Annunci

Anche Shelvin Mack saluta l’Olimpia Milano: c’è l’Hapoel Gerusalemme

Dopo l’addio a Aaron White in direzione Tenerife, un’altra uscita in casa Olimpia Milano. Shelvin Mack ha risolto il suo accordo con i biancorossi

Annunci
Read Time:39 Second

Dopo l’addio a Aaron White in direzione Tenerife, un’altra uscita in casa Olimpia Milano.

E’ finita infatti la corsa di Shelvin Mack, che aveva firmato in estate un accordo biennale (ma con clausole d’uscita, come lo stesso Aaron White), ma si è ritrovato poi ai margini, con l’arrivo di Keifer Sykes a chiudere ogni discorso.

Shelvin Mack è in Israele per firmare con un team di Winner League secondo quanto riferito a Sportando e realolimpiamilano.com. Il club è l’Hapoel Gerusalemme, da cui è stato annunciato in serata.

Shelvin Mack ha dunque risolto l’accordo con Olimpia Milano, e il suo addio è stato annunciato dal club nel tardo pomeriggio.

Singolare come il giocatore sia in Israele con la stessa Olimpia Milano, impegnata questa sera con il Maccabi Tel Aviv.

About Post Author

Alessandro Maggi

alekmaggi@gmail.com Giornalista Professionista, direttore responsabile presso Be.Pi Sport, collaboratore presso Sportando, cronista per Il Giorno
Annunci

7
Lascia una recensione

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami
orlandoilrosso
Ospite
orlandoilrosso

In bocca al lupo Shelvin

Tom Sawyer
Ospite
Tom Sawyer

In bocca al lupo.

Mi resta un po’ di amaro in bocca, non sono convinto che sia stato fatto tutto quello che si poteva per integrarlo.

Ma ovviamente ci sono molte cose che accadono in palestra che noi non vediamo e non sappiamo…

Luca Paris
Ospite

Toppata colossale del Presidente/Coach. Purtroppo condizionante l’intera annata. Senza contare l’altro abbaglio A. White.
Anche i grandi sbagliano, Rubini andò personalmente a prendere George Brosterhous, rimasto poi negli annali solo perché teneva in casa… un pitone!

Vittorio Ferè
Ospite
Vittorio Ferè

Presero Brosterhous convinti fosse un centro, allora le informazioni sui giocari non erano così facili da avere, perchè il grande “nemico” da combattere era Meneghin, invece era una che ora chiameremo ala piccola e faceva una fatica bestiale sui centri avversari

g
Ospite
g

Hapoel tel aviv… a mano che non vi siano stati veti da parte di Milano per trasferimenti a club maggiormente interessanti, ma potenzialmente concorrenti, diciamo che mack non finisce proprio in una squadra di prima fascia, segno forse che non sono in molti a credere che sia stata l’Olimpia a gestire male il giocatore. Piuttosto sembra un giocatore con un appeal assai scarso cui nessuno di alto livello (nba, Europa che conta anche di EuroCup) vuole offrire una seconda chance.

GAE
Ospite
GAE

Caro G Il problema non è averlo o non averlo saputo gestire ma è averlo scelto visto che era sconosciuto e ai è rivelato scarso..infatti basta vedere per chi sta firmando..la cosa che più fà ridere è che lo ha scelto uno che per anni è stato in NBA seppur da secondo e non a un allenatore qualunque..

Noodles
Ospite
Noodles

Errore evidentissimo di mercato che pesera’ molto sulla stagione. Da tempo era chiaro che sarebbe finita cosi.
Stesso discorso vale per White.
Scelte di mercato assolutamente indifendibili, senza se e senza ma.

Sic transit gloria mundi….

Next Post

Ettore Messina: Con James sono stato chiaro, abbiamo parlato tanto

Ettore Messina, nel giorno di Maccabi vs Olimpia Milano, ha rilasciato un'intervista a Yakov Meir: Di Roll apprezzo personalità e talento
Ettore Messina

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: