La fondamentale vittoria di Sassari e tutto su Kaleb Tarczewski: abbiamo “sbirciato” lo «scout» Olimpia Milano, ecco cosa dice

L’Olimpia Milano batte Sassari, e probabilmente vive il momento più alto della sua stagione, ben oltre la Coppa Italia di Rimini. Perché in terra isolana arriva una prestazione di cuore e orgoglio, in una situazione di netta emergenza. E non può essere un caso che il tutto arrivi al ritmo di Andrea Cinciarini, capitano scelto dalla società che ha faticato a diventarlo anche in campo, un po’ per i malanni di fresco padre, un po’ per un rapporto di reciproca fiducia da sempre altalenante con Jasmin Repesa. Ma senza Alessandro Gentile prima, e Krunoslav Simon poi, anche l’Olimpia ha bisogno di un elemento in grado di indicare la via, a prescindere dal suo reale valore tecnico. Chiedere a chi oggi veste la maglia del Fenerbahce quanto sia importante la presenza di Melih Mahmutoglou. Vi risponderà: «tanto, tantissimo».

Parliamo comunque di mercato, nel giorno in cui emerge il nome di Kaleb Tarczewski. Accordo che sarebbe stato trovato «a voce», contratto e firme ancora tutte da mettere nero su bianco per quel che dovrebbe essere un trimestrale con opzione sulla prossima stagione, a meno di un garantito in Nba. Classe 1993, cognome polacco nativo del New Hampshire, è un prodotto di Arizona che chiuse la scorsa stagione alle semifinali del torneo della Pac-12 e con una rapida eliminazione al primo turno del tabellone Ncaa per mano di Wichita State.

Passato per le Summer League di Orlando (maglia Detroit Pistons) e Las Vegas (Washington Wizards), ha poi partecipato senza essere mai stato scelto al pre-season training camp degli Oklahoma City Thunder, venendo tagliato il 24 ottobre e finendo nei satelliti Blue di D-League. E qui, in una squadra che veleggia con record 29-14 in vetta alla Southwest Division, una media da 25’ a partita con 10 punti, 7.3 rimbalzi, 63% da 2 e 73% ai liberi.

Cosa ha visto dunque il lui l’Olimpia Milano? Come detto più volte da queste frequenze, la prima volontà di mercato era inserire un lungo in grado di garantire fiato a McLean, Macvan e Pascolo (“linea” Portaluppi). Miroslav Raduljica, anche e non solo per i 3’ contro Sassari, è considerato ormai «perso» alla causa. dunque da sostituire (un felice inserimento di Tarczewski relegherebbe il serbo in tribuna per la regola sugli stranieri in Italia) con un giocatore che abbia nel contempo caratteristiche differenti e più adatte al gioco di Jasmin Repesa.

Nello «scout» della società che noi di realolimpiamilano.com abbiamo «sbirciato» non visti, sono questi i punti positivi del giocatore:

– energia

– ama correre il campo

– ama il contatto

– discreto intimidatore

I dubbi, che ovviamente non possono mancare, sono fondamentalmente due: la tecnica, e la mancanza di esperienza internazionale, essendo come detto uscito dal college solo nell’estate 2016. Un rischio insomma, perché in controtendenza con le ultime stagioni di mercato, con una società sempre alla ricerca di elementi già più o meno testati in Europa. Ma con un Raduljica alle prese con i suoi fantasmi, un rischio necessario.

Alessandro Luigi Maggi

Annunci

Un pensiero su “La fondamentale vittoria di Sassari e tutto su Kaleb Tarczewski: abbiamo “sbirciato” lo «scout» Olimpia Milano, ecco cosa dice

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...