Messina: Affrontiamo la miglior squadra degli ultimi tre anni

Fabio Cavagnera 7

Le parole del coach biancorosso e le ultime news verso la semifinale di domani pomeriggio

Vigilia di semifinale per l’Olimpia Milano. Dopo aver vinto facilmente la sfida d’esordio contro Reggio Emilia, per i biancorossi c’è l’Umana Venezia. Domani pomeriggio (ore 18) andrà in scena la rivincita della sfida di un anno fa a Pesaro, quando furono i lagunari ad imporsi. Ora l’AX Armani Exchange vuole cambiare il risultato finale, ma non sarà facile.

Olimpia Milano vs Venezia | La presentazione di Ettore Messina

Così Ettore Messina ha presentato la sfida: “Affrontiamo la miglior squadra degli ultimi tre anni, in cui tutti sanno cosa fare e nessuno fa ciò che non sa fare. Avremo quindi bisogno di giocare con grande concentrazione, estrema attenzione ai dettagli e speriamo di avere anche buone percentuali di realizzazione”.

Olimpia Milano vs Venezia | Le ultime notizie

Non sono emerse novità sul fronte biancorosso, con Jeff Brooks e Vlado Micov sempre fuori per i rispettivi infortuni e con i due stranieri da escludere per turnover.

Dall’altra parte, non ci sarà Isaac Fotu, mentre la Reyer proverà fino all’ultimo a recuperare Gasper Vidmar. Anche se, comunque, De Raffaele dovrà escludere un altro straniero, oltre al neozelandese, per turnover.

7 thoughts on “Messina: Affrontiamo la miglior squadra degli ultimi tre anni

  1. Ricorderei che l’anno scorso Venezia ci ha massacrati con Watt, centro molto mobile, molto tecnico, difficile da marcare, sul quale per lungo tempo si centrò il gioco di Venezia, senza che noi avessimo una risposta, avendo Messina scelto di lasciare Gudaitis in tribuna…
    Io Tarczewski lo porterei!

    Anche se ieri sera le chiavi vincenti di Venezia sono state Bramos e Tonut, ma Bologna è una squadra molto diversa, con centri mobili e potenti, il gioco su Watt avrebbe pagato poco probabilmente.
    Mentre non sarei stupito se con Milano tornassero a quel piano partita che ha già funzionato così bene contro di noi.
    De Raffaele ci sta già pensando, ne sono sicuro, aspetta solo di vedere se dopo Hines c’è solo la coppia Biligha Wojchiacowski, secondo me. Allora scatta il sistema in punta di Watt, per dare luce a Venezia 😉

    Mi pare che Biligha non abbia nessuna speranza di contenere Watt che tecnicamente e fisicamente gli è troppo superiore, come si è dimostrato in quella partita, e temo che Kuba sia troppo inesperto – e ancora non abbastanza inserito nel sistema difensivo Olimpia per essere efficace in quella marcatura.
    Per questo porterei Tarczewski che può marcare Watt molto bene e a lungo, e dividere il tempo con Hines, che non si discute.

    E allora chi lasci fuori?
    In questa partita con Venezia, di esterni potenti e cattivi, capaci e veterani, fisici, io lascerei fuori – non ti agitare, lasciami finire – Rodriguez!
    Lo so, lo so.

    Ma pensa: è il meno fisico dei nostri esterni, Venezia ha una difesa che scoraggia molto il gioco interno, che per il Chacho è il sale, e ovviamente a lui non rinuncerei mai, ma se devo portarmi il lungo che mi protegge dal gioco chiave di Venezia, a chi rinuncio?
    Delaney no, Punter figurati, LeDay non ne parliamo nemmeno, Shields?, dai non scherziamo, non Hines, la pagliuzza corta mi rimane in mano al Chacho.
    Tutto qui.

    Ma so che Messina e staff non lo faranno, così come l’anno scorso non videro quanto sarebbe stato fondamentale Gudaitis contro Venezia, e forse non hanno visto come quella svista fu la chiave di quella partita, secondo me.
    Vedremo…

  2. Scelta coraggiosa! El Chacho e’ la nostra anima, è quello che leva le castagne dal fuoco, che provoca i parziali, che attira le difese.
    Io rischierei senza Tarcisio.

  3. Secondo me l unico vantaggio vero e non da poco è lo state insieme di 10 giocatori da tre anni. Si trovano a memoria e hanno i meccanismi automatici per quasi tutte le situazioni. Dovremmo dal primo secondo difendere duro per mettere sabbia nei loro ingranaggi e avere pazienza quando attacchiamo non pagherebbe correre da subito perché sono bravi a rientrare e solo in caso di intercetto su passaggi esterni avremmo leggero vantaggio con Punter più veloce dei loro esterni ma meno muscolare. Non rinuncerei comunque al chacho piuttosto Delaney che nelle ultime tre partite giocate ha dato un po’ meno IMO.

  4. Se porta Kaleb, allora forse è meglio tenere fuori Delaney perché Rodriguez è l’unico che sa mettere in ritmo il nostro centrone e così dare qualche altro problema a Watt.

  5. Mi meraviglio che ci sia qualcuno che pensa all’esclusione di Rodriguez in una partita secca di una certa importanza 😣😣

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Urania, Parola al Capitano: Benevelli ci racconta la vittoria contro Bergamo

Seconda vittoria consecutiva per l’Urania Milano che sale 8-7 in stagione, qui il commento del Capitano Benevelli. Seconda vittoria consecutiva sia in campionato che in casa per i Wildcats che mercoledì hanno superato Bergamo in un match tirato fino alla fine. Un referto rosa che ha portato la compagine meneghina […]

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Olimpia Milano vs Venezia
Olimpia Milano vs Venezia | Difesa aggressiva ed esperienza: il valore della Reyer

Palla a due domani alle ore 18 per Olimpia Milano vs Venezia. Un anno dopo il confronto di Pesaro, è...

Chiudi