Ecco la scelta dell’Olimpia Milano: stop all’usato “sicuro”, si cerca l’emergente. In che ruolo? Ve lo diciamo noi…

L’Olimpia Milano cade a Vitoria (87-74) in quello che è l’undicesimo ko di fila in trasferta della sua EuroLeague. Quanto sono lontani i tempi di Istanbul e del Darussafaka, ma soprattutto quanto è difficile togliersi di dosso quella rassegnazione italiota, che a verdetto scritto non permette di tenere alto l’onore. Eppure, proprio a Istanbul, c’è anche chi batte il Real Madrid…

Sì, apriamo come su Eurodevotion, ma il prosieguo sarà ben diverso. realolimpiamilano.com è andata a scavare, per arrivare a comprendere quelle che sono le movimentazioni sul mercato milanese. E allora, procediamo

Il 28 febbraio vi avevamo fornito un primo quadro, segnalandovi l’ipotesi di inserimento di una guardia tiratrice con punti nelle mani. Vi avevamo tuttavia anche sottolineato come, pur con tutti i distinguo, Bruno Cerella potesse in qualche modo compensare l’infortunio di Dragic, sempre al netto del pieno recupero di Krunoslav Simon.

Bene, la strada procederebbe proprio in questa seconda direzione. Jasmin Repesa lamenterebbe carenza nel playmaking («Hickman? Era da tempo che lo aspettavo» la battuta dopo il titolo di mvp di Coppa Italia), ma con l’ex Fenerbahce, Cinciarini e Kalnietis (al netto del problema all’adduttore sinistro di giovedì sera) la società reputa coperto il ruolo. Idem per il discorso Dragic: le prestazioni dello sloveno, di fatto, non sono state così altisonanti da non poter essere eguagliate da una maggior responsabilizzazione dei vari Fontecchio, Abass e Cerella.

E allora che lungo sia. Ma quale? Miroslav Raduljica è stato il vero grande flop della stagione. Per colpe sue, ma anche per caratteristiche che rendono problematica, per imponenza fisica, la giusta collaborazione lungo-piccolo nei cambi difensivi, tanto cari al progetto-Repesa. La necessità, dunque, è un 4/5 alla Jamel McLean, con gambe rapide e presenza difensiva, che possa tuttavia, rispetto all’ex Alba Berlino, garantire maggiore «costanza energetica» nei minuti a disposizione. Una convinzione, da lungo tempo, del GM Flavio Portaluppi, che ora sarebbe definitivamente condivisa da tutte le componenti. 

Profilo completo? No, possiamo anche spingerci oltre. Nelle ultime ore circolavano gli improponibili nomi di Lampe e Haddadi. Il secondo è ancor più imponente di Raduljica, il primo un veterano a fine carriera. Dopo tanto usato “sicuro”, l’Olimpia Milano starebbe invece monitorando elementi emergenti. Nei prossimi giorni le certezze.

Alessandro Luigi Maggi

Annunci

Un pensiero su “Ecco la scelta dell’Olimpia Milano: stop all’usato “sicuro”, si cerca l’emergente. In che ruolo? Ve lo diciamo noi…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...