Non si completa la rimonta dell’Olimpia: festeggia il Fenerbahce

I biancorossi vanno sotto di 17 punti nel secondo periodo, rimontano fino al -2, ma non hanno mai la palla per il sorpasso

L’Olimpia Milano cade per la terza volta in fila in Eurolega, allungando ad otto la striscia negativa in trasferta. I biancorossi cedono al Fenerbahce Istanbul (73-64), difendendo almeno il +13 dell’andata, dopo una partita vissuta sempre all’inseguimento. I padroni di casa vanno anche a +17, l’AX rimonta fino al -2, ma nel finale Kalinic, De Colo e Sloukas regalano il successo alla formazione di Obradovic.

LE PAROLE DI ETTORE MESSINA IN SALA STAMPA

Non basta una delle migliori partite europee di Kaleb Tarczewski (19 punti e 9 rimbalzi) e più di un ottimo brano difensivo, però tirando con un pessimo 3/16 dall’arco è difficile riuscire a vincere le partite, soprattutto su campi molto caldi come quello di Istanbul. A questo va aggiunta qualche palla persa di troppo ed un parziale di 25-7 subito a cavallo del primo intervallo, che alla fine è stato quello decisivo per un break mai più recuperato completamente dai biancorossi.

Fenerbahce vs Olimpia Milano | La partita

I padroni di casa trovano presto un primo allungo nel finale di primo quarto, quando un Datome già a quota 8 personali fa 19-13. Arrivano troppe palle perse (5 in 10’) e la fuga turca prosegue, supportata da un antisportivo di Scola, per il +9 del primo intervallo. L’AX cresce in difesa, tiene per oltre quattro minuti a secco il Fener, però dall’altra parte non fa punti e così è sempre -9, quando Vesely schiaccia in contropiede il primo canestro dei suoi. E da quel momento si sbloccano i turchi: Westermann, il capitano azzurro e Sloukas puniscono dall’arco e la fuga è importante (37-20 al 17’). 

Una piccola reazione vale il -10 all’intervallo lungo, però in avvio di ripresa c’è Thomas a diventare un fattore per i turchi e l’AX non riesce a dare un seguito al parziale, restando sempre attorno alla doppia cifra di ritardo, nonostante un’ottima prova di Tarczewski. Tre canestri in fila del lungo permettono un riavvicinamento (54-47 al 29’), poi la difesa riesce a dare ancora una mano ed un parziale di 7-0 riporta Milano ad un possesso a 5’ dalla fine, con il jumper di Della Valle. Kalinic sblocca i padroni di casa, Micov sbaglia due canestri dall’arco ed i dardi di De Colo e Sloukas spezzano la resistenza milanese. Ed arriva il terzo ko di fila, con un record in classifica sceso sotto il 50%.

Fenerbahce vs Olimpia Milano | La diretta del match

Fenerbahce vs Olimpia Milano | Il tabellino

FENERBAHCE ISTANBUL-AX ARMANI EXCHANGE MILANO 73-64 (24-15, 41-31, 56-47)

Clicca qui per il tabellino del match

Olimpia Milano calendario | I prossimi appuntamenti

I biancorossi chiuderanno il loro tour esterno domenica prossima (ore 17.30) sul campo dell’Allianz Trieste, per poi fare finalmente ritorno al Forum di Assago giovedì sera (ore 21.15) nel match europeo contro il Bayern Monaco

16 thoughts on “Non si completa la rimonta dell’Olimpia: festeggia il Fenerbahce

  1. Grande partita tra due squadre cazzute.
    La mia squadra mi è piaciuta e ad un certo punto la potevamo far svoltare.
    Mi è piaciuta molto la difesa, la caperbieta’, la costanza.
    Siamo sulla strada giusta, quando rientreranno in forma gli attaccanti non sarà facile batterci.
    Ora concentriamoci sul Bayer, perché quella davvero non possiamo sbagliarla.

  2. Quando a loro serviva i vari De Colo, Datome, Sloukas e Kalinic l’han messa, noi abbiamo sbagliato l’impossibile. Un Micov inguardabile, un Chacho scentrato, un Sykes timido e falloso, Nedovic usato solo 4min. Insomma l’attacco ancora una volta mostra limiti che in Europa paghi… Bravo Tarc, la sua miglior partita in maglia Olimpia.

  3. Con il 19% da tre e con il 42% ai liberi è dura vincere questo tipo di partite. Peccato perché si poteva anche fare nonostante stiamo giocando con Nedovic e Gudaitis a mezzo servizio.
    Meno male che domani cambiamo allenatore, mi sembra che i nostri cari amici ne hanno trovato uno che vende bibite allo stadio.
    Arrivederci alla prossima settimana.

  4. Bene.mi f molto piacere per chi apprezza quel incompetente seduto sulla panchina.Molto bene andiamo avanti cosi,con questo non si vince neanche in campionato.campagna acquisti sbagliata,fatta da lui e squadra senza gioco. Ridicoli

  5. Temo che gli incompetenti non siedano in panca ma sulle tribune del Forum, come si fa a non apprezzare il gioco espresso dalla amata, evidentemente non da tutti, Olimpia questa sera? Di fronte c’era una signora squadra che abbiamo impegnato fino in fondo, perso si ma per meri dettagli
    Certo con il 42% ai liberi e il 19% da tre tutto si complica e il Fener non è squadra che perdona.
    Formidabile la loro difesa e grande merito a Tarzan e al Chacho di averla bucata con il p&r

  6. Milano c’e’. Recupera dopo due quarti pessimi. Tiene il fener a 70 punti. Il tutto tirando 4 su 18 da tre e con meno del 50% ai liberi (!). E alla fine e’ -9,con scontri diretti favorevoli (sempre che si arrivi a pari punti). Datome mostruoso come (quasi) sempre contro di noi!

    Non preoccupiamoci: la tiritera di ViaMessina si scatenera’ ad ogni sconfitra. Questo doveva essere l’anno dei play off di EL e siamo ancora in corsa nonostante gli infortuni, il bibitaro in panca e un mercato conpletamente sbagliato.

  7. Certo chi critica è incompetente mentre chi elogia è competente..intanto mentre voi elogiate noi abbiamo perso di nuovo ma voi riuscire a giustificare l’impossibile….come si fà a dire che c’è la siamo giocata quando abbiamo perso di 9 punti?? Non appena ci siamo avvicinati loro hanno ripreso a giocare..se avessimo perso di 2 p 3 punti ce la saremmo giocata..ma tanto gli unici competenti siete voi

  8. Lasciare il Fenerbahce a 73 punti non mi sembra un onore ma dimostra solo che agli altri basta veramente poco per batterci..

  9. Allora GAE interloquisco con te solo per darti un messaggio chiaro e conclusivo.
    A noi pecore, che non nomino perché ormai sai chi siamo, della tua opinione non frega assolutamente nulla. Tanto quanto a te della nostra.
    Due universi paralleli.
    A noi piace confrontarsi tra noi, scambiare opinioni e cercare di trovare spunti interessanti e nuovi. La tua lezione l’abbiamo imparata, un taglia e copia infinita del solito concetto, una noia mortale.
    Quindi se ti diverti a stare su questo blog, stai. Ma davvero non capisco che te ne viene, a parte ridere dei nostri commenti. Se questo è il tuo fine, fai pure, noi siamo pagati da Messina apposta.
    Con affetto, Tom

  10. Per raffreddare un po’ gli animi….. avete visto il match clou? Efes e Real sono su un altro pianeta. Milano ci arrivera’ ma per ora c’e’ davvero grande differenza. Peccato per l’arbitraggio di infimo livello, che poteva rovinare questa splendida partita.

  11. Si bellissima partita.
    Negli ultimi 2 minuti il Real ha fatto gli stessi errori dell’Olimpia e la persa. Perché in fondo contano anche gli episodi.
    Ma tra loro e gli altri, ovviamente inclusi noi, in questo momento c’è un abisso.

  12. Ciao Gae, non essere io centrico, il mio “gli incompetenti temo siano seduti sugli spalti non era riferito a te, per quanto… Ma era la risposta a Marcello che taccia di incompetenza Ettore Messina, grande eresia!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Messina: Abbiamo lottato e combattuto. Quei tiri aperti sbagliati...

Le parole del coach biancorosso, dopo la sconfitta dell'Olimpia sul campo del Fenerbahce Istanbul

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Eurodevotion, la sfida Obradovic-Messina nei numeri

Alberto Marzagalia di Eurodevotion lancia Fenerbahce vs Olimpia Milano con la «sfida nella sfida» tra i due coach, Zeljko Obradovic...

Chiudi