Buongiorno Olimpia | Tra Datome, Cerella e Ulanovas

Buongiorno Olimpia, la rubrica quotidiana di cui non si sentiva il bisogno che ci accompagnerà ogni mattina al risveglio in questa fase pre-estiva

Buongiorno Olimpia, la rubrica quotidiana di cui non si sentiva il bisogno che ci accompagnerà ogni mattina al risveglio in questa fase pre-estiva.

Questione italiani aperta in casa Olimpia Milano dopo l’addio di Amedeo Della Valle e la mancata firma di Amar Alibegovic.

Visto che sul fronte Jeff Brooks non esistono novità di sorta, chiudere il roster con Gigi Datome e Bruno Cerella può essere la soluzione, per uno spogliatoio fatto di esempi e leaderhisp unitamente ai vari Kyle Hines e Sergio Rodriguez.

Novità sul fronte Edgaras Ulanovas dopo le dichiarazioni dell’agente del giocatore, Tadas Bulotas, venerdì da Mindaugas Kuzminskas.

Il giocatore dello Zalgiris Kaunas non è più nelle mire di Ettore Messina. Pista fredda. E dimenticata.

19 thoughts on “Buongiorno Olimpia | Tra Datome, Cerella e Ulanovas

  1. Non si può certo dire che, se così sarà, lo spogliatoio mancherà di esperienza. Bruno Bruno mi piacerebbe moltissimo rivederlo con i nostri colori. Ma quanto c’è di fondato in questa ipotesi? Per Ulianovas ce ne faremo una ragione, Messina avrà in mente qualcuno migliore. Datome poi… Finalmente si è deciso a sposare un nostro progetto, anche qui ci è voluto Messina per convincerlo. In passato l’appeal dell’Olimpia non è stato sufficiente e lo scorso anno aveva dato la sua parola per restare alla corte di Obradovic, e Datome è uomo d’onore

  2. Datome non chiamatelo mercenario,, lo scorso anno da noi avrebbe guadagnato di più, ma aveva dato la sua parola sarebbe rimasto al Fener e così è stato

  3. E per favore potete non definire vecchi giocatori di 33/34 anni? MC Adoo arrivò da noi a 35 anni, fece la differenza e il famoso recupero con tuffo sul campo di Livorno (vedere il filmato prego) lo fece nell’89 all’età di 37 anni. Un po’di rispetto per gli anziani esperti del parquet sarebbe gradito

  4. Dopo il disastroso ingaggio della coppia Mack & White, dell’ anonimo Roll, per il Messia 2 è impossibile fare peggio del Messia 1. Comunque il vero super colpo, quello che ci permetterà di fare il tanto agognato salto di qualità, sarà il nome del sostituto di Nedovic.

  5. Quanti meriti Messina, e io he fino ad ora avevo visto solo danni. Davvero, cosa si è visto quest’anno di positivo ? Una delle cose ancora non dette ? Della Valle trattenuto con un biennale corposissimo (Pianigiani avrebbe chiuso l’anno scorso) e defenestrato quest’anno (altri soldi buttati dalla finestra). Fosse stato chiunque l’altro l’avrebbero tacciato di distruzione di talenti italiani ma con Messina non si può dire. Speriamo faccia davvero qualcosa di positivo e degno di nota quest’anno, anche perché con la squadra che stanno mettendo si credo vincerebbe davvero chiunque. E poi basta davvero con questi criptici e insondabili meriti di Messina, vediamo di essere credibili e dargli merito quando sarà il momento.

  6. Non farei il paragone con Meneghin Mc Adoo ecc. perché era un’altra epoca con ritmi diversi e metà delle partite di oggi. La freschezza atletica sta diventando sempre più importante, specie la prossima stagione che sarà intensissima.

  7. La crescita di Moraschini, Tarcisio e dello stesso Della Valle sono meriti di Messina, personalmente non trovo Roll così negativo come lo dipinge qualcuno. Mack e White è vero non si sono adattati al sistema che muove tutti sui due lati del campo richiesto dal coach ma era prevedibile? Della Valle aveva un contratto garantito dalla gestione Proli e non bisogna dire bugie, Messina si è limitato a convincerlo a rimanere per un altro anno. Oggi è luì che volendo più spazio, ha deciso di andarsene e se fosse per Messina lo avrebbe trattenuto. Nedovic, referto medico permettendo, resterà perché entrambi giocatore e società lo vogliono. Per cui di cosa stiamo parlando?

  8. Già la mia generazione era composta da persone lente. E vero oggi tutto richiede velocità ma è per questo che si limitano i minuti sul parquet. Ai miei tempi si stava in campo anche 36/40 minutii, spesso supplivi con l’esperienza al fiato che ti veniva a mancare, oggi non è più possibile . Poi in questa squadra non sono tutti senatori

  9. Se la decisione era di Della Valle Milano non avrebbe dovuto pagare nessun buyout invece lo ha pagato la società per cui è stata una decisione del Messia ma evidentemente qualcuno legge e interpreta a modo suo 😂😂😂 a Nedovic il contratto scade il 30 giugno 2020 e non risultano trattative in corso per il rinnovo quindi non è scontata la sua permanenza e se dovesse andare via non sarebbe un dramma visto che lo sostituiremo con uno integro e possibilmente forte almeno quanto lui..per quanto riguarda Roll spero che non venga confermato perché per me non è da Olimpia Milano e anche per chi è amante dei numeri se li andiamo a guardare sono insufficienti e raramente ha fatto la differenza..e per chi paragona i giocatori degli anni ’80 a quelli odierni si dimentica che il basket come tutti gli sport di squadra sono cambiati e i ritmi non possono essere inevitabilmente gli stessi..

  10. “Termina l’esperienza milanese per Della Valle
    L’Olimpia Milano è uscita dal contratto con Amedeo Della Valle, secondo quanto riferito a Sportando.
    La squadra di coach Ettore Messina ha pagato un buyout per liberare la guardia di Alba che termina la sua esperienza milanese dopo due stagioni.
    Della Valle, ora free agent, nella stagione che si è chiusa anzitempo causa coronavirus ha segnato 5.9 punti di media in EuroLeague e 4.4 punti di media in Serie A.”
    FONTE SPORTANDO
    Questo per essere precisi con chi sostiene il contrario 😂😂😂

  11. Credete a quel che volete, Amedeo ha un accordo che ufficializzerà a breve con l’Alba Berlino

  12. Della Valle aveva contratto garantito per la prossima stagione, con opzione di uscita a favore della società al termine di questa. Ergo, non ci sono particolari ambiguità sulla dinamica da seguire nel caso. Stessa situazione contrattuale per Roll. Diverso il discorso di Burns, che aveva biennale garantito e, al termine di questa stagione, opzione di prolungamento annuale in favore della società, che non verrà esercitata.

  13. Ovvero, correggimi se sbaglio, La società, sentita la necessità del giocatore ha disdetto il contratto in essere, siglato come 2+1 nel 2018 NON pagando alcuna penale per permettergli di accasarsi a Berlino e Carchia, solitamente ben informato, ha questa volta sbagliato

  14. No Orlando, la società ha sì deciso di non avvalersi più delle sue prestazioni (dietro oneroso compenso), ma ha pagato una cifra prestabilita per esercitare quella opzione di uscita. Carchia ha ben descritto la situazione. Solitamente, quelle uscite sono caratterizzate da cifre poco pesanti. Per intenderci, non parliamo dei costi tipici di un contratto rescisso senza l’esistenza di una opzione di uscita.

  15. @Biancorossodasempre vedrai che a breve al Messia oltre alle 3 cariche (allenatore/presidente/liquidatore) gliene daranno un’altra giusto per non sbagliare 😂😂😂

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Olimpia Milano Mercato Sunday | Sei nomi al centro del mirino

Olimpia Milano Mercato Sunday che arriva in queste ore concitate dopo il colpo Kyle Hines. Analizziamo quindi rapidamente alcune situazioni particolari
Olimpia Milano Mercato

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: