Cska vs Olimpia Milano | Moscoviti in serie negativa, dubbio Strelnieks

Torna in campo domani, alle ore 18, la squadra di Ettore Messina per Cska vs Olimpia Milano. E’ il ventinovesimo round di EuroLeague

Torna in campo domani, alle ore 18, la squadra di Ettore Messina per Cska vs Olimpia Milano. E’ il ventinovesimo round di EuroLeague, arbitrano Olegs Latisevs, Miguel Angel Perez e Tomasz Trawicki.

Il personaggio: Daniel Hackett

Cska | Il momento

8-9 il record nel 2021 del Cska, il peggiore da tempo immemore tra VTB e EuroLeague, anche se il pesante -30 con l’Efes («la peggior gara della mia gestione», il commento di Itoudis) veniva dopo gli importanti successi con Olympiacos e Maccabi.

4-6 l’andamento nelle ultime 10 di EuroLeague, figlie ovviamente dei tanti problemi fisici e dell’odissea Mike James, al momento sopita dopo il rientro del giocatore dagli USA.

Il Cska ha le stesse vittorie di Olimpia Milano, 18, ma una sconfitta in meno: la sfida con il Panathinaikos del venticinquesimo round verrà recuperata il 14 aprile.

In VTB l’armata rossa è terza con record 12-5, dietro Zenit e Unics. Il 7 marzo è arrivato il 101-67 contro il Tsmoki-Minsk: prestazione da 15 punti di Johannes Voigtmann, 10 per Daniel Hackett.

Cska | La condizione fisica

Assente Nikola Milutinov, che da tempo ha chiuso la sua stagione, o quasi, per un intervento alla spalla. Ripensando alla gara di andata, stiamo parlando di una differenza sostanziale.

Da valutare invece le condizioni di Andrei Lopatin, Yury Umrikhin e soprattutto Janis Strelnieks. Il giocatore si è fermato per un problema alla schiena il 6 marzo, ed è stato sottoposto a test medici.

Strelnieks è stato estromesso dal roster di VTB per la stagione a vantaggio di Gabriel Lundberg, ultimo arrivato, 

Cska vs Olimpia Milano | I precedenti

I moscoviti sono 11-3 dal 2000, 6-1 tra le mura amiche, e hanno conquistato gli ultimi 10 confronti.

L’analisi del calendario di Olimpia Milano

Nel 2010 l’Olimpia conquistò due successi in fila, il primo il 21 ottobre alla USH Arena. 73-88 il finale con 23 punti di Oleksiy Pecherov e 15 con 5 assist di Morris Finley.

15 thoughts on “Cska vs Olimpia Milano | Moscoviti in serie negativa, dubbio Strelnieks

  1. Cercheremo di fare bella figura, faremo magari una buona partita, e le sorprese fanno parte del gioco, ma come squadra non siamo nella forma migliore: non mi aspetto molto e guarderò la partita disincantato.
    Le partite che contano davvero per la stagione, per me, sono le tre che possiamo vincere, che ci daranno la qualifica aritmetica e magari il quarto posto molto ambito: Stella Rossa, Panatinaikos, Baskonia.

    1. Io sono molto seccato che l’Olimpia è arrivata a questa partita senza alcuni giocatori chiave perché sono 2 mesi che la aspetto pensando che questa era la partita in cui si metteva il sigillo alla stagione. Così come siamo messi oggi invece serve l’impresa.

    2. Amico Palmasco non sono d’accordo, partita da vincere con tutti gli sforzi possibili.
      E credo che lo stesso pensi Messina e la squadra.
      E lo stesso pensi tu, stai facendo pretattica 😉

  2. Non è che loro stiano poi così bene. Sarebbe bello vincere per la classifica ma una sconfitta non sarebbe un trauma. Concordo con @Palmasco: ce ne dono altre tre da vincere, per consolidare la classifica.

  3. Non mi risulta che solo noi abbiamo assenze importanti. A loro manca tra gli altri il miglior centro europeo insieme ad Hines..

    1. Credo che Milano stia soffrendo l’assenza di Leday e Delaney più di quanto il CSKA possa soffrire i suoi acciacchi (più Milutinov ovviamente che è devastante). Però speriamo di sbagliarci ovviamente, una vittoria sarebbe importantissima.

      1. La partita di domani è importante ma non decisiva. Al contrario saranno fondamentali ai fini della classifica intesa come piazzamento (per me le F8 sono ampiamente acquisite anche se manca solo la matematica) le tre partite alla nostra portata contro Baskonia Panathinaikos e Stella Rossa, queste si che sono da vincere senza “se” e senza “ma” a prescindere dagli infortuni.

  4. Il CSKA è squadra infarcita di grandi giocatori che possono sopperire l’assenza di Milutinov meglio di quanto Olimpia possa mai fate con Delaney e Leday. Indi ragion per cui sarebbe una soddisfazione immensa, anche se improbabile batterli a casa loro. Segnale fortissimo oltre che lotta per l’apice della classifica. Vero è che nulla sarebbe compromesso per l’accesso alle f8, e pure Gaetano è d’accordo con Palmasco. Ma vuoi mettere la soddisfazione…Io metto il prosecco in fresco.

  5. Anche noi abbiamo dimostrato di poter sopperire alle assenze di Delaney e Leday e le nostre assenze equivalgono a quelle del Cska Mosca, quindi niente alibi e giochiamocela alla pari contro i Campioni d’Europa con la consapevolezza di chi non ha nulla da perdere

  6. Sono d’accordo con tutti voi (da Palmasco ad Armando) nel ritenere la partita di domani non decisiva e nel puntare alle tre partite più abbordabili……ma abbiamo anche detto che non ci sono partite facili.
    Quindi domani non sarà facile neanche per loro vincere. Abbiamo le stesse vittorie (è vero che a loro manca una partita), non sono al massimo della condizione, abbiamo perso ai tempi supplementari, abbiamo preso un imbarcata ai rimbalzi e nonostante questo ce la siamo giocata, non hanno Milutinov che ci ha fatto neri.

    Perchè non dovrei crederci. Saranno più tesi di noi che abbiamo meno da perdere- Quindi spiegatemi questo spirito rinunciatario.
    Domani si va per vincere e poi vedremo cosa succederà. Una vittoria domani sarebbe importante per la crescità della squadra

    Per cui non sono d’accordo con voi che non sia in qualche modo decisiva

    1. Caro Iellini, sei quindi d’accordo con me, siamo almeno in 2 più Messina, quindi in 3…

    2. Scusate, ma dopo Trento non si era detto che tutte le partite sono importanti perché costruiscono la mentalità vincente? A maggior ragione questa sera con una fetta di PO (e piazzamento finale) in gioco. Certo, sarà molto dura contro uno squadrone che seppure con delle assenze resta tra i top in Europa, però non si può dire “se perdiamo in EL pazienza” ma in LBA dove siamo avanti di un pezzo “bisogna vincere a costo di non fare rotazioni”, ci vedo una contraddizione

  7. Scusate ma la partita di stasera è importantissima, non può essere presa come una gita del genere “se si vince bene se si perde spalluccce….” Importantissima perchè ci arriviamo senza due quinti del quintetto base, con 2 giocatori ancora in fase di recupero da infortuni e un giocatore totalmente nuovo nel sistema di Messina. Quindi se vincessimo sarebbe un messaggio molto esplicito a tutta l’EL sulle reali aspirazioni del nostro team. Stasera voglio vincere, quindi siamo già in 4……

  8. La partita di stasera non è che sia una gita o non sia importante ma visto che giochiamo contro una delle grandi d’Europa ci può stare la sconfitta, al contrario nel caso di una nostra vittoria se poi non seguiranno le altrettante vittorie contro Baskonia Panathinaikos e Stella Rossa quella di oggi non servirà a nulla. Ovvio che noi tifosi speriamo di vincere sempre ma se dovessi scegliere preferisco quelle 3 vittorie a quella di stasera.

  9. Anch’io penso che un’eventuale sconfitta stasera non sia un dramma. Le tre partite da vincere assolutamente sono quelle che in molti hanno citato, detto questo se dovessimo fare l’impresa a Mosca, la squadra acquisirebbe ancor più consapevolezza nei propri mezzi. Credo tuttavia che per i playoff bastino ancora 2 vittorie. Per l’eventuale avversario, eviterei le 2 turche che sono in netta ripresa. Zenit e Bayern credo che stiano arrivando con il fiato un po corto.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Kevin Punter: Tutto è possibile, si tratta di gestire al meglio i nostri impegni

Kevin Punter protagonista sui canali di EuroLeague. Ecco alcune sue dichiarazioni nella traduzione del sito di Olimpia Milano
Olimpia Milano post Pesaro

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Marco Crespi Olimpia
Marco Crespi: L’Olimpia Milano ora gioca in modo serio

Marco Crespi, ora commentatore di Sky Sport, ospite di Luca Chiabotti in «Uomini e Canestri», rubrica di Repubblica-Milano

Chiudi