Walter Fuochi: Olimpia vincente per la difesa, la mira e il collettivo

Walter Fuochi di Repubblica: La Vu ha perso perchè tanti hanno steccato in attacco, il che per paradosso suggerisce che possa esserci contesa

Walter Fuochi, la più importante firma del giornalismo bolognese, analizza così per la Repubblica la finale tra Olimpia Milano e Virtus Bologna. Ecco alcuni passaggi.

Siamo ad almeno nove mesi dai premi, pestilenze permettendo, dunque si è appena iniziato a lavorare, e tanto ne resterà a chi ora è cane e chi lepre. Tornando a oggi, anzi a ieri, meglio Milano di Bologna, senza troppo illudere i vincitori nè deprimere i vinti

L’AX ha vinto perchè la sua difesa è stata più organizzata e dura, la sua mira, almeno a tratti, più precisa, il suo collettivo (pur amputato subito di Micov per infortunio) meno sfrangiato. 

La Vu ha perso perchè troppi hanno steccato la prova offensiva, il che per paradosso suggerisce che, in notti meno illuni, possa esserci contesa. 

Spicca, nelle diserzioni, la Serbian Connection: tre canestri in tutto dei due leader, oltre a tante energie consumate in inutili proteste, vieterebbero ovunque qualsiasi sogno, detto in più che Adams, il surrogato designato, è stato peggio che cicoria andata a male

One thought on “Walter Fuochi: Olimpia vincente per la difesa, la mira e il collettivo

  1. Bologna, malgrado l’aiuto della terna e la difesa stile fabbro all’incudine non ce l’ha fatta. Si consola pensando alla prossima volta… Ma noi stiamo crescendo e non gli renderemo più un Micov infortunato per cui sono avvisati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Roberto De Ponti: Ma il reparto lunghi è in grado di reggere in EuroLeague?

Roberto De Ponti del Corriere della Sera: In Europa potrà aggiungere solo LeDay. Basterà? Un Gudaitis in più non sarebbe servito?
Roberto De Ponti

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Presentazione Ettore Messina - Olimpia Milano
Giorgio Specchia: La chiusura del campionato fu doverosa. Supercoppa da ricordare

Giorgio Specchia de La Gazzetta: Si sbaglia di grosso chi pensa che il lavoro di Messina, alla prima vittoria con...

Chiudi