Luis Scola: A Milano ci fermeremo per qualche anno

Luis Scola si racconta: Con la mia famiglia mi sono stabilito a Milano dove conto di fermarmi per qualche anno

Luis Scola ha dato il là a questa stagione con 22.3 punti di media, ed è capocannoniere della LBA. Il classe 1980 si racconta ad Andrea Tosi de La Gazzetta dello Sport.

SULLA STAGIONE

«Oggi non gioco per arricchire il palmares ma per divertirmi. Il mio slogan che vale anche per Varese è “enjoy the process”, cioè goditi il viaggio, il percorso che dal primo allenamento della settimana sfocia nella partita della domenica, a prescindere dai risultati e dagli obiettivi. È un lungo momento che va assaporato per intero e che mi appaga tantissimo».

SULLE OLIMPIADI

«Non guardo al record, quello è largamente condiviso da tanti campioni del passato e quindi sarei uno in più nella lista. Però è vero che ci tengo ad andare con la mia Argentina a Tokyo perché mi piacciono i Giochi e quello che significano nella vita di uno sportivo. Ma prima c’è tutta una stagione davanti e dovrò valutare bene come starò fisicamente a giugno. Adesso viene prima Varese».

SULLA SCELTA VARESE

«Inizialmente per una questione di comodità: con la mia famiglia mi sono stabilito a Milano dove conto di fermarmi per qualche anno. Non volevo spostarmi troppo lontano. Poi ho conosciuto Toto Bulgheroni che mi ha inculcato la storia e la tradizione vincente del club. Le sue parole mi hanno conquistato. Ora Varese è casa mia».

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Next Post

Fortitudo Bologna, Fantinelli e Withers non dovrebbero recuperare

Non sono previsti recuperi dell’ultima ora in casa Fortitudo Bologna in vista della gara di domani pomeriggio, ore 17, con l’Olimpia Milano
Olimpia Milano

Subscribe US Now

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: