Olimpia Milano Mercato Sunday | Tutto su Delaney, Moretti, Williams e Datome

Torna Olimpia Milano Mercato Sunday per fare un po’ il quadro dei rumors di questa settimana. Delaney, Williams, Datome e Moretti, per capire

Torna Olimpia Milano Mercato Sunday per fare un po’ il quadro dei rumors di questa settimana.

Tanti nomi, forse anche troppi, a conferma tuttavia dell’attenzione di tuti i media europei sul sodalizio retto da Ettore Messina. Il biancorosso tira.

Scorri in basso per cambiare pagina

9 thoughts on “Olimpia Milano Mercato Sunday | Tutto su Delaney, Moretti, Williams e Datome

  1. I nomi sono importanti, ma Il loro inserimento è tutto da valutare. Io Continuo a avere enormi perplessita su Delaney e Williams. Incostanti, poco propensi al Sacrificio di squadra, prime donne in spogliatoio, poca difesa. Capaci di azioni da highlights, Williams soprattutto… ma poi? Ti fanno vincere? Non so. Farei carte false per avère Shengelia in posto 4. Gogi quasi il migliore nel ruolo. Datome ottimo inserimento, grande professionista. Non dimenticherei Kalinic che per me è molto piu « messiniano » di tanti altri nomi. Saluti!

  2. Milano e’ societa’ che ha confermato un budget medio-alto,  nonostante l’odioso virus. Questo fa dell’Olimpia una squadra appetibile perche’ ha qualche soldino da mettere sui tavoli delle trattative.
    Il mercato pero’ quest’anno e’ strano, diverso dal solito. Intanto perche’ non si sa quando e se oltreoceano (leggasi nba) finira’ ufficialmente la stagione e quando verra’ iniziata quella nuova. Quanti giocatori “scartati” ma buoni per l’EL saranno poi disponibili magari a fine settembre (Wannamaker o Belinelli, per esempio)?
    Difficile dunque muoversi. Secondo me Shengelia divrebbe essere per noi l’obiettivo principale, sia perche’ gioca in un ruolo dove dobbiamo rinforzarci, sia per le implicazioni sul suo passaporto (puo’ forse diventare “italiano”).
    Moretti. Avrebbe senso prenderlo per darlo in orestito in una squadra di livello, qui in Italia. E’ un rischio averlo contro ma vale la pena fargli terminare la formazione, per averlo poi pronto da inserire nel roster a tempo pieno. Personalmente non lo conosco, ma se ne parla gran bene.
    Datome. Difficile che lasci il Fener, soecie se Obradovic dovesse restare (cosa che non succedera’, secondo me). Non scordiamoci checha un contratto con i turchi. In ogni caso mi sembra che, anche in passato, non abbia mai manifestato grande interesse all’Olimpia. Ha 33 anni e qualche acciacchino lo ha dimostrato, negli ultimi anni. Sarebbe comunque interessantissimo in quanto italiano, ovviamente.
    Delaney. Mi sembra un po’ un “guastafeste” ma forse si puo’ rischiare, anche perche’ trovare buoni play disponibili oggi non e’ facile e aspettare Wannamaker potrebbe rivelarsi attesa infruttuosa e resteremmo senza un pezzo fondamentale. Da non scartare a priori. Per il fantabasket prenderei Sloukas!
    Williams. Non lo vedo cosi’ determinante e dedito al gioco di squadra. Preferirei Shengelia o Singleton.
    Un pensiero su Kalinic, giocatore solido ed abituato a giocare partite importanti: sarebbe un buon colpo. I greci (che sono “cominitari”) hanno mediamente buon livello di prestazioni e attitudine al gioco di squadra.
    Poi se invece si vuole puntare su Calathes, cambia un po’ tutto perche’ Nick assorbirebbe buona parte del budget disponibile.

  3. Dopo 7 anni dalla “morte” di Siena, Milano ha avuto budget doppi rispetto a tutte le concorrenti. Nel mentre, è riuscita a perdere 3 scudetti ed era ben indirizzata per il quarto. Ora è tornata la Virtus, con disponibilità quasi simili. Auguri.

  4. Anche io come Fra sono perplesso sia su Williams che a Delaney.
    Shenghelia e’ il nostro 4 ideale, peccato non siamo gli unici a pensarlo…

  5. #Francesco da tifoso Olimpia ovviamente spero che Virtus non ci superi in vittorie nelle prossime stagioni. Da tifoso di basket ben divo: venga un “derby” a questi livelli! In realta’ anche Bologna dovra’ presto fare i conti con il doppio impegno LBA e EL, che non e’ la stessa cosa che giocare LBA e un’altra coppa europea, comunque lunga ma meno logorante. Senza voler sminuire nessuno ma la competizione europea di allora (Siena) era un po’ meno stancante. Comunque e’ tristemente vero che Milano in questi ultimi sei anni avrebbe dovuto vincere SEMPRE lo scudetto, senza se e senza ma.
    Good luck, Virtus!

  6. Come avremmo potuto vincere senza continuità, a fine 2015 il bdg non è stato aumentato e abbiamo rinunciato ad atleti come Langford e Lawal, con conseguente scazzo e rinuncia all’incarico da parte di Banchi gelsomino è rimasto 2 anni, Pianigiani, per fortuna 2 e da Messina volevamo risultati subiti anzi prima di subito! Ma per favore Anche il grande Peterson i primi due anni non andò benissimo ma rima se per 9 anni dal 1978 al 1987 e con che risultati! la Virtus stessa al primo anno di Djo non fece gran bella figura in campionato Si è riscattata in coppa e quest’anno viaggiavano come treni prima del LD. Lo scudetto 2020 era tutto da giocre ma le possibilità Virtus di vincerlo non erano poche,
    Detto questo in paricolare a Francesco e super tollerante Di.Me pensando al futuro concordo con la bocciatura di Delaney e Williams, anche se quest’ultimo mi diverte molto come stile di gioco per i motivi ben esposti da Fra84 e la propensione di Delaney a parlare troppo e senza filtri-
    Datome su tutti per la caratura morale e Shenghelia tutta la vita.Moretti intrigante se possibile io lo firmerei subito con l’accordo di permettergli di fare il quarto anno a Texas Tech Cresce, matura ,si laurea è soddisfatto e arriverebbe più completo.
    Ma questi sono solo sogni da tifoso

  7. D’accordo su Moretti, anche io gli lascerei finire il college e poi lo porterei a casa.
    Studiando un po’ mi sono convinto di Kalinic, sarebbe un ottimo innesto, anche come età.
    Datome mi piace un sacco da tutti i punti di vista, ma forse potrebbe avere stimoli limitati e non è più giovanissimo in rapporto ad un ingaggio che immagino importante.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Luca Baraldi: Contrari non ai controlli, ma ad un budget obbligatorio

Luca Baraldi, ad della Virtus Bologna: Quantificare un budget significherebbe redigere un documento non veritiero e la Virtus non si presta
Luca Baraldi

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Stefano Sardara
Buongiorno Olimpia | Ravenna furiosa, ma Torino merita la LBA

Buongiorno Olimpia, la rubrica quotidiana di cui non si sentiva il bisogno che ci accompagnerà ogni mattina al risveglio in...

Chiudi