Di Alessandro Gentile, e di quell’obiettivo Nba che ha un doppio valore

13501883_1088221711251120_8597771650772483701_n

Di Alessandro Luigi Maggi

Un messaggio, chiaro, diretto a Houston. Il tutto tramite una delle firme più riconosciuto del mondo Nba. Questa la scelta, e l’ottimo risultato, che manifesta Alessandro Gentile nella sostanziale intervista rilascia ad Adrian Wojnarowski.

«Houston, abbiamo un problema. O mi volete, o mi girate, ma l’Nba è una carta che voglio giocarmi. Sono cresciuto, sono pronto». Questo il senso del messaggio, non altro. E allora, quale sarebbe lo stato dell’arte?

Proposte concrete dall’Europa, al momento, non ce ne sarebbero. O, quanto meno, non ci sarebbero proposte più valide di quella già in corso a Milano. Questo perché il Darussafaka, che non sarebbe comunque andato oltre ad un ipotetico sondaggio, è ancora realtà troppo in divenire. Questo perché il Cska ha già una dinamica chiara per la prossima stagione, e giocare al fianco di Nando De Colo e Milos Teodosic, dopo un’Eurolega vinta, non sarebbe di facile approccio. Questo perché il Barcellona deve capire prima sè stesso, poi il mondo che lo circonda.

E allora Nba, una parola che Alessandro Gentile ripete spesso a chi gli sta a fianco. Alla fine, il vero obiettivo dopo lo scudetto era proprio quello. Obiettivo, non sogno, sia chiaro, perché le porte del paradiso sono state già aperte nell’estate 2014. Alla società Milano non sono state poste condizioni, non è stato chiesto di costruire una squadra da Final Four, anche perchè la dirigenza, comunque, ai playoff vuole arrivarci, e farà in modo di costruire una squadra per quell’obiettivo.

Solo che una società che vuole volare alto vuole avere certezze, soprattutto tra chi già apparteneva al progetto. Alessandro Gentile, nella mente di Livio Proli, da quel progetto non è mai uscito. E se l’Europa non è carta valida, l’Nba è una possibilità concreta ma anche il modo migliore per chiedere tempo (draft, free agency, scambi). E ottenerlo, almeno sino al 10 luglio, scadenza di uscita dal contratto. Perché di fatto è un diritto.

Ps. Le cifre dell’accordo con Houston apparse su alcuni siti internet non hanno senso alcuno al momento. Senso alcuno. Lo ribadiamo.

Annunci

Un pensiero su “Di Alessandro Gentile, e di quell’obiettivo Nba che ha un doppio valore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...