Annunci

Il posto di Vlado Micov nella Milano di Ettore Messina

Mai troppo celebrato il biennale di Vlado Micov con Olimpia Milano. Alcune testimonianze del passato nel rapporto con Ettore Messina

Annunci

Annuncio mai abbastanza celebrato del Mercato Olimpia Milano, prima del termine della scorsa stagione Vlado Micov ha messo nero su bianco un nuovo contratto biennale con il club dopo i due annuali firmati nel 2017 e nel 2018.

Vlado Micov, la sua ultima stagione

Ora Olimpia Milano valuta vari profili nel ruolo, con James Nunnally e la sua agenzia a smentire l’addio nonostante il work out sostenuto a Las Vegas per una squadra della lega cinese, e il successivo coinvolgimento del giocatore stesso nell’invecchiamento social via FaceApp poco dopo i mancati auguri di buon compleanno.

In tutto questo, Vlado Micov resta la certezza. Seconda opzione offensiva in pianta stabile della passata stagione, il classe 1985 ha messo insieme i suoi migliori numeri europei in carriera, con 13.9 punti, 3.2 rimbalzi, 2.5 assist e 1.1 palle rubate, con il 50.3% da 2 e il 39.4% da 3.

Vlado Micov si è quindi maggiormente gestito in campionato, alzando non di poco il rendimento nel momento disperato, ovvero la perdente serie di Sassari, con i 16 punti di gara-1, i 21 di gara-2 e i 10 di gara-3.

Simone Pianigiani non poteva fare a meno della sua presenza, e lo stesso pare valere per Ettore Messina, nonostante i rumors di qualche ruggine passata in riferimento all’esperienza comune al Cska Mosca.

Vlado Micov per Vlado Micov e Ettore Messina

In un’intervista concessa nel suo primo anno al Galatasaray a BasketUniverso, Vlado Micov si espresse così:

«Il Cska lo aveva richiamato per rivincere l’EuroLeague, ma fallimmo entrambe le volte alle Final Four»

Poche ma nette parole, in cui si fa riferimento al solo campo, e ad un’esperienza che divenne sportivamente fallimentare proprio al Mediolanum Forum d’Assago contro il Maccabi Tel Aviv.

Vladimir Micov è questo. Persona di poche parole ma di concetti chiari, senza giri di parole o ricerche di sinonimi dolcificanti.

«Sono una persona diretta. Dico sempre quello che penso e lo faccio con grande onestà» (Corriere della Sera). 

Cosa ben nota a Sasha Djordjevic, con cui il rapporto si interruppe in seguito alla cacciata dalla nazionale serba nel 2014.

«A tre giorni dal Mondiale giochiamo questa amichevole con la Nuova Zelanda, vengo sostituito e come sempre, quando esco, do il cinque a tutti i compagni, che abbia giocato bene o male. Djordjevic mi urla “vieni qui, vieni qui e siediti”. Non ho capito bene che cosa fosse successo, mi pareva esagerato. L’ho guardato. E lui mi ha allontanato dicendo che ero persona non gradita. Da quel momento è come se non fossi più esistito». (Corriere della Sera)

Cosa accadde? Secondo le ricostruzioni, il giocatore avrebbe lanciato un asciugamano contro Djordjevic, ma lui si difese così:

«Non posso aver lanciato un asciugamano senza averne uno in mano».

E anni dopo: «Si comportò da giocatore più che da allenatore».

Questo invece Ettore Messina nel maggio del 2014 dalle colonne de La Provincia.

«Vlado è un giocatore estremamente intelligente che intuisce un attimo prima degli altri cosa sta per accadere. In queste due stagioni a Mosca ha avuto modo di allenarsi al fianco di compagni di altissimo livello e di affrontare, alla pari, i più forti team di Eurolega. Non dovrei dirlo io, ma è naturale che con questo continuo “confronto” sia cresciuto ancora parecchio».

E si arriva a quell’espressione un po’ così:

«Ha sempre la stessa faccia, quella di uno al quale sembra non fregare nulla qualunque cosa accada. Ma l’espressione monotematica del viso non descrive il personaggio. I compagni, infatti, hanno identificato in lui un autentico leader».

Da qui un aneddoto:

«Mi ha colpito come in occasione della consegna dei premi prima dell’inizio della recente amichevole tra noi e la Vitasnella al Pianella, tutta la nostra squadra abbia interrotto il riscaldamento per applaudirlo, come fosse un gesto di riconoscimento nei suoi confronti. Un tributo . Quanto a me, non lo faccio praticamente mai partire in quintetto, ma poi quando lo mando in campo so di poter avere determinate garanzie. Inoltre, è in grado anche di cambiare una partita».

Vlado Micov e il posto nella Milano di Messina

Quindi quale sarà il ruolo di Vlado Micov nella Milano di Messina? Credibile un suo ingresso dalla panchina, con un minutaggio più controllato ma con identica centralità, per un lavoro in post maggiormente sfruttato soprattutto grazie al movimento dei compagni. 

Aspetti che nella pallacanestro di Messina hanno sempre trovato spazio e valore, così come il play aggiunto in grado di sostituirsi al regista di partenza nel corso dell’azione.

Annunci

One thought on “Il posto di Vlado Micov nella Milano di Ettore Messina

  1. Non è il fatto di non celebrare il rinnovo,
    non avendo scritto nessuna comunicazione ufficiale difficile festeggiare.
    Vlado sarà il metronomo dell’Olimpia di Ettore Messina,su questo non ci sono dubbi.
    L’importante sarà usarlo senza spremerlo in modo che lui,MJ,Neda,Nunnally e tutti gli altri assieme ci facciano fare quel salto di qualità che abbiamo intravisto l’anno nella prima parta della stagione di #Eurolega.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Per la Prealpina prossima la risoluzione con Mike James

Mercato Olimpia Milano, si torna a parlare di un addio di Mike James. Secondo La Prealpina il divorzio sarebbe possibile, anzi probabile

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: