Le parole di Flavio Portaluppi sono nuove certezze sul mercato: ecco il dove, il come e il quando (anche su Alessandro Gentile)

Tutto va come deve andare. Olimpia Milano matematicamente eliminata dalla corsa playoff dopo la sconfitta per 92-82 sul campo del Maccabi Tel Aviv. Difficile attendersi di più da una squadra senza stimoli, partita per Israele senza Jasmin Repesa, Krunoslav Simon, Mantas Kalnietis e Zoran Dragic.

Un avvio ancora in comune con eurodevotion, ma dirottiamo la nostra attenzione sul mercato. Importanti le dichiarazioni rilasciate dal gm dell’Olimpia Milano Flavio Portaluppi.

Abbiamo una situazione difficile con tre esterni fuori, anche se Kalnietis e Simon saranno riaggregati a breve

Perchè il lecito dubbio è che alla fine si possa anche cedere alle richieste di Jasmin Repesa, dubbioso sul playmaking di fatto dal pieno della crisi in poi. Ma, come detto, i prossimi rientri di Kalnietis e Simon tapperebbero l’emergenzaed eventualmente un play sarebbe solo come assicurazione in vista dei playoff (esempi del passato Deane e Tabu). Play che rimane il primo pensiero per la prossima stagione, ma al momento il mercato europeo del ruolo è congelato. Il Cska potrebbe perdere Milos Teodosic (smentita al momento la voce di un arrivo di Alexey Shved, visto che il giocatore ha un altro anno di contratto con il Khimki, e vede la possibilità di qualificarsi in EuroLeague), il Real Madrid Sergio Llull, e sempre con destinazione Nba. Difficile così anticipare i tempi su Thomas Heurtel, o Shane Larkin (avvicinato da Milano nei giorni scorsi), tenendo conto anche del possibile ritorno di David Blatt al Maccabi Tel Aviv e le voglie di rivincita del Barcellona (nei giorni scorsi il coach Bartzokas ha avuto un lungo incontro con l’agente Misko Raznatovic, legato anche al play francese).

Stanno terminando i campionati di D-League, e fra qualche tempo anche la Nba arriverà alla fase finale: di conseguenza qualche giocatore sta accantonando il sogno di far parte di una franchigia Nba. Qualcosa di interessante c’è, abbiamo qualche nome un pochino più caldo di altri

Dunque Olimpia che guarda al mercato della D-League, e che potrebbe chiudere il tutto entro un paio di settimane. Il ruolo? Come detto, il lungo è il primo pensiero e la prima necessità, visto che anche la gara con il Maccabi ha dimostrato come Raduljica non vada oltre i 10’ di utilizzo, e come l’addio di Alessandro Gentile abbia ancora una volta in più convinto Rakim Sanders ad imporsi come ala piccola, non come ala grande tattica. Già, Gentile…

Parleremo con il suo agente e con Alessandro, da un punto di vista formale la stagione sino al giugno 2017 è una questione tra il giocatore e il Panathinaikos. C’è poi una parte emotiva, c’è un rapporto che va oltre il 2017 e che c’è stato nei sei anni scorsi. Questo ci porta ad avere una porta sempre aperta, un dialogo sempre valido con il giocatore

Parole che in questo caso non vanno intese come riapertura ad un futuro insieme, ma come volontà di dare il via serenamente a un dialogo che porti ad una soluzione (risoluzione) accomodante per tutti.

Alessandro Luigi Maggi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...