Annunci

Le pagelle di RealOlimpiaMilano – Kalnietis ai margini dell’inadeguatezza: storia di un maltrattamento concesso senza reazione

Milano subisce le sevizie di Trento, e incassando 52 punti in area (e concedendo 21 palle perse), cade in gara-1 di semifinale al Forum d’Assago (secondo ko in fila casalingo contro Buscaglia). 25 punti nella ripresa per gli uomini di Repesa.

McLean 5 – La condizione fisica continua ad essere preoccupante, e 6 punti e 4 rimbalzi non possono raccontare una partita. Il baluardo difensivo della squadra ad oggi non esiste più, e con lui in campo Trento pasteggia sotto il ferro.

Fontecchio ne

Hickman 5 – I numeri, come spesso capita, mascherano una gara ricca di lacune e colma di forzature. L’attacco non ha ritmo, e lui non prova a scandirlo nel silenzio: 4/9 al tiro, 5 rimbalzi, 4 assist e 3 palle perse.

Kalnietis 4 – Momenti di pochezza inattesa, non è garanzia per i compagni come per sè stesso: 0/4 a tiro e 4 palle perse.

Macvan 5.5 – Se non entra il tiro non può mascherare la sua intermittenza. Ancora un passo indietro: -1 di valutazione.

Pascolo 5 – Sofferenza difensiva, nelle letture come nell’uno contro uno. E in attacco non riesce a mascherare la mancanza.

Tarczewski 6 – Preferito a Raduljica parte con un primo quarto da 8 punti e 7 rimbalzi, rappresentando quel baluardo sotto canestro che costringe Trento alla conclusione dalla distanza, e dunque alla mediocrità. Continua a regalare energia, ma alla distanza le carenze di lettura non aiutano una squadra boccheggiante a cambiare l’inerzia.

Cinciarini 5.5 – Numeri dignitosi e, in 24’, il -2 di plus/minus può anche essere virtù. C’è la grinta, ma non la brillantezza, con 3 palle perse a cancellare i 3 assist. E difensivamente, sull’uno contro uno, non regge il passo.

Sanders 5 – Al rientro dopo una lunga sosta, è elemento fuori dal contesto di squadra: nella positività, 8 punti, e nella negatività, -14 di plus/minus (il peggiore di squadra).

Abass ne

Cerella ne 

Simon 5 – Mai in ritmo, 12 punti ma 1/6 dall’arco e 3 palle perse. In un attacco fermo, riesce solo a pungere in rari casi in avvicinamento.

Coach Repesa 5 – Rinunciare a Raduljica, accorciare le rotazioni tagliando Cerella, Fontecchio e Abass… Tutte scelte condivisibili, la colpa è essere stato spettatore del piano gara di Buscaglia.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

L'Aquila vola sul cielo del Forum: le candele milanesi si spengono nel vento della difesa trentina

Colpo esterno della Dolomiti Energia Trento in gara 1 e serie che si infiamma immediatamente. Gli uomini di Buscaglia impongono il loro piano partita per 28 minuti nei quali strapazzano una pessima Milano: dal 27-15 del 12′ si passa al 66-76 finale, che vuol dire un surreale parziale di 39-61 […]

Subscribe US Now

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: