Mike James risponde al presidente Dell’Orco su Twitter

Dopo le parole di Leo Dell’Orco, presidente di Olimpia Milano, sulla vicenda Mike James, il giocatore non si è fatto troppo attendere su Twitter

Dopo le parole di Leo Dell’Orco, presidente di Olimpia Milano, sulla vicenda Mike James, il giocatore non si è fatto troppo attendere su Twitter (in aggiornamento).

Nella serata di ieri Mike James ha trascinato il Cska alla vittoria nel derby di Mosca con il Khimki. Per Leo Dell’Orco la fine della sua avventura in Olimpia Milano deriva dal torneo estivo cui ha preso parte.

12 thoughts on “Mike James risponde al presidente Dell’Orco su Twitter

  1. Se non ha chiesto il permesso ed è andato a giocare la cosa è unprofessional (si sarebbe potuto infortunare). Comunque basta con Mike James. E’ il passato che in pochissimi rimpiangono

    1. Se fosse veramente cosi che hanno ceduto James perché è stato poco professionale per aver giocato un torneo con amici allora perché hanno acquistato White che ha giocato lo steso torneo di James?? Come valeva per James il rischio infortunio valeva anche per White..proprio. non cè la fate proprio ad essere obiettivi e siete prevenuti verso James solo perché sfortunatamente non siamo riusciti a vincere nulla altrimenti ora si parlerebbe diversamente..per me le parole di Dell’Orco sono solo giustificazioni labili di chi non sà come motivare la cessione di un campione

      1. La differenza sta nell’aver avuto o meno il permesso di giocare se era sotto contratto. La giustificazione su White non c’entra nulla perché non era un giocatore dell’Olimpia Milano. Il punto è questo: rispettare le regole = chiedere permesso, e non fare quello che passa per la testa. Non è giocare un torneo. Messina ha in mano la squadra e si vede (basta vedere i time out tutti attenti mentre James quando parlava Pianigiani era voltato dall’altra parte), quindi può darsi che l’averlo tagliato sia stato (oltre alle considerazioni tecniche) un messaggio all’ambiente.

  2. Certo che hai le idee un po’ offuscate se affermi che White non è un giocatore dell’Olimpia Milano altrimenti quello che gioca con noi sarebbe il fratello?? Visto l’ora in cui mi hai risposto spero sia dovuto a un bicchiere di birra di troppo..Suvvia cerca di essere almeno un po’ obiettivo perché non è stato tagliato per avere giocato un torneo con amici dove c’erano anche altri giocatori europei di Eurolega..

  3. leggi bene il messaggio precedente dice, (non era) non (non è) quindi non essendo ancora dei nostri poteva fare quello che voleva

    1. Ma anche se non era ancora nostro cmq era in trattativa visto che pochi giorni dopo è stato annunciato come nuovo giocatore ma a prescindere da questo voi siete prevenuti verso James e a fine anno tireremo le somme..vedremo cosa vinceremmo noi e cosa avrà vinto James con il CSKA MOSCA..

      1. E cmq tutti quelli che ora giudicano negativamente James erano quelli che al suo arrivo erano entusiastici..io me li ricordo ancora tutti i commenti al suo arrivo..ora è facile sparare contro lui ma ci ricordo che il gioco del basket è in gioco di squadra non.individuale e James non giocava da solo..e cmq all’inizio del campionato facemmo tante vittorie di seguito in campionato mentre ora abbiamo già perso 2 partite su 3 in casa..cmq ripeto vedremo a fine stagione chi avrà ragione e chi avrà torto..io da tifoso di Milano spero di avere torto ma ne dubito..

  4. Direi che hai chiarito il concetto numerose volte. Spesso in modo sgradevole verso altri tranquilli partecipanti a questo spazio, come hai appena mostrato sopra (tra l’altro sbagliando).
    Io ho applaudito James, ma tifo Olimpia non James. E mi piace veder giocare a pallacanestro, non vedere James. Anzi, James non è il tipo di giocatore che amo. Mio gusto che non obbligo nessuno a condividere.
    Considero Messina un ottimo allenatore che predica la pallacanestro che piace a me, non deve piacere a tutti, ma a me piace molto. Se Messina ha valutato che James non era adatto al suo progetto, lui saprà perché e ha fatto bene a farlo.
    Chiuso il discorso.
    A te non convince? Bene, ce ne faremo una ragione ma abbi la modestia di evitare illazioni sul fatto che Messina voglia solo giocatori di basso livello per non essere oscurato, perché il ragionamento è talmente debole che si commenta da solo (idem per Nedovic che secondo te si è operato tardi per non saltare le vacanze… ).
    Ora possiamo chiudere questa infinita discussione su James e guardare avanti…?

    1. La discussione su James continuerà per anni – e il suo rimpianto, e l’ammirazione per le sue giocate, anche quelle, sfolgoranti come sempre, di oggi col CSKA.

      Milano però non era Mosca, e non lo è oggi – ancora.
      Aveva ed ha esigenze diverse da quelle di Itoudis. Che Mike James non potrebbe soddisfare.

      E ci sono altri però, secondo me.

      Anche con noi, per esempio, James iniziò alla grandissima, segnando tanto, segnando a volontà come sta facendo oggi, poi però deteriorandosi man mano, fino al disastroso finale di stagione – il peggiore di tanti anni recenti.
      Non glielo auguro, perché lo ammiro e ho negli occhi certi suoi canestri decisivi per i quali gli sarò sempre grato, come sportivo di Milano e del basket.
      Ma onestamente me lo aspetto.

      Perchė?
      Lo stress delle partite non sembra intaccare il suo fisico, ma intacca la sua mente decisamente narcisa.
      Il peggioramento della sua condotta difensiva, nel tempo, con la fatica, gli fa scegliere di smettere di difendere – se non recuperando un paio di palloni: azione spettacolare che si addice al suo narcisismo, ma che già dal minibasket insegnano a non inseguire – per continuare a brillare in attacco.
      Da vero narciso – solo che il tiro da 3, dalla metà stagione in poi, comincia a difettargli.

      Mosca non è Milano, James non sarà oppresso dal minutaggio come lo è stato necessariamente da noi, sarà quindi più fresco e rilassato.
      Mi aspetto però, e non glielo auguro, un cedimento narcisistico alle prime difficoltà, a qualche critica che arriverà.

      E poi diciamone un’altra: chi è cresciuto, a Milano, sotto la sua ala?
      Nessuno.
      Mentre col Chacho e Messina sta già crescendo bene Moraschini, Della Valle balbetta meno, Biligha sta cercando di dimostrare qualcosa.
      Un risultato che secondo me è molto più importante di quello di un fenomeno che ritocca continuamente i suoi primati, ma che gioca solo per quello.

      Perché l’Olimpia Milano durerà ancora di più della discussione su The Natural…

      1. Condivido molte cose che hai scritto però approfondirei alcuni aspetti..bisogna riconoscere che se James è arrivato al.momento clou spremuto è derivante dal fatto che è stato sottoposto ad un elevato minutaggio derivante dagli infortuni perché altrimenti dubito che sarebbe arrivato in quelle condizioni..per quanto riguarda Messina vi ricordo che Banchi, Repesa e Pianegiani hanno vinto al primo anno quindi visto la considerazione che tutti avete per il messia Messina quest’anno dobbiamo vincere il campionato italiano e la coppa Italia altrimenti sarebbe un autentico fallimento e su questo credo che siamo tutti d’accordo perché si può discutere di tutto ma alla fine per il vero tifoso conta vincere..il tempo è galantuomo..

  5. Credo che GAE abbia ragione, James è stato spremuto troppo e gli è stato chiesto troppo ed il suo ego è cresciuto troppo
    Credo che Palmasco abbia ragione, James a Mosca è in una squadra già strutturata e fara’ bene avendo un minutagggio più adeguato mentre non è stato ritenuto funzionale al progetto di rinnovamento di Milano
    Credo che Tom Sawyer abbia ragione quando dice che forse questa discussione non abbia più senso.
    Mettiamola così speriamo in una finale CSKA-Olimpia così siamo tutti contenti (so che è un sogno)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Samardo Samuels firma in Grecia

Nuova avventura in Grecia per Samardo Samuels. L’ex centro di Olimpia Milano è stato annunciato oggi dal Panionios, dove firma un contratto annuale
Samardo Samuels

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Dino Meneghin
Dino Meneghin, il 19 novembre il ritiro della sua maglia

La maglia della leggenda di Olimpia Milano, e del basket italiano, Dino Meneghin sarà ritirata. Lo ha annunciato il presidente...

Chiudi