassari con Brian Sacchetti.

38 thoughts on “L’Olimpia riparte in Serie A: Chacho show, Brescia va ko

  1. È palese che questa squadra soffre quando le mancano gli stimoli. In gare come queste, sul più diciotto, era oggettivamente difficile tenere alta la concentrazione.
    Ho visto bene Brooks, finalmente. Moraschini da play mi convince il giusto.
    Vlado ancora in difficolta’. Spero di sbagliarmi, ma questa stagione difficiie potrebbe averlo segnato negativamente.

  2. Ritengo le scelte di Messina , in LBA, su turnover e minutaggio davvero senza senso.

    Biligha e Cinciarini 10′
    Wojcechowski ne

    E più di 20′ a Shields,Punter e Leday

    E si fa fatica con squadre come Trento e Brescia

    Si rischia di arrivare cotti a Maggio,come gli anni scorsi ove però l’EL non c’era

    Speriamo Messina si ravveda

    1. Cotti saremmo stati a marzo, ma stiamo vincendo e mi sembra che siamo belli tosti.

      Allora ora spunta il rinvio: “cotti a maggio”.

      Spunta anche, e perfino, la speranza che si ravveda Messina: ma non, per esempio, l’impegno di smettere di scrivere cazzate, da una comoda, quanto inutile tastiera.

      Io mi chiedo: abbiamo preso i giocatori per averli ben riposati, o per vincere le partite?
      Me lo chiedo retoricamente, è ovvio, perché di certe risposte non me frega il giusto! – (e sono riuscito a frenare il linguaggio 😎).

      1. P.S. la “fatica” con Brescia non l’ho vista.
        Ma certo non stavo preparando i lettini per i nostri giocatori migliori, a differenza di altri, può essere che mi sia sfuggito qualcosa.

    2. Si è deciso di comune accordo di rinviarebla cottura per la seconda metà di luglio nonché a stagione finita. Potremo così gustare la famosa Olimpia al forno ( visto che è prevista un’estate calda. I giocatori verranno fatti riposare a lungo in vista delle fatiche 2021 2022, voglio proprio vedere se Palmasco dissente.

    3. Non ho capito bene il problema: non giocano abbastanza minuti i meno forti oppure facciamo troppa fatica e quindi dovrebbero giocare di più i più forti? Una delle due. Sull’arrivare cotti ormai non c’è più nessuna credibilità: la squadra ha dato alcune delle sue migliori performance nei turni doppi e non c’è alcun segno di fatica fisica.

  3. Non ho visto la partita ma il discorso tempo di gioco deve essere valutati nello sforzo in quei minuti. Lo scorso anno lo sforzo per unità di tempo era maggiore per sopperire a carenze che quest’anno non ci sono.

    1. Bentornato sc74, sentivamo proprio la mancanza di una bella frase sulla cottura, la stessa avvenuta a Dicembre poi a Gennaio di nuovo a Febbraio ora a Marzo e checazzo almeno a Maggio saranno belli freschi e riposati.

      Mai un dubbio, mai l’ombra di un “mi ero sbagliato” , mai ammettere che forse Messina che li vede tutti i giorni, che allena da 30 anni, che qualcosa ne capisce, forse ma forse sa lui più di te!
      “Ah no!” dici tu, anzi “speriamo che si ravveda” aggiungi.

      Ma il senso del ridicolo sai cos’è?

  4. bravi ragazzi partita ben fatta minutaggi corretti testa a venerdi ps ricordiamoci sempre ke stiamo giocando senza il play titolare – vabbe’ dietro c’e’ il chacho… – nn so quante altre squadre se lo potrebbero permettere. parlo piu in ottica eurolega ke LBA kiaro

    1. Non esiste Delaney titolare e Chacho secondo, non sono queste le gerarchie, meglio dire che il playmaking della squadra è in mano al binomio Delaney-Rodriguez

  5. @Palmasco, per favore: evitiamo certi termini e certi attacchi. Qui ognuno può dire la propria, please.

    1. Non credo sai?
      “Saremo. cotti a maggio” non si può dire, credo io.
      Soprattutto se per tutto l’anno hai rotto le palle dicendo che saremmo stati cotti un mese sì e uno no.
      NON è un’opinione, non ha basi oggettive, è una cazzata e basta.
      E sul sito dei tifosi di Olimpia AX Milano è una cazzata provocatoria. Quindi io, nella libertà di dire la propria che invochi tu, la contesto!
      Oppure tu, Di.Me., credi che lui abbia il diritto di scrivere la propria e io no?
      E s così fosse, come sembra, perché, secondo te, lui ha questo diritto e io no?
      Grazie.

      1. Oh, depositario del sapere completo, mi inchino ai tuoi piedi e mi taccio di fronte a cotanta saggezza…

        Non mi va di litigare. Resto dell’idea che ognuno possa esprimere le proprie idee. E rispetto la tua, contraria alla mia.

      2. Non sono d’accordo con la risposta di di.me qui sopra perché il minutaggio mi sembra giusto anche perché l’intensità non era alta della partita. Però concordo con di.me qua sotto… non sapevo che per scrivere su questo blog bisognasse avere la tua approvazione palmasco… che sia giusta o sbagliata e3sempre una sua opinione

    2. Di.Me. stai sprecando fiato se ancora non hai capito con chi hai a che fare: ti svelo l’arcano: l’arroganza fatta persona

  6. la verità è che i giocatori che dovrebbero giocare in Lega A non sono all’altezza e quelli che dovrebbero riposare di più, se vogliamo chiudere in testa la RS devono fare gli straordinari. D’altro canto è sicuramente rischioso non chiudere la RS in testa e, magari, giocarsi la finale a Bologna con il pubblico.
    La prossima stagione però bisognerà fare in modo che quelli che devono giocare in Lega A siano all’altezza di vincere le partite senza sovraccaricare i soliti noti.

    1. L’Olimpia torna in campo fra 5 giorni, non credo si possa parlare di straordinari sinceramente quando si viaggia sui 20 minuti circa. Alcuni tifosi qui sognano due squadre, una per l’LBA e una per l’Euroleague, ma non ha alcun senso. La squadra è questa con i suoi automatismi, non si può pensare di stravolgere il gioco a partite alternate e non si può pensare di schierare Moretti, Moraschini, Micov, Brooks e Biligha per 25 minuti.
      Bisogna rassegnarsi che questo è un momento fantastico per l’Olimpia. Le rotazioni funzionano, i passaggi a vuoto sono pochi, le vittorie con Madrid, CSKA, Efes, Maccabi, ecc. non sono arrivate come imprese e miracoli ma come logica conclusione di un percorso sportivo molto ben organizzato, i trofei che sono arrivati sono arrivati con un dominio quasi imbarazzante per la lega. Del doman non v’è certezza ma al momento non c’è nulla che faccia pensare che l’Olimpia soffrirà per via di quello che sta facendo ora, al contrario c’è ragione di pensare che questo percorso sia esattamente quello che serve. E finora le Cassandre che si sono espresse sulla presunta bollitura dei giocatori si sono imbarazzate da sole.

  7. Mi sembra di avere espresso la mia ooinione, educatamente

    Non siete d’accordo, va benissimo

    Siete molto maleducati,eviterò di darvi fastidio in futuro

    1. “Speriamo che Messina si ravveda” non è un’opinione, e non è neanche educato, credimi.
      Ci consoleremo della tua assenza, credimi.

      Abbiamo da festeggiare una grande squadra, un grade allenatore, una grande stagione.
      Tutta roba che non fa per il tuo cronometro.
      Fai bene a non frequentarci più!
      Ciao.

    2. Anche io, per quanto possa interessare, inizio ad essere stanco di questi discorsi. Ma come sarebbe a dire che si stanno sovraccaricando alcuni giocatori quando stanno in campo 20 minuti ? Ma come si può pensare di criticare una squadra ed un coach stanno facendo una stagione come questa? Ma quante volte avete visto l’Olimpia essere seconda in EL, vincere a Mosca, Madrid, Istanbul? Va bene il diritto di critica però quest’anno da criticare c’è veramente poco.

  8. @ Palmasco Io non riesco a capacitarmi di come tu non riesca a capire. In coppa italia abbiamo stentato in questo modo o le abbiamo vinte tutte di 30? Perchè ? Quanto avevano riposato prima della competizione ?Ommadonnasantissima!!!!
    Poi nessuno sta dicendo che è colpa di nessuno e mi sembra di averlo chiarito. Ma è così difficile ???

  9. Una proposta per Maggi: perché non apri una sezione dedicata solo al minutaggio in LBA 😁?

  10. E per la milionesima volta, la discussione post partita si focalizza sui minutaggi, su eventuali bolliture future, sulla gestione di Messina etc. etc. etc.
    E questo dopo una partita in cui non si è convocato Datome, non si è convocato Roll, Delaney è out per infortunio, ha giocato 26 minuti Brooks che è il 4 di riserva, ha giocato 24 minuti Micov che ha necessità di ritrovare la forma dopo tanti infortuni, 25 minuti Leday anch’esso al rientro da infortunio, ha giocato 9 minuti Biligha, 11 Cinciarini e 20 Moraschini, tre che in Eurolega vedono solitamente il campo con il binocolo. In Mezzo a tutto ciò, Messina avrebbe sbagliato a far giocare 20 minuti al Chacho, 20 ad Hines, 23 a Punter e 21 a Shields (cioè per metà partita sono stati seduti in panca). Io veramente non capisco con che roster si pensi si debbano affrontare le partite di campionato, ma veramente c’è chi pensa si debba giocare con Moraschini e Cinciarini play a spartirsi 40 minuti, Biligha e Wojcechowski a spartirsi 40 minuti da centro, Moretti da guardia (magari con a fianco Moraschini/Cinciarini da play, e Wojcecoso il centro che dovrebbe servire) e via dicendo? Cioè veramente si pretende di dominare la regular season di LBA facendo giocare le riserve delle riserve? Veramente si chiede all’Olimpia di vincere con uno scarto di 20 punti tutte le partite però guai a far giocare 20 minuti il Chacho o l’Hines della situazione?
    Boh, mi sembra di essere su “scherzi a parte”.
    Il Chacho dovrebbe essere bollito a maggio perchè ha giocato 20 minuti a Brescia il 14/03/2021 quando la partita successiva è venerdì 19/03/2021? Hines, che oltretutto in campionato ha giocato pochissimo, è quasi sempre out per turnover, dovrebbe essere bollito a maggio perchè il 14/03/2021 è sceso in campo, dando il 50% a dir tanto, una ventina di minuti contro Burns a Brescia?

    1. Si @Cap, si a tutte le domande finali, perché altrimenti non possiamo più criticare il vate, i cronometri prendono la ruggine e i letti la muffa

  11. Rispondo brevemente a @cap che ha posto obiezioni precise ed accurate

    Quindi, se ho capito bene , con i ns italiani e se giocassero più di 20 minuti a partita in Lba non vinceremmo??
    Se la motivazione è questa, mi zittisco….sarebbe triste ma è ragione validissima !!!!

    Lascio un breve chiarimento:
    Mi riferisco ,con le critiche, alla sola LBA e non alla magnifica gestione dell’EL ; poi ho scritto “si rischia” la cottura ( eventualità, non certezza) quindi se non succederà (come mi auguro) avrò sbagliato e felice di essere spernacchiato e per concludere, se dire che “spero che una prrsona si ravveda” è essere maleducati, qualcuno ha seri problemi con l’italiano

    Ps: Messina anche ieri , non venendo ,da turno doppio di EL ha parlato di stanchezza : perché??

    CHIEDO SCUSA PER AVER DISTURBATO NUOVAMENTE, CONFERMO NON ACCADRÀ PIÙ

    Forza Olimpia

    1. SC74 mi scuso se prima ho esagerato, non era mia intenzione offenderti, è che e l’ennesima volta che tutto il commento post partita si focalizza su questa questione degli infortuni e, per quanto mi riguarda, non ne posso più.

      Per stanchezza non si intende sempre e solo la stanchezza fisica, ma anche quella mentale. Non si può essere al top sempre, tutte le domeniche, dopo che in settimana, ogni settimana, anche 2 volte a settimana, devi spendere il 100% di ciò che hai per cercare di far bene in Eurolega. Staff e squadra studiano gli avversari, preparano le partite, il 100% della concentrazione è rivolto all’Eurolega, dove per vincere devi considerare qualsiasi aspetto, dove gli avversari non ti perdonano il minimo errore, dove per eccellere non è concessa la minima sbavatura.
      Settimana scorsa giocavamo a Mosca di giovedì, contro il CSKA, società che ha dominato l’ultimo decennio di Eurolega e che tutt’ora è un punto di riferimento in Europa; allenamenti finalizzati alla preparazione di questa partita, massima concentrazione, massima attenzione, una vittoria sarebbe fondamentale oltre che prestigiosa. Si va a Mosca, si vince dominando, è un’impresa, adrenalina a mille, si viaggia di notte per tornare in Italia, venerdì allenamento blando, sabato unico allenamento vero e proprio in vista della partita di Brescia, l’adrenalina nel frattempo è scemata e viene fuori la stanchezza, oltretutto venerdì prossimo si affronta il Barcellona e la mente inevitabilmente è già rivolta a quella sfida, un’ulteriore sfida affascinante che richiederà ancora massima concentrazione, preparazione etc. Si va a Brescia, la partita la si è preparata come è giusto che sia ma dedicandovi poco tempo, tra CSKA e Barcellona questa partita con Brescia è un appuntamento di secondo piano, si va al Palaleonessa, si vince la partita, giustamente Messina sottolinea che non si è mantenuto un alto livello per tutti i 40 minuti (e lui lo dice perchè dai suoi giocatori pretende sempre il meglio, se vuoi eccellere devi pretendere sempre il meglio) ma altrettanto giustamente fa capire che un minimo alibi i suoi giocatori ce l’hanno, perchè non si possono affrontare 30 partite di Eurolega svuotando il serbatoio e poi pretendere di ricaricare il serbatoi alla domenica in una competizione che attualmente è in secondo piano.

      In Coppa Italia, appuntamento e partite preparate come solitamente si prepara l’Eurolega, 120 minuti sempre al top, mai un calo di tensione, 30 punti di scarto a tutti, grazie e arrivederci.

      L’errore che dal mio punto di vista si fa è ritenere che, siccome Biligha o Cinciarini o Moraschini in Eurolega giocano mai o quasi mai, allora essi siano freschi come rose alla domenica. Ma gli allenamenti in preparazione dell’Eurolega li svolgono anche loro, se abbiamo vinto a Mosca a Madrid a Istanbul è proprio grazie all’impegno ed alla concentrazione che in allenamento ci mettono anche Moraschini, Moretti, Biligha e Cinciarini che permettono ai “titolari” di essere pronti per giocare e vincere a Mosca a Madrid a Istanbul. E alal domenica la stanchezza si fa sentire anche per Biligha, Moraschini e Cinciarini, perchè il serbatoi e l’adrenalina anche loro l’hanno scaricata dopo l’impresa di Mosca e non basta pigiare un tasto per ricaricarla magicamente in vista di Brescia, non con il Barcellona all’orizzonte oltretutto.

      Mi sembra abbastanza evidente come uno tra Delaney e Rodriguez in LBA debba (e ci mancherebbe) essere sempre presente, se tutto va bene dando al massimo 20 minuti, magari ci si ritrova a + 30 e quindi possono bastare anche solo 15 minuti, se poi quella volta dovesse essere necessario richiederne 25 perchè la partita si è un pò ingarbugliata non è un problema. Delaney è infortunato? Il Chacho è sempre presente.

      Quando vedete il Chacho, o Hines, giocare in LBA vi sembra che mettano la medesima intensità che sono soliti mettere in Eurolega? Hines ieri si è limitato al compitino, se avesse voluto dare il 100%, come in Coppa Italia o perchè magari ci si trovava ai playoff scudetto, Burns non avrebbe visto palla…
      Ed il Chacho? Si è divertito, pareva un bambino al parco giochi, penetrazioni, triple, 30 punti in 20 minuti, in difesa si prendeva le sue belle pause. Che stanchezza volete che senta ad affrontare così le partite (ed in LBA accade spesso e volentieri)? Gioca nel vero senso della parola, si diverte.

      Con i nostri italiani in LBA vinceremmo ugualmente delle partite, ma con fatica, e varie ne perderemmo: 1) perchè anche i nostri italiani sentono la fatica dell’Eurolega, come spiegavo sopra, e 2) perchè gli avversari giocano con stranieri ed americani i quali sono, spesso e volentieri, più forti di alcuni dei nostri italiani.

    2. Secondo me tu devi poter dire tutto quello che pensi e non mi sembri un troll. Però non puoi considerare maleducati tutti quelli che fanno obiezioni.

      Detto questo, io non credo che il problema siano i 20 minuti o meno ma l’idea che in questo sistema che ha costruito Messina potremmo togliere Punter e mettere Moraschini e poco cambierebbe. Altrove con palmasco stiamo discutendo di Micov e del fatto che in questa Olimpia un talento come lui sembra uscito un po’ dai giri. Ecco, considerato che il Zinza e il Morasca non sono Micov, è facile capire che pure loro fanno fatica. L’Olimpia non è che vince, in questo momento, perché ha il Chacho e quindi se facciamo un downgrade a Moraschini per gestire un downgrade da EL a LBA i valori rimangono quelli. L’Olimpia vince per il gioco, e il gioco va interpretato. Al momento non tutti lo sanno fare e quando Milano gioca sotto il proprio ritmo, non è che perde, è che proprio vedi che non funziona bene.

      Sì, secondo me in questa squadra costruita per giocarsi le F4, Cinciarini, Moretti, purtroppo Moraschini, ma ci metto pure Kaleb che italiano non è, non ci stanno molto bene per tanti minuti. In parte perché chi gioca contro Milano fa la partita della vita, quindi non puoi abbassare il livello di attenzione. In parte perché le richieste di questo sistema di gioco che ha messo l’Olimpia al secondo posto a marzo in EL sono pesanti.

      Ti muovo invece un appunto sulla pura analisi del minutaggio: i minuti da soli non dicono molto. Guarda che l’Olimpia ha faticato fisicamente meno a vincere la Coppa Italia che certe partite di LBA. Perché giocare anche 25/28 minuti con l’avversario che non ti prende mai e tu che puoi eseguire a memoria è molto meno affaticante che rincorrere l’uomo che devi marcare per 15 minuti. Un Moretti (dico un nome per dire) che entra e che fa recuperare l’avversario da -15 a -5 per via del suo apporto non sufficiente è in realtà una spesa di energie, non un risparmio, perché poi devi rimetterti a sputare sangue e non puoi farlo con quelli che non fanno la differenza.

    3. SC74 nel calore della discussione posso avere esagerato anch’io nei tuoi confronti, e mi scuso per questo.
      Certo bisogna sapere che in questa piccola comunità il tema del minutaggio è stato proposto e abusato, spesso per fare fastidio a chi cerca di tifare positivo, quindi è un argomento che tende a scatenare subito qualche aggressività da frustrazione.
      Il minutaggio o la fatica futura in questo senso sono quindi un’arma contundente, almeno in questa piccola comunità 😀
      Non spiegano nulla e sono stati smentiti dai fatti, e siamo ormai ben oltre la metà della stagione.

      Per il resto, sui contenuti, Cap e Mr. Tate qui sopra hanno detto tutto e l’hanno detto bene.
      In coppa Italia vincevamo di 30 ogni partita perché quello era il focus della squadra: non si può pretendere che in campionato, con 2 partite di vantaggio su tutti, a poche partite dalla fine della rs, il focus sia lo stesso – e comunque abbiamo vinto tranquilli.

      Gli italiani tutti insieme sì, secondo me non potrebbero reggere il campo, e anche inseriti in quintetti più facilitanti non sembrano reggerlo lo stesso – non parlo d’impegno del giocatore, non parlo del valore individuale, parlo della capacità di integrarsi in un sistema e dare il proprio contributo a partire da lì, che è quello che richiede la squadra.
      Vedi Burns, per capirci, ottimo giocatore ieri ne ha fatti credo 15, vado a memoria, ma da noi proprio non poteva giocare – entrava e faceva fallo, si muoveva a caso, rompeva i giochi.

      Un allenatore vuole vederli giocare bene, e vincere a causa di questo: quando non succede perché uno proprio non ci arriva, beh… usa gli altri, anche in partite dal valore minore – posto che 20 minuti di quasi scrimmage possano affaticare più di un allenamento.
      Molto bello in questo senso il concetto di divertimento del Chacho che ha espresso MTate!

      Tutto qui.

      1. SC74 nel calore della discussione posso avere esagerato anch’io nei tuoi confronti : queste le tue parole. Non si capisce perchè dare la colpa delle tue escandescenze ad un presunto ” accaloramento “, che avrebbe ragione di essere in una discussione “de viso”, ma non certo stando al ” fresco ” dietro una tastiera( perchè tu stai sempre dietro alla tastiera).La verità è che ricadi sempre negli stessi errori di chiusura mentale, intransigenza e intolleranza al pensiero altrui se in dissenso rispetto al tuo. Tutto ciò sfocia in offensive volgarità. E’ il tuo registro espressivo, non c’è nulla da fare, altro che scusarsi

  12. Intervengo solo per sottolineare quanto sia salita la qualità degli interventi con alcuni interpreti.

  13. @cap, non ti devi scusare….non sei stato per niente maleducato. Hai fatto obiezioni precise e motivate. Rimaniamo di opinione differente.

    @mrtate : grazie anche a te x la risposta e commento. Non sono un troll,commento con ciò che penso che ovviamente può non essere condiviso. confermo che utenti come @palmasco @tomsawyer e @orlandoilrosso sono maleducati,per me ovviamente (ed ovviamente per i suddetti la mia idea/opinione conta zero,come giusto) come dimostrato con altre repliche in altri post

    RISCUSATE IL.DISTURBO

    1. Scusa Sc74, ma vorrei capire perchè le scelte di Messina in LBA, riguardo turnover e minutaggi, sarebbero senza senso.
      Prendiamo la partita di ieri.
      Turnover: in cosa consisterebbe la scelta senza senso? Ha lasciato in tribuna Tarc, Roll e Delaney, i primi due presenti domenica scorsa a Trento (dove invece era assente Hines, oltre al solito Delaney ed a Leday). Chi avrebbe dovuto lasciare in tribuna, per essere una scelta “sensata”? Non è una polemica, è proprio una domanda per capire la tua idea.
      Minutaggi: se avessero giocato 20 minuti Moretti e Cinciarini, oltre a Moraschini, e magari 20 pure Biligha ed una decina di minuti anche Wojcecoso, realmente secondo te avremmo vinto a Brescia? Dato che affermi “…e si fa fatica con squadre come Trento e Brescia”, che presumo quindi tu ritenga che facendo giocare di più gli italiani in queste 2 partite avremmo vinto con facilità.

    2. Grazie per le espressioni di stima, per me tu sei solo stucchevole ma non credo t’importa.

  14. rispondo a @cap data la sua educazione e correttezza

    io avrei lasciato fuori hines e shields

    roll max 20′
    tarcz min 15′

    italiani:
    brooks , moraschini e cinciarini min 15′
    moretti e wojechowski min 5′
    biligha min 10′

    il resto a gestione del coach

    ovviamente minutaggio da tarare su andamento partita (falli, prestazione del giocatore, andamento partita, stanchezza del giocatore) es: se moretti in 5′ spara 3 airball , perde 2 palloni e difende come james, non arriva a 6′

    @palmasco : non mi interessano le tue scuse,io sono un coglione qualsiasi e puoi pensare di me ciò che vuoi dato che ciò non cambia nè la mia nè la tua vita da tifoso (limitiamoci al contesto). se hai ritenuto giusto scrivere quello che hai scritto, mantieni la linea. in passato sono stato bullizzato ma ci si impara a difendere (ovviamente non è il tuo caso) e figuriamoci se mi toccano quelle 4 parole in libertà su un sito di basket

    1. Come minutaggi complessivi degli italiani, alla fine Messina ha concesso loro tanti minuti quanti ne ipotizzi tu: Biligha 9 e ci siamo quindi con i tuoi 10, Moraschini + Cinciarini 30 come dici tu, i 10 che non ha concesso a Moretti e Woj li ha dati in più a Brooks.

      Hines l’ha lasciato fuori domenica scorsa a Trento, penso che a Brescia non volesse rischiare un’altra sconfitta e quindi, considerata anche la tipologia di centri schierati dalla Leonessa, se l’è portato dietro.

  15. Devo dire che su questo thread vi siete sfogati per bene; mi sembra che il problema di Milano siano le cadute di concentrazione, qualsiasi roster-partita si presenti può se focused ammazzare la partita. Apprezzabile il pressing di Brescia che, a ondate, ha permesso loro di tornare sotto, ma ci basta poco per ristabilire le gerarchie, non vedo troppi problemi.

    Volevo segnalare una chicca: tripla stoppata consecutiva di Brooks su non so chi, veramente un unicum e perlomeno da me mai visto prima, Brooks autore della miglior prestazione stagionale che può essere foriera di un ancor più grande finale di stagione.

    Peccato che Moraschini, se sollecitato a tirare da 3, gli si offuschi la vista come nell’unico tiro preso a 6 min. dalla fine quando dall’angolo ha spaccato il bordo della tabella

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Ettore Messina: Per lunghi tratti abbiamo giocato bene

Le parole del coach biancorosso, dopo il successo sul campo della Germani

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Brescia vs Olimpia Milano | Restano fuori Roll e Tarczewski

Le scelte di Ettore Messina sul turnover per il derby di campionato sul campo della Germani

Chiudi