Dejan Bodiroga: Messina non si discute, l’Olimpia crescerà

Il grande ex giocatore biancorosso alla Gazzetta dello Sport: “Peccato il mio ciclo a Milano durò solo un biennio”

Dejan Bodiroga è stato uno dei più grandi giocatori visti in maglia Olimpia Milano, seppur per un periodo limitato di tempo, ma sufficiente per portare i biancorossi alla conquista dello scudetto e della Coppa Italia 1996. Il serbo ha rilasciato un’intervista alla Gazzetta dello Sport, in cui ha parlato di quel periodo e dell’Olimpia attuale.

Dejan Bodiroga e la sua carriera all’Olimpia

Quel trasferimento in blocco da Trieste di 6 giocatori, il coach e il proprietario-sponsor fa ancora storia. Fu un evento inedito che all’inizio facemmo tutti fatica ad assimilare. Ma con prime vittorie, il gioco spettacolare di coach Tanjevic e soprattutto scudetto e Coppa Italia dopo 18 anni di digiuno, il progetto di Bepi Stefanel aveva bruciato le tappe. Peccato che durò solo un biennio: potevamo vincere anche l’Eurolega. L’addio di Tanjevic fu il punto di rottura“.

Delusione? “Più rimpianto. Boscia aveva costruito una squadra molto futuribile, con giocatori che poi avrebbero fatto bene anche in azzurro come De Poi e Fucka. E poi Gentile, Pilutti e Cantarello. C’era tutto per costruire un ciclo vincente, invece venne terminato al primo successo“.

Dejan Bodiroga e l’Olimpia Milano attuale

Coach Messina non si discute, ma anche lui, in una squadra che ha cambiato tanto, ha bisogno di tempo per imporre il proprio basket. L’Olimpia crescerà forte, vedrete“.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Virtus Roma vs Olimpia Milano | Non giocano Roll e White

Le scelte di coach Ettore Messina sul turnover in casa biancorossa, per il derby metropolitano tra Virtus Roma e Olimpia Milano
Michael Roll

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Virtus Roma vs Olimpia Milano | In campo alle 14 al PalaEur

La squadra di Messina cerca di tornare alla vittoria in campionato, attesi 7.000 spettatori al PalaEur

Chiudi