Il mercato dei play europei è la chiave per Mike James e l’Olimpia Milano. Lo stato dell’arte tra manie di protagonismo

Mike James, solo Mike James, esattamente come un anno fa di questi tempi con Jordan Theodore. Sperando che l’epilogo, della trattativa, sia identico, ma non quello in campo, scendiamo nel particolare cercando di far quadrare due fattori: il futuro del giocatore, lo stato del mercato europeo sui play.

Nick Calathes

Il Panathinaikos, come noto, ha messo sul piatto un’offerta di rinnovo triennale per 6.5 milioni di euro. Il giocatore non ha dato risposte entro la dead line inizialmente proposta, venerdì scorso. La cosa non è piaciuta a Dimitris Giannakopoulos che, secondo i ben informati, non è uomo da trattative, e non avrebbe comunque la possibilità di alzare di molto la proposta. Ad Atene si teme che, dietro a tutto, ci sia il Fenerbahce più che un’occasione di rientro in NBA;

Brad Wanamaker

Secondo la stampa turca, l’opportunità Barcellona sarebbe una colossale bufala. Inutile parlare di Milano, quindi restiamo sui fatti: il play Usa non era più nei programmi di Obradovic, e aveva in testa solo l’Nba. L’occasione è arrivata da Boston, e ora i turchi cercano un sostituto entrando a piedi pesanti sul mercato;

Milos Teodosic

Ecco l’ultimo nome che potrebbe scompaginare ogni vicenda. Il play serbo non rientra nei piani dei Clippers, e potrebbe anche tornare in Europa. Secondo la stampa greca, il Fenerbahce sarebbe il primo interessato, e questo chiuderebbe ogni strada a Nick Calathes, che a quel punto potrebbe rappresentare il dopo-Doncic a Madrid;

Barcellona

No Wanamaker, e allora perchè non affrontare la prossima stagione con Pangos e Heurtel, togliendo il francese dalle possibili uscite? L’agente Misko Raznatovic segue con interesse la vicenda, e alla fine alternative di pari livello, in Europa, non ce ne sono alla portata dei blaugrana. Unico nome in uscita nel ruolo potrebbe essere Leo Westermann del Cska, reduce da una stagione quanto meno difficile;

Maccabi Tel Aviv

E arriviamo al Maccabi Tel Aviv. Come riportato questa mattina da Sportando, la dirigenza israeliana è pronta a fare uno «sforzo insolito» per Mike James. Dopo la riconquista del titolo nazionale la volontà è riportarsi in alto anche in Europa, e dopo un primo abboccamento con Wanamaker, ecco il milione e sette (in dollari) messo sul piatto per Mike James. E’ lui il giocatore che si vuole mettere al centro del progetto giallo, ed è per questo che le altre trattative sono al ribasso, ovvero Kendrick Ray (250.000 dollari) e Angelo Caloiaro (400.000, quando un anno fa Thomas ne prendeva 100.000 in più). Il tutto, lasciando su un binario morto la trattativa di rinnovo con Jeremy Pargo.

Mike James

A prescindere dalla trovata (di dubbio gusto) di far parlare di sè su Twitter, il play USA gioca con i tifosi, facendo spallucce alle richieste di permanenza al Panathinaikos, e ammettendo le offerte di Maccabi Tel Aviv e Olimpia Milano, con la seconda che sarebbe più alta a livello economico. I «gialli» hanno il loro fascino, l’Olimpia il peso di uno sponsor prestigioso e una posizione sempre più dominante in patria, ma tutto questo «scherzare» del giocatore pare sempre più una «presa di tempo». La sensazione, è che le tempistiche le stia scrivendo Nick Calathes…

Annunci

4 pensieri su “Il mercato dei play europei è la chiave per Mike James e l’Olimpia Milano. Lo stato dell’arte tra manie di protagonismo

  1. Come il post di anonimo di qualche giorno fa anche io nutro qualche dubbio: siete ancora convinti che la scelta della società di lasciar libero goudelock sia condivisibile?

    Con tutti i limiti fisici, goudelock ha dimostrato “cuore” nei momenti giusti. Ha dichiarato di trovarsi bene, di voler restare. Per me questa sarebbe stata una marcia in più nel 2019. Per me era da confermare.

    Bel forum, faccio a tutti i complimenti a tutti per la serietà. Difficile trovare di meglio.

    Matteo

    Mi piace

  2. Calathes e’ uno di quei giocatori che spostano gli equilibri. Comprensibile che tutto ruoti intorno a lui. Il vero problema e’ che se James non dovesse arrivare, sarebbe difficile trovare un’alternativa all’altezza. A meno che non arrivi l’altro James, quello delle finali nba 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...