Il dopo Khimki – L’accecante luce di Goudelock e l’urgenza di costruire un sistema difensivo

Olimpia Milano che batte 89-88 il Khimki nell’amichevole di presentazione al PalaDesio. Importante partecipazione di pubblico, grazie all’ingresso gratuito e nonostante la Nazionale, clima certamente disteso per un probabile nuovo, e forse ultimo, voltar pagina. Sul campo, la squadra di Pianigiani chiude 28-19 il primo quarto, 53-43 il secondo e 74-64 il terzo, vola anche a +16 (68-52 a 5.20 nel terzo quarto), ma si ritrova 88-88 con 40’’ da giocare, quando cioè i russi chiudono a doppia mandata la difesa e trovano continuità realizzativa soprattutto dall’arco. Simone Pianigiani che era privo di Andrea Cinciarini, Awudu Abass, Dairis Bertans, Davide Pascolo (in fase di recupero), Mantas Kalnietis, Patric Young e Arturas Gudaitis; Georgios Bartzokas che ha rinunciato ad Alexey Shved, Ivan Victorov, Dmitry Sokolov, Anthony Gill, Marko Todorovic e Andrey Zubkov.

Olimpia Milano-Khimki Mosca 89-88 (fonte olimpiamilano.com)

Milano: Theodore 14 (2/4, 2/3. 4/4 tl), Goudelock 23 (4/4, 4/7, 3/4), Micov 8 (1/2, 2/4 da 3), M’Baye 7 (2/3, 1/3 da 3), Tarczewski 15 (3/3, 9/9 tl), Ratkovica 7 (1/1, 1/1, 2/2 tl), Dragic 7 (2/3, 1/3 da 3), Fontecchio (0/1, 0/1), Ortner 5 (2/2, 1/1 tl), Jefferson 3 (1/4, 0/1, 1/2 tl).

Khimki: Honeycutt 19, Markovic 7, Pateev, Zaitsev 2, Vyaltsev 8, Sokolov, Monia 3, Anderson 10, Jenkins 8, Thomas 25, Klyuev, Karpenkov.

Andando sui tre punti focali della contesa:

Andrew Goudelock. 10 punti a fine primo quarto, 15 dopo 20’, 23 alla sirena con 8/11 al tiro, con tanto di go-to-guy nel finale. Questa prima Milano è di proprietà del «mini mamba», che riporta in biancorosso la centralità del realizzatore senza sosta, come ai tempi di Keith Langford. Pecca in alcune letture nel finale (provoca il timeout di Pianigiani dopo una persa su Jenkins a 5.25 nel quarto quarto), quando la lucidità viene meno e lui si scontra sui cambi di marcatura della difesa russa;

Jordan Theodore. 3 falli ad inizio secondo quarto, apice con due triple nel terzo: serata ondivaga per un giocatore che non ha mai avuto abitudine a dividersi i possessi con una guardia realizzatrice. Anche lui nel quarto quarto tende a fermarsi nel palleggio perdendo secondi preziosi e impantanandosi nella pressione russa, ma le gambe sono veloci, e la personalità importante. Certamente più realizzatore che gestore, lascia volentieri i momenti di costruzione al vero «regista» della squadra, Vladimir Micov;

Kaleb Tarczewski. Confuso a Castelletto, passano le settimane e il pivot Usa si trasforma, forse consapevole del timer che pende sulla sua testa dopo l’ingaggio di Arturas Gudaitis. Pecca in letture difensive contro Thomas (mai quanto un Jefferson ancora troppo indietro di condizione), diventa sostanzioso nel finale quando capitalizza almeno due palloni nel pieno rientro del Khimki. 15 punti e 9/9 ai liberi sono numeri importanti, mentre sui blocchi risulta ancora approssimativo e indeciso.

E Simone Pianigiani? Rinfrancato certamente dalla tutto sommato positiva accoglienza del Paladesio, attende l’atmosfera del Forum d’Assago concentrandosi sul puro lavoro. La sua Olimpia è tutta in divenire, splendente quando controlla il ritmo, quanto inconsistente contro una vera pressione difensiva che mette in luce anche l’attuale deficienza nel reparto lunghi. Chiama timeout puntuali e si confronta a lungo con i singoli, lasciando molte indicazioni generali all’assistente Esposito. I momenti di rimprovero sono per lo più dedicati ad improvvisazioni offensive e soprattutto atteggiamenti difensivi: in una squadra senza difensori puri (a parte il solo Dragic), la costruzione di un sistema in fase di non possesso sarà la sua sfida più affascinante, e al tempo stesso più urgente.

Alessandro Luigi Maggi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...