Urania Milano 2020/21, tutte le mosse di mercato

F.M.B 1

La stagione di Serie A2 comincerà a metà novembre ma l’Urania Milano ha già il roster pronto al 90%, manca solo il 2° americano

La prima stagione in Serie A2 dell’Urania Milano si può considerare un successo con anche un pizzico di rammarico ma adesso bisogna pensare alla prossima stagione.

La Serie A2 2020/21 sarà al quanto particolare, via al 15 novembre, 27 squadre confermate con due gironi divisi per zone territoriali (Nord & Sud) per venire incontro alle esigenze economico/logistiche delle società, Urania sarà nel girone Nord a 14 squadre e vorrà ancora “spaventare” la concorrenza.

PANCHINA

Prima del mercato giocatori la compagine milanese ha voluto subito risolvere la questione allenatore: malgrado diversi rumors alla fine è stata confermata la fiducia a coach Davide Villa (il condottiero della promozione 2019).

Un coach Villa che alla sua prima stagione in A2 ha chiuso con 13 vittorie e 13 sconfitte con Urania che ha chiuso questa sciagurata stagione al 7° posto, quindi zona Playoffs vantando anche il miglior attacco delle prime 8 con 2029 punti.

Oltre a coach Villa confermato anche tutto lo staff a partire dal primo assistente Cece Riva, passando per Niccolò Locati, Christian Meriani ed il preparatore atletico Daniele Gromero al suo 9° anno con i Wildcats.

ROSTER

Partenze

G.Sabatini, A.Negri, S.Bianchi, G. Pagani, R.Lynch

Rinnovi

L’obiettivo madre del mercato rosso-blu era il rinnovo della stella americana (con passaporto tedesco) Nick Raivio ed è andato in porto. Le parti hanno sempre remato nella stessa direzione consentendo una tranquilla operazione.

Dopo un anno in Germania più ombre che luci Nick è tornato in Italia, sempre in A2, ed è tornato a fare la differenza viaggiando a 18,0 punti di media con anche una Tripla-Doppia

Dopo Raivio è stato il turno del capitano Marco Benevelli, leader ed ago della bilancia della scorsa annata per Milano, l’ala tutto fare Giorgio Piunti (unico rimasto dalla promozione) ed infine la guardia Matteo Montano, il suo spostamento da 6° uomo a guardia titolare fu la vera svolta per i Wildcats.

Arrivi

Partito per la A1 destinazione Fortitudo Bologna serviva un rimpiazzo per Gherardo Sabatini e questi è stato Stefano Bossi; reduce da un’ottima annata con i colori di Orzinuovi (14,2 punti e 5,1 assist) il regista nativo di Trieste era conteso in A1 (Cantù, Brindisi e proprio la sua città Natale) ma ha deciso di sposare il progetto rosso-blu.
Bossi è diverso da Sabatini, giocatore solido, più fisico, buona visione di gioco con molta attenzione, pecca nel tiro perimetrale (26%)

Sistemata la regia serviva un’ala piccola, il ballottaggio è stato tra Alessandro Amici e Tommaso Raspino con l’ex Mantova che alla fine ha avuto la meglio; Raspino giocatore ordinato (7.0 punti e 6.0 rimbalzi), fa il suo compito, aiuta la squadra su ambedue i lati del campo. Anche lui come Bossi non vanta un gran tiro dalla lunga distanza, 17% l’anno scorso.

Manca ancora un tassello a questa Urania ed è il 2° USA e sarà nuovamente un lungo come lo fu Reggie Lynch nella passata stagione.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments
trackback
LNP A2, presentato il format della competizione 2020-2021
3 mesi fa

[…] scritto nel post di presentazione del roster di Urania l’A2 sarà a 27 squadre divise in due Gironi composti da 14 e 13 squadre, questa era la parte […]

Next Post

Olimpia Milano: Quale difesa per arrivare al top in EuroLeague?

Da Eurodevotion un'analisi sui principi difensivi che dovrà avere la nuova Olimpia Milano. Il cambio sistematico come linea guida

Subscribe US Now

1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: