Eurodevotion: Gli up e i down di Olimpia Milano in Eurolega

Nella giornata odierna Eurodevotion ha pubblicato i suoi top e flop dei primi dieci turni di Olimpia Milano Eurolega. Ecco alcune delle scelte

Nella giornata odierna Eurodevotion ha pubblicato i suoi top e flop dei primi dieci turni di Olimpia Milano Eurolega. Ecco alcune delle scelte.

Tra gli “up” troviamo l’organizzazione difensiva, leadership chiare, Kevin Punter, le buone rotazioni sui due lati del campo, il record di 6-4.

Su quest’ultimo: «Il record di 6/4 è assolutamente positivo e permette ai biancorossi di essere pienamente in corsa per obiettivi di vertice, laddove per vertice si intende la lotta Playoff come quella per le prime 4/5 posizioni. In fondo, in una classifica sempre incompleta per via del numero differente di gare giocate dalle squadre, chi comanda come Barça e Cska, ha perso rispettivamente 2 e 3 partite. Chi occupa terza e quarta posizione ne ha vinte solo 2 ed 1 in più, con lo steso numero di sconfitte di Messina e soci».

Tra i “down” ecco il gioco offensivo che manca di fluidità, un roster che da 15 in Europa pare scendere a 10, Kaleb Tarczewski, i rimbalzi, il calendario agevole.

Su Kaleb Tarczewski: «Oggi è un problema, perchè in questa pallacanestro il centro fisico ed atletico non può mancare se vuoi competere ad alto livello. Anche quando leggermente meglio del solito, non pare godere di altissima considerazione e per certi versi non si può non essere d’accordo con Messina, vista l’insipienza tecnica ed i continui errori di cui si è reso protagonista. Hines non può sobbarcarsi, per età e per struttura fisica, l’intero lavoro nel ruolo. Serve andare sul mercato o il giocatore merita ulteriori prove d’appello? Questa è la domanda principale per Milano. La nostra risposta è più la prima che la seconda».

One thought on “Eurodevotion: Gli up e i down di Olimpia Milano in Eurolega

  1. Mi fa piacere il commento su Tarczewski visto che da non addetto ai lavori (ma che mastica basket da 40 anni) sto commentando di sostituire Tarczewski da ottobre. Non ci sono possibilità di recupero visto che è scarso tecnicamente è anche poco intelligente. Questo gli fa commettere falli, sbagliare posizionamento a rimbalzo e saltare fuori tempo.
    Gravissimo errore mandare via Gudaitis (anche lui una mano quadra comunque).

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

La Fortitudo Bologna esonera coach Meo Sacchetti

Fortitudo Pallacanestro comunica di avere sollevato Meo Sacchetti dall’incarico di allenatore della prima squadra della Fortitudo Lavoropiù
Meo Sacchetti esonero

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Andrea Conti
Andrea Conti: Onestamente, non abbiamo nulla da perdere

Andrea Conti, GM della Pallacanestro Varese, lancia il derby: Dobbiamo andare in campo senza pressione e fare le nostre cose...

Chiudi