L’Olimpia Milano ci prova d’orgoglio, ma vince lo Zalgiris: la crisi continua

Doveva essere la partita della svolta, per l’importanza che aveva assunto questo match, ma così non è stato. Ci sono state invece le conferme sulle difficoltà offensive che questa squadra sta affrontando, non facendo quasi mai canestro, anche se stavolta i tiri sono stati presi. Questa sconfitta fa male, perché per qualche motivo la speranza nel buon esito della rimonta c’è stata, ma anche oggi è mancata la continuità di rendimento nei 40 minuti. La fiducia nei propri mezzi l’Olimpia continua a non averla, causando così scelte offensive non efficaci ed a volte anche forzate. Mitrou-Long sembra essere l’unico a produrre vantaggi offensivi, cosa che non è assolutamente concepibile visto il livello del roster milanese.

Una sconfitta che mette ancor più pressione sulla situazione di classifica milanese: trovarsi con un record di 3-5 in Eurolega, con alla porta un doppio turno non poco impegnativo visto che al Forum arriveranno l’Efes ed il Fenerbahce, è veramente una situazione da spalle al muro.

Zalgiris vs Olimpia Milano | La partita

La partita comincia con ritmi blandi e le difese che prevalgono sugli attacchi: a sbloccarla è lo Zalgiris con un mini parziale di 7-0. L’Olimpia resta in partita grazie alla sua difesa, ma sbaglia tanti tiri comodi (Pangos 0/3 dall’arco). La gara prosegue con punteggi bassissimi, 10-6 Zalgiris dopo 7 minuti (4 punti di Thomas). Il primo quarto si chiude sul 16-11. Il secondo quarto non vede cambiare il ritmo del match: pochi canestri e tanta difficoltà per l’Olimpia a far canestro, ma difensivamente continua ad essere presente e resta a contatto. Cavanaugh regala il +11 allo Zalgiris (29-18). All’intervallo il punteggio dice 34-24 per lo Zalgiris, che con un canestro di Smits dopo rimbalzo offensivo trova il buzzer beater.

Con un parziale di 0-4 l’Olimpia cerca di rientrare in partita nel terzo quarto, ma lo Zalgiris risponde presente con due canestri pazzeschi di Evans che firmano il 41-28 per i lituani. Lekavicius segna un canestro importante per il nuovo +13 Zalgiris. L’EA7 segna appena 6 punti in 7 minuti di terzo quarto, cosa che non lascia auspicare la rimonta alla Zalgirio Arena. Hall segna una tripla, ma l’azione successiva Birutis segna in alley-oop, a cui risponde però una tripla di Mitrou-Long. Il terzo quarto si chiude sul 49-39 per i padroni di casa. Davide Alviti segna una tripla in apertura di quarto periodo, a cui segue la tripla di uno scatenato Naz Mitrou-Long: l’Olimpia è a -5. Evans segna una tripla clamorosa per dare di nuovo fiato allo Zalgiris, ma Alviti segna da due, a cui segue una schiacciata di Voigtmann per il 53-49. Un mini parziale di 4-0 porta di nuovo il team lituano sul +8 a 4.35. Butkevicius segna una tripla fondamentale per il +11. Sempre Mitrou-Long cerca di dare speranza all’Olimpia con 6 punti consecutivi. Hall segna da tre punti per il -5 ad 1.06 dalla fine, ma l’Olimpia gestisce male un possesso chiave e lo Zalgiris segna: finisce con la vittoria dei lituani per 71-62.

Zalgiris-Olimpia Milano (16-11, 34-24, 49-39, 71-62)

Clicca qui per il tabellino del match.

Olimpia Milano calendario | I prossimi appuntamenti

L’Olimpia Milano tornerà in campo in LBA domenica 20 novembre alle ore 18.00 nel match casalingo contro l’Allianz Trieste. Successivamente ci sarà il doppio impegno di Eurolega, con l’Olimpia che affronterà prima l’Efes martedì 22 novembre alle ore 20.30 e poi il Fenerbahce giovedì 24 alle 20.30, entrambe le gare al Mediolanum Forum. Per completare la settimana, i campioni d’Italia sfideranno in Lega Basket Serie A la NutriBullet Treviso domenica 27 novembre alle ore 17.00 al Palaverde.

11 thoughts on “L’Olimpia Milano ci prova d’orgoglio, ma vince lo Zalgiris: la crisi continua

  1. MANCA PLAY MANCA PIVOT MANCA PLAY MANCA PIVOT MANCA PLAY MANCA PIVOT MANCA PLYMAKING MANCA PRESIDIO DELL’AREA MANCA PLAYMAKING MANCA PRESIDIO DELL’AREA!!!!!!!!!!!!!

  2. Forse stanchi x la nazionale????….ma qualche minuto a Ricci e soprattutto Biligha (che con l’italbasket ha giocato una partita di spessore fisicità intensità e xké no buonissima tecnica) no??? Piuttosto che un impalpabile Thomas e un Davies lontano parente del Davies blaugrana…anche Messina un po’ di str*****e…ne sta facendo…difesa difesa difesa…proviamo a fare un canestro più degli altri…provando ad avvicinarci al ferro …magari un semplice dai e vai piuttosto che un pick and Roll portato all’esasperazione fatto solo x un tiro da 3 e mai x una Roll in area…

  3. A metà novembre squadra inesistente. Va bene qualche infortunio, ma qui manca tutto e la colpa non può che essere del coach.
    Addio playoff, direi: una partenza così pessima la può recuperare forse l’Efes, non certo Milano.
    Cerchiamo magari di non arrivare dietro la Virtus, giusto per orgoglio. Poi testa al campionato italiano, vera dimensione per questa compagine. Avrei scommesso sulle f4, siamo da lba.
    Forse Messina dovrebbe davvero fare un passo indietro e affidare la squadra a qualcuno capace di dargli un’identità. Laso è disponibile?

  4. 3 vittorie e 5 sconfitte, sono sempre piu’ perplesso, eppure qualche esperto proprio qui ci assicurava che questa era la miglior olimpia di sempre e che pangos era il miglior play sulla piazza, per non parlare del supercoach livello nba…

    1. Io a Pangos avrei preferito Calathes, che magari non avrà tanti punti nelle mani ma in compenso riesce a far girare brillantemente la squadra. Infatti il Fenerbhace non è primo a caso.
      E Pangos come secondo play o, al limite, come combo.

      1. Io so di cosa parlo, e sinceramente del tuo pensiero me ne infischiao, BABBEO!

      2. Forse anche xche’ non hanno un allenatore bollito.. messina mi sembra allegri, squadra solo difensiva che gioca di merda. Ma nel basket non si può vincere 1-0.

Comments are closed.

Next Post

Zalgiris vs Olimpia Milano: il tabellino della mancata rimonta

ZALGIRIS KAUNAS – EA7 EMPORIO ARMANI MILANO 71-62 (16-11, 18-13, 15-15, 22-23). (16-11, 34-24, 49-39, 71-62). Zalgiris Kaunas: Evans 23, Lekavicius 6, Hayes, Smits 10 (10 reb), Krivas n.e, Birutis 8, Lukosiunas, Brazdeikis 7, Dimsa, Cavanaugh 5, Butkevicius 7, Ulanovas 5. Coach Maksvytis. Olimpia Milano: Davies 2, Thomas 6, Mitrou-Long […]

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: