L’Olimpia Milano colleziona disastri: KO a Reggio con l’ultima in classifica

kevinmartorano 78

Partita in cui l’Olimpia Milano ha mostrato tutte le sue difficoltà di questa stagione, a cui si deve sommare la stanchezza dei ragazzi di coach Messina. Al netto di una grande prova della UnaHotels Reggio Emilia, l’Olimpia Milano avrebbe dovuto tranquillamente imporre la forza e la fisicità del proprio roster, cosa che non è riuscita a fare, faticando tremendamente a trovare il canestro ed a limitare gli avversari in attacco, concedendo loro tante triple e canestri facili. Terzo KO nelle ultime sei gare di LBA, secondo nelle ultime tre: questo è un bilancio sicuramente non accettabile per una squadra come quella milanese. Curiosa anche la scelta di lasciar fuori Voigtmann e Thomas per turnover, visto che sono due dei giocatori che hanno giocato di meno, con la squadra ampiamente stanca, dando pochissimi minuti anche agli italiani, fatta eccezione per il solito Melli.

Reggio Emilia-Olimpia Milano | La partita

La partita si apre con la tripla di Datome, a cui segue un canestro in tap-in di Diouf. Ancora il lungo reggiano firma il 4 pari, mentre Anim segna la tripla del 7-4 iniziale. Brandon Davies segna il canestro del -1, per poi segnare una magia del 7-8. Nicolò Melli segna 4 punti in fila per il 9-12 Olimpia. Hines segna il +4 milanese, ma Cinciarini segna la tripla del 12-14. Nel finale di primo quarto Cinciarini segna il 18-15 per Reggio Emilia. Senglin segna un bel canestro per aprire il secondo quarto, a cui segue la tripla di Devon Hall. Senglin segna la tripla del +7 e costringe coach Messina al timeout. Brandon Davies segna il nuovo -5. A metà terzo quarto Burjanadze segna la tripla del +8, ma con 4 punti in fila l’Olimpia Milano torna -4, complice un grande alley-opp per Brandon Davies. Reuvers segna da tre punti il 33-26 per Reggio Emilia. Hines segna dalla media distanza il -5, a cui segue Baron in contropiede per il -3: timeout Sakota. L’Olimpia torna in parità a 2 minuti dal termine dell’intervallo, con la partita che si è innervosita complice ambiente e due falli tecnici, uno per parte. Il primo tempo si chiude sul 39-38 per la UnaHotels Reggio Emilia.

Olisevicius segna due triple in fila per Reggio Emilia per iniziare il terzo periodo, riportando i suoi sul +7, mentre Anim segna il 47-38, con l’Olimpia che non riesce a trovare il canestro. Olisevicius segna il +11 allungando il parziale a 10-0. Hines riporta l’Olimpia sotto di 7 punti, ma Olisevicius dalla lunetta segna il nuovo +10 Reggio Emilia a metà terzo quarto. Senglin segna 5 punti in fila, a cui risponde Mitrou-Long prima e Tonut poi, per il -9 Olimpia. Melli allunga il parziale sullo 0-6, ma ancora Senglin continua il suo esordio perfetto con la tripla del 60-50, mentre Vitali segna il +12 Reggio Emilia. Diouf segna con fallo il +14 per la squadra di casa. Il terzo quarto si chiude sul 65-55. Il quarto periodo si apre con la schiacciata di Melli, a cui segue il 2+1 di Brandon Davies per il -5. Dopo un lungo digiuno di entrambe le squadre, ancora l’ex Barcellona schiaccia il -3: 65-62, timeout Sakota. Reuvers segna il +5 sbloccando i suoi, ma Davies segna il nuovo -3, per poi appoggiare anche il canestro del 67-66. Cinciarini buca la difesa milanese e segna il +3 Reggio Emilia. Melli segna il canestro del 70-68, Baron sbaglia la tripla del pareggio dopo un tiro libero di Reuvers, Olisevicius fa 2/2 dalla lunetta e la partita si conclude sul 73-68.

Reggio Emilia-Olimpia Milano (18-15, 39-38, 65-55, 73-68)

Clicca qui per il tabellino del match.

Olimpia Milano calendario | I prossimi appuntamenti

L’Olimpia Milano tornerà in campo in Eurolega giovedì 26 gennaio alle ore 21.00, quando affronterà il Monaco in trasferta. Successivamente, i campioni d’Italia in carica torneranno in campo in LBA domenica 29 gennaio alle ore 16.15, ospitando al Mediolanum Forum l’Aquila Trento. Sarà poi tempo nuovamente di Eurolega, quando martedì 31 gennaio alle ore 19.00 al Mediolanum Forum arriverà il Baskonia.

78 thoughts on “L’Olimpia Milano colleziona disastri: KO a Reggio con l’ultima in classifica

    1. Aiutami a capire,cosa dovrebbe fare il Sig.Armani o il Sig.Messina?

      1. Loro nulla … lui dovrebbe prendere atto che la squadra non lo segue … ultimi in EL e figure barbine in LBA dove sei primo per inerzia visto il budget …

      2. Non penso che non lo seguano,lui pensava a una squadra con determinati giocatori,minuti e gerarchie.
        Gli infortuni e i mancati inserimenti nell’ambiente non ha aiutato.

      3. Il sig. Armani mandare a casa il sig. Messina, il sig. Messina andarsene a casa di sua volontà se il sig. Armani non decide di mandarlo a casa. Semplice

      4. E chi al suo posto? Via a tutti a giugno e ripartire da zero?
        Si dovrebbe imparare dal passato…

  1. Grande Cincia 32 minuti in campo, 10 assists e 20 di valutazione alla faccia di quell’incapace che ti ha umiliato.

  2. Alviti e Biligha 0 minuti, siamo davvero al ridicolo !!!
    Contro Reggio Emilia !!!
    Con una squadra stanca !!!

      1. Ormai è in stato confusionario. Per fortuna fa l’allenatore di basket (si fa per dire) di mestiere quindi danni gravi non ne può fare ma se facessi qualsiasi altro lavoro sarebbe da interdire immediatamente

      2. Io non trovo più una logic nelle sue scelte. Non vedo come si possa difenderlo ancora! La squadra l’ha scelta lui, puri gli assistenti e lo staff! Per me è nel delirio.

    1. Continuano a difendere l allenatore altrimenti ci dicono che noi facciamo il male della squadra. Poverini

  3. Ma come possono avere sempre un numero alto di palle perse ed una percentuale ridicola nel tiro da 3?? Sono giocatori un po’ sopravvalutati anche forse per lo stipendio?

    1. Ci siamo abiutati bene negli ultimi 2 anni,nemmeno Pianigiani veniva attaccato cosi’.

      1. Gli allenatori precedenti non acevavoil potere decisionale che ha Messina, che ha preteso il doppio ruolo, altrimenti con il cavolo avrebbe accettato la nostra proposta.

  4. Non c’è limite al peggio! Comunque se rimane il pastore si può ancora andare più in basso. Fuori ma adesso senza ringraziamenti

  5. Imbarazzante… ho smesso di cercare un motivo (o più d’uno) per queste prestazioni senza capo né coda. E lo stesso dicasi per chi li mette in campo che spesso fa scelte che evidentemente solo lui è in grado di capire …Spero mettano presto una pezza a ciò che manca e che la smettano definitivamente di pensare a EL. FORSE focalizzando che resta solo LBA …

  6. “Al momento stiamo giocando al gatto col topo. Li teniamo lì ma credo a breve piazzeremo la zampata con Baron e Ricci” (cit.)
    Continuate a credere alle favole, io vedo solo un coach perso e una squadra devastata. Aspetto con ansia che la società prenda provvedimenti o sul mercato o sulla panchina.
    Forza Olimpia, non questa.

    1. E’ un’anno storto,come eravamo noi 3 anni fa.
      Anche loro saranno stufi di fare figuracce…

      1. Sono 34 anni (dall’ultima coppa dei campioni) che diciamo “è un anno storto”. Io francamente sono un po’ stanchino di questo andazzo.

    2. il commento che hai citato, che si riferisce alla partita con l’asvel, merita la top 10 delle cazzate del secolo, quando voglio ridere me lo rileggo. del livello: non esiste olimpia senza messina e questa e’ la migliore olimpia di sempre.

  7. Tanti mesi fa dicevo che non avremmo combinato niente in EL ma dato che tanti la pensavano in modo diverso e che io sono propenso a prendere in considerazione anche le opininioni degli altri, ci ho sperato per un po’ ancora anche se non ci credevo.
    Adesso continuo a dire che ci vuole un play altrimenti non vinceremo neppure il campionato.
    E non posso accettare che mi si dica che siamo a posto così e che con Shields e Pangos, che dovrebbe giocare al meglio per 40′ a partita e senza farsi male altrimenti sono dolori, potremo tranquillamente vincere il campionato. Basta a Babbo Natale non ci credo più, sono abbastanza cresciuto per vedere la realtà con i miei occhi.
    Adesso lo vogliamo cercare questo play, sì o no?

    1. Per me non ha senso cercare un play ora…non c’è ne sono di livello a meno che tu non paghi una cospiqua buona uscita.
      Bisogna fare QUADRATO e uscirne tutti assieme.

      1. Perché devi fare lo spiritoso? Ti rispondo educatamente, secondo il mio stile e non raccolgo la tua provocazione. E’ vero io l’ho sempre detto perché da tre play +uno che avevamo l’anno scorso siamo passati a uno + uno di quest’anno, quindi al netto dell’infortunio non era difficile capire che così non si poteva affrontare EL e campionato.
        Per quanto riguarda BB è un omaggio a un grandissimo giocatore dell’Olimpia per cui….

      2. Hai colto in pieno la mia voglia di sdrammatizzare, bravo o brava; se leggo BB, a me viene in mente la stella del cinema francese, non prendertela

    2. Non è giusto prendere un play adesso senza cambio di allenatore. Non se lo merita. Che affoghi ! E chi può e non lo licenzia è responsabile più di lui del disastro di quest’anno

  8. Mi vien da piangere….
    Una schifezza simile non me l’aspettavo. Un minimo di dignità, perdio!

    Deriva preoccupante anche in lba: inammissibile, inconcepibile.

      1. E quindi??? In questi tre anni sono stati investita un sacco di soldi dando carta bianca ad un allenatore che fa anche il mercato. Se permetti ci si aspetta dei risultati visto che si parlava di un progetto a crescere o va bene così??

      2. Anche a me non piace nulla,ma ci ha riportato nell’Europa che conta e ha fatto venire da noi giocatori e fuoriclasse assoluti.
        E’ un’anno molto negativo,ma sono sicuro che tutti vorranno uscirne fuori.

      3. I campioni non sono venuti gratis per Messina, ma vengono regolarmente pagati in base al loro status. Finiamola con questa favola che ci raccontiamo per difendere l’artefice di questo scempio.

      4. Non ho dubbi,ma 3 anni fa era impensabile che i campioni venissero qua.

      5. I campioni ci sono stati anche nel passato, altrimenti non avremmo vinto 3 coppa campioni e 28 scudetti prima di Messina.

      6. Intanto Messina con i campioni non mi pare che l’abbia vinta e in Italia uno su due..

      7. Hai ragione su questa tua risposta,però siamo tornati a contare qualcosa,
        Ma tutto deve girare alla perfezione.

  9. Siamo in caduta libera, non fosse altro che per provare una soluzione diversa, forse sarebbe il caso di cambiare le rotazioni.

    1. @AleCapitain: nom critico ciò che ha fatto ma è palese, chiaro,v evidente e tutti che non è in grado di svoltare. Si ostina, non cambia niente, nemmeno una zonetta qua e là, non cambia nemmeno le rotazioni.
      È un anno sfigato, ok, ma lui non è in grado di cambiare nulle. E più si ostina e più l’ambiente si demoralizza.
      Il suo “sistema” porta a grandi risultati ma “distrugge” anche chi non riesce a seguirlo. NML ne è la prova certa: uno che segnava 20 punti a gara, ora ne va due!
      Alviti è perso, Voigtmann e Thomas non sono nemmeno riusciti a “entrare” in ritmo.
      Giocano con la paura, il dubbio. Manca un’ancora, e lui non lo è (più).
      #Messinavattene!

  10. Si pensava che Napoli fosse il punto più basso… e invece questa squadra riesce sempre a stupire… meno di 70 punti contro l’ultima in classifica… eccezionale! Di chi è la colpa oggi? Dei liberi? Degli arbitri? Della Gazzetta? Degli infortuni? Della fata turchina? Ma bastaaaaa! Non si migliora mai! A cosa serve il coach? Manca un play? Prendetelo! Uno qualunque o aspettiamo di arrivare ai playoff per poi dire che è troppo tardi e non entra nel gioco? Ah si, forse si… così ci saranno altri alibi e le responsabilità non se le prenderà mai nessuno…

  11. apprezzo la coerenza!
    Dopo aver perso con l’ultima di EL (insieme a noi), era imprescindibile perdere con l’ultima di LBA, se no che squadra saremmo, un gruppo di persone senza coerenza.
    Detto questo, ormai mi pare chiaro che senza playmaking non si vincerà neppure in LBA perché senza gioco non si può vincere a medio alto livello. Purtroppo però aspetteremo cocciutamente Pangos che oltre a non essere il play che ci serve, si presenterà completamente fuori condizione.
    Senza almeno in correttivo, stagione buttata per cocciutaggine di chi come Fonzie non riesce a dire “ho sbagliato” e, tra l’altro anche delle scuse ai tifosi per lo spettacolo che la squadra sta fornendo (risultati a parte) sarebbero gradite.

    1. Lavare i panni sporchi in piazza, lo sappiamo, non è la specialità di coach Messina, anche se, a tutti noi, piacerebbe avere qualche spiegazione su, e questo è certo, i molti errori fatti; cosi come è certo che le spiegazioni le darà al suo referente in società…..

    2. Virtus ha perso contro una buona squadra Brindisi, ci può stare, ma guardacaso era senza Teodosic (come lo era quando perse con Tortona). Senza il genio dell’orchestra, la squadra (e quella lo è davvero) rende meno, risultati alla mano. Noi giochiamo da inizio stagione senza uno che assomigli a Delaney-Chacho, facciamo portar palla alle guardie, con perse (non sono creatori di gioco) e forzature quando tirano (stanchi per la pressione subita facendo i play). Aggiungiamo rotazioni sbilenche, mancanza di fiducia (gli sguardi spenti non ti dicono niente, coach?), giocatori dimenticati e bistrattati e la frittata è fatta. Olimpia non merita queste figuracce, ora anche in Italia, sconfitta dalle ultime in classifica (Napoli, Reggio)

  12. Non capisco davvero perchè non provare a recuperare Thomas e Voigtmann. Non capisco perchè non far giocare di più gli italiani. Non capisco perchè non cambiare difesa, provare zona o 1 vs 1.
    RESPONSABILIZZARE TUTTI

    Messina non è Bucchi però così è umiliante , se ne deve rendere conto

    Scusate ma io da Armani non mi aspetto niente : ci hanno propinato Proli per anni, hanno preso Pianigiani.
    GRAZIE PER QUELLO CHE FA,10000 MA IL BASKET E’ ALTRO

    1. I problemi sono tanti e sono visibili a tutti. Ora cambiamo 12 giocatori e lo staff tecnico e spero il preparatore atletico .. lo staff medico e i responsabili del settore giovanile .. ne troveremo sicuramente di nuovi e magari migliori, ma meglio del Sig Armani non esiste alcuna figura che possa rimpiazzarlo. Parliamo di basket ma lasciate stare colui che ci sta regalando tante soddisfazioni al di là di questa stramaledetta stagione.
      Forza Olimpia e buon basket a tutti.

  13. Hanno deciso di svuotare il forum e di non avere rispetto per gli abbonati sia del forum che delle TV.
    boh inspiegabile

  14. Dov’è finito Tom Sawyer che diceva che i problemi si risolvono in palestra??? Dopo 4 mesi l’ometto in panchina quanti ne ha risolti di problemi? ZERO!
    #Messinaout

  15. Io rimango dell’idea che Messina è poco influente, cioè penso che non abbia le caratteristiche per organizzare la situazione di depressione attuale. Ha altre capacità. Certo sono stati toppati clamorosamente Thomas e Voigtmann. Ma anche Tonut inseguito da 2 anni con questo rendimento mi lascia perplesso.

  16. …sembra che nessuno si ricordi che solo qualche anno fa siamo arrivati ultimi e l’anno dopo penultimi.
    Ma si sa, gli italiani hanno la memoria corta…ed è facile trovare sempre un colpevole piuttosto che dire…è un anno cosi ed incitare sempre i ragazzi che non sembra, a differenza di una decina di anni fa, si tirino indietro. Io personalmente, l’unica preoccupazione è lo stato d’animo dei giocatori che vorrei che si sentano apprezzati, indipendentemente dai risultati.

    1. Se dobbiamo fare uno sforzo di memoria allora non guardiamo solo dieci anni fa … guardiamo anche prima quando vincevamo la coppa campioni. L’Olimpia è la squadra più gloriosa del nostro basket , una tradizione vincente. E là mentalità vincente è proprio quella che non può accettare passivamente una disastro simile. Anche perché ci sono alcuni errori evidenti, alcune scelte discutibili ed altro. Qui non siamo in Iran e non dobbiamo per forza sostenere il pastore di turno. Volete farlo? Liberissimi , ma c’è anche chi ha un’idea diversa e non per mancanza di riconoscenza ma per spirito critico ed amore per questi colori.

      1. Assolutamente, il mio infatti era solo un pensiero personale, e rispetto assolutamente gli altri pareri. Anche io faccio fatica a capire perché poco turnover di giocatori data la situazione…ma non è il mio lavoro. Però si sa che ci sono degli anni in cui non ne va bene una..cosi come 3 anni fa, per 1 tiro non siamo andati in finale di eurolega.

    2. Ho sempre difeso Messina ma ora siamo all’indifendibile. Non so cosa gli stia succedendo. Sinceramente per il bene della squadra dovrebbe farsi da parte. Squadra a Fioretti e si arriva alla fine del campionato.
      I giocatori non lo seguono più. È evidente.
      Non voglio aggiungere altri commenti perché sono sempre le solite cose.
      È inutile

    3. Nessuno in passato ha mai avuto il potere decisionale di Messina, neanche chi ci ha fatto vincere coppa dei campioni e mai nessuno ha avuto il budget di Messina durante la sua gestione. Non ricordare solo quello che ti fa comodo per difendere Messina a tutti i costi.

  17. Se fino a qualche settimana fa si diceva “perdiamo in Euroleague ma in LBA alla fine non ce ne sarà per nessuno”, ormai è evidente che la depressione e l’incapacità di produrre un gioco vincente si sia ampliata anche al campionato italiano. Ed è chiaro che attendere il rientro di Pangos (in quale stato? con quali tempi di recupero dopo essere stato fuori per quasi un anno, prima di venire all’Olimpia? ecc ecc) sia di nuovo una grande illusione, una utopia che si scontra con una realtà sempre più disastrosa in termini di risultati. Quì è evidente la grande confusione mentale che regna nella testa di Messina, che ha già segato mezza squadra, confinando in panchina o in tribuna Alviti, Biligha, Thomas, Woitgmann e anche Baldasso quando non era rotto. Ora la squadra che scende in campo è pari al 50% dell’organico a disposizione e questo sciagurato modo di non valorizzare i giocatori a disposizione (che si è scelto lui!!) pesa come un macigno.
    Qualcosa andrebbe fatto per fermare questa deriva che continua da inizio di stagione. Ci vogliono scelte coraggiose per sbloccare una situazione così pesante. Per esempio, un’offerta seria a Pozzecco per prendere in mano la squadra ed infondergli quella fiducia che oggi è totalmente sparita, per lavorare sull’aspetto motivazionale che oggi manca. In fondo anche Scariolo da anni allena la nazionale spagnola e contemporaneamente la Virtus, quindi non esiste l’impossibilità a farlo anche in questo caso.

  18. Che c’entra fare paragoni con il passato? Io non discuto Messina, discuto il Messina di oggi: non ha elementi, virtù, capacità per cambiare questa situazione.
    Non è un processo al professionista o all’uomo. È un’analisi di cosa non va oggi (da tre mesi).
    Tutta la squadra non si può cambiare, un super play non c’è (e costa). Possiamo andare avanti così o tentate una “scossa”, affidando la squadra a Fioretti. Voto per la seconda tesi.

    Ah, dimenticavo: #Messinavattene!

  19. Scrissi tempo fa che sarebbe stato opportuno sfruttare la lba, anche perdendo qualche partita, per portare in ritmo e soprattutto fiducia chi giocava meno tipo Alviti, Biligha, Baldasso, Voigtman, thomas, permettendo agli altri di rifiatare di fisico e di testa. Ora utilizzi sempre i soliti, gli altri hanno perso fiducia in un coach che non capiscono più perché li tenga in rosa, iniziano problemi di stanchezza di fisico e soprattutto di testa anche dei titolari e quindi perdi contro tutti e con in campo i titolari. Qualunque gruppo in una situazione come questa perde fiducia nella guida perché alla fine il tarlo del dubbio che stia sbagliando si fa largo sempre di più. È inevitabile. Vediamo come evolve ma vedo un trend che mi ricorda anni dove facemmo male in tutte le competizioni.

  20. Dobbiamo traghettare fino a giugno Fioretti va benissimo. In campo abbiamo dei leaders. Poi virata decisa su Trincheri un ultras Olimpia oltre ad essere un grande coach.

    1. Fioretti è troppo abituato a fare il secondo; promuoverei Poeta ad head-coach 🤣🤣

      1. Allora anche il tuo coach incapace ha fatto il secondo per anni. Non per forza uno che ha fatto il secondo deve essere rincoglionito come lui e te

    2. Trincheri non verrà mai, ha avuto delle storie tese con la società anni addietro e non lo chiameranno.

    1. Fa schifo la squadra, ma anche noi tifosi non scherziamo! Incapaci di tenere a freno gli insulti.
      Ecco: ci meritiamo una stagione così!

      #Messinavattene!

  21. Messina non ha pietà di noi tifosi. Ma è inutile lui è della teoria Muoia Sansone con tutti i filistei. Non regge gli errori e non li ammetterà mai così distruggerà l’ambiente che oramai non lo sopporta più a partire dai giocatori. Dobbiamo aspettare che crolli tutto per vedere cose nuove purtroppo. Armani non se lo meritava ma Messina è questo.

  22. Continuo a pensare che a Giugno nello showdown finale con la Virtus ci sono buone possibilità di giocarsela e prendere la terza stella. Facile? No, la Virtus attuale ha un 10% di superiorità e noi siamo in una spirale negativa che se non ti uccide non può che rafforzarti. Detto ciò’: e’ chiaro che giocatori e Messina non siano sulla stessa pagina e scudetto o no, cambiamenti saranno dovuti. Se non altro perché in una valutazione complessiva, troppe pedine hanno reso sotto le aspettative quando gli e’ stato richiesto di “allungarsi” al di fuori dei loro compitìni naturali. Incluso Messina che non ha dimostrato di sapere gestire una situazione che, seppur complessa, avrebbe dovuto trovare soluzioni migliori di questo scempio che tutti, inclusi i diretti protagonisti, hanno visto e/o vissuto. Ma la sfida con Bologna la vedo possibile e potenzialmente equilibrata, salvo un tracollo completo e catastrofico di cui come tutti voi vedo i rischi. Non vorrei però andare verso quelle acque finché c’è spazio per qualcosa di meglio, sarebbe triste seguire i prossimi 4 mesi senza la speranza in un giro di boa e un colpo di reni al traguardo finale. Chi non ci crede e ha lo stomaco per seguire la squadra in ogni caso, ha tutte le mie congratulazioni!

  23. al di la del risultato, questa partita per me é la dimostrazione lampante della crisi tecnica e di gestione in cui é sprofondato messina, frutto di una spirale psicologica inquietante.
    ancora una volta una gestione delle convocazioni e dei minutaggi per me incomprensibile, al limite dell’assurdo e sintomatica di un atteggiamento autolesionista, non certo volontario, ma conseguente alla incapacità di accettare i propri errori e di agire di conseguenza. thomas e voigtmann li ha voluti ed avuti, farli giocare quando il resto della squadra ha il morale a pezzi e la lingua penzoloni non sarebbe una cattiva idea. sono giocatori di livello superiore, non certo dei brocchi.
    MESSINA È IN CONFUSIONE TOTALE, ha un atteggiamento da ultimo samurai, non molla di un millimetro, ma tutto intorno a lui oramai é crollato e tenere la posizione non serve a nulla, perché la posizione non c’è piú..

    1. Ottima analisi,la penso esattamente come te.
      Comunque la prossima partita al forum l’unico presente sarà Tom Sawyer.

Comments are closed.

Next Post

Reggio Emilia-Olimpia Milano: il tabellino del KO in LBA

UNAHOTELS REGGIO EMILIA – EA7 EMPORIO ARMANI MILANO 73-68 (18-15, 21-23, 26-17, 8-13). (18-15, 39-38, 65-55, 73-68). Reggio Emilia: Anim 5, Reuvers 8, Giberti n.e, Hopkins 4, Cipolla n.e, Vitali 4, Stefanini n.e, Cinciarini 11 (10 ast), Burjanadze 4, Senglin 14, Olisevicius 14, Diouf 9. Coach Sakota. Olimpia Milano: Davies […]

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: