Malcolm Delaney | Il divorzio blaugrana e Olimpia Milano

Alessandro Maggi

Malcolm Delaney ha risolto consensualmente con il Barcellona. I retroscena di una separazione e il possibile ingresso di Olimpia Milano sulla scena

Malcolm Delaney è dunque tornato free-agent dopo la manciata di mesi a Barcellona. Il classe 1989 chiude la sua stagione con 10.3 punti e 3.6 assist di media in ACB, 10.2 per 4.8 in EuroLeague.

Malcolm Delaney e il divorzio dal Barcellona

Malcolm Delaney ha trovato l’accordo di rescissione consensuale con il club, dopo aver di fatto rifiutato il rientro in Spagna per la ripresa degli allenamenti. Questa notte infatti, come riportato ieri, scattava lo “sbarramento” per gli ingressi nel paese.

Barça e Malcolm Delaney hanno raggiunto un accordo per la risoluzione del contratto del giocatore americano, scaduto il 30 giugno 2020. Il Club gli augura buona fortuna nella sua vita personale e professionale.

In caso di arrivo infatti, il giocatore avrebbe dovuto sostenere quindici giorni di quarantena, saltando la fase di preparazione con il club. Delaney avrebbe ripreso gli allenamenti effettivi solo ai primi di giugno, a pochi giorni dall’ipotetica fase finale di Acb.

Dopo una settimana di confino a Barcellona, Malcolm Delaney aveva fatto rientro negli USA contro il parere del club, che pure gli diede il via libera alla partenza.

Da allora, nella sua casa di Atlanta, il giocatore aveva criticato ogni ipotesi di ritorno in campo, in ACB come in EuroLeague, peraltro non propriamente in linea con la politica di attesa della sua società.

Malcolm Delaney e le reazioni

Sto andando a letto … parlerò di ogni cosa quando mi sveglierò. Soprattutto dell’amore e del supporto dei tifosi del Barcellona e di quanto apprezzi la loro vicinanza … Avrei voluto che le cose finissero diversamente, ma la vita e gli affari non funzionano sempre così

Il giocatore ha poi commentato le sue motivazioni.

Malcolm Delaney e il futuro

Malcolm Delaney è stato accostato nelle scorse settimane a Olimpia Milano e Olympiacos, ipotesi confermata anche dal giocatore. Aveva contratto 1+1 con i blaugrana.

In questo scenario di grande complessità, con alcune leghe ancora in gioco o totalmente non chiuse, il suo status è la prima certezza. Shane Larkin e Mike James non hanno infatti chiuso all’NBA, sogno reale di Vasilije Micic, e se Facundo Campazzo flirta con varie franchigie anche Nick Calathes non ha totalmente definito se il suo futuro sarà o meno ad Oaka.

Questa situazione potrebbe dare un vantaggio al giocatore, che tuttavia ha pregi e difetti. E i difetti sono in una comunicazione troppo spesso non mediata.

La libertà d’espressione è dovuta, così come il personale parere, ma se un club sceglie il silenzio, come reagirà a tweet aggressivi di un suo tesserato in merito?

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

La verità di Malcolm Delaney: Al Barcellona sono stato escluso

La verità di Malcolm Delaney: Non parlo con Pesic da marzo, non mi hanno permesso di allenarmi su Zoom con i compagni, e nessuna offerta di rinnovo
Malcolm Delaney

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Olimpia
Olimpia Milano mercato | Malcom Delaney rescinde con il Barcellona

Il giocatore americano ha chiuso ufficialmente la sua avventura in terra catalana ed ora è libero sul mercato

Chiudi