L’analisi dell’arbitro Silvio Corrias sulle Finals: Su Teodosic non può che scattare l’antisportivo

Alessandro Maggi 12

Silvio Corrias, ex arbitro di A e A2, analizza per backdoorpodcast alcune scelte arbitrali di queste LBA Finals 2022, con tanto di video

Silvio Corrias, ex arbitro di A e A2, analizza per backdoorpodcast alcune scelte arbitrali di queste LBA Finals 2022, con tanto di video.

Tra questi, l’antisportivo comminato ieri sera a Milos Teodosic, giudicato da Sergio Scariolo come il cambio di inerzia di gara-4.

I contatti subiti da Teodosic sono abbastanza leggeri: il primo di Shields praticamente nullo, il secondo di Bentil un semplice handchecking. Teodosic ha accentuato muovendo tronco e testa per “raccattare” un fischio che spesso arriva. L’errore sta nel fatto che la sua sbracciata è in un direzione inusuale per qualunque movimento tecnico possa fare il braccio libero di un palleggiatore. L’impatto con la barba (contatto minimo ma non marginale) dì Bentil c’è sicuramente ed a quel punto una volta rivisto non può che scattare l’antisportivo.

12 thoughts on “L’analisi dell’arbitro Silvio Corrias sulle Finals: Su Teodosic non può che scattare l’antisportivo

  1. Sempre questi “presidi” virtussini alla ricerca di pezze d’appoggio per le teorie Baraldiniane,a sto giro non la trovano, ma, parlando della tematica “fallo antisportivo” bisogna dire : cosi non va, urge una riforma rrradicale del regolamento che sovrintende questa specifica, si guardi all’NBA con i flagrant di tipo 1, 2, o 3; come è applicata attualmente è una regola (paradossalmente) quella si, antisportiva

    1. Anche che ad ogni contatto chi abbia la palla faccia ormai il movimento della testa all’indietro x far scattare il fallo devono porvi rimedio .. anche sul tiro con gambetta in avanti alla Delaney o alla Micic o alla un po’ tutti idem .. poi a Belinelli dovrebbero fischiare mediamente 1 fallo di flopping a partita .. ieri sera manco uno..

  2. Io vado controcorrente: sinceramente l’arbitro ucraino, dal nome impronunciabile, non mi piace granché, mi sembra che voglia apparire troppo come una “prima donna” anche quando non ce ne bisogno. E poi credo che le Finals di LBA dovrebbero essere arbitrate da arbitri italiani, come è sempre stato, e non da quelli stranieri. D’altronde anche questa è un’anomalia derivante dalla guerra.

    1. Arbitro ucraino: non conosco la genesi di questa decisione, non so se fosse prevista la designazione nella terna di un arbitro di EL e nel caso quando sia stato deciso; non so se è un omaggio alla resistenza ucraine, non so se è una forma di tutela per l’Olimpia dopo la polemica di Messina con gli arbitri italiani……..non so

  3. Concordo con Corrias, il movimento della testa di Teodosic non ha cause esterne e quindi per me è già un mezzo flopping, perché è fatto per ingannare gli arbitri. Come se lui non lo facesse mai… e poi il gomito si muove alto verso il volto di Ben. Mi pare non ci siano dubbi sull’antisportivo, con buona pace di Scariolo. Avrà anche cambiato l’inerzia della partita ma la colpa è del suo fuoriclasse col carattere di vetro. Poi c’è ci sia un arbitro ucraino o i migliori italiani poco importa. Nel basket il margine di errore è limitato, difficile che gli arbitri possano essere decisivi senza essere anche plateali

  4. “L’impatto con la barba (contatto minimo ma non marginale) dì Bentil c’è sicuramente” scusate ma in che senso l’impatto con la barba e minimo? Al rallentatore si vede che gli si muove tutta la mascella dal colpo…

  5. Mi pare che il metro usato sia lo stesso dell’antisportivo a Shields.
    Dunque la chiuderei qui.

    Per quanto riguarda l’affermazione di Scariolo, che l’episodio abbia cambiato l’inerzia del gioco, risponderei con Maggi che “ci lasci il beneficio del dubbio”. 😂

  6. Scariolo è patetico come sono vergognosi per l’atteggiamento in campo gran parte dei suoi giocatori.

  7. Si parla di tre contatti e non si parla degli altri episodi .
    A Sassari gara tre primi contatti fischiati al 37′ con noi a meno 18. Milano fortissima sembrava giocassero in otto, poi abbiamo capito che erano proprio in otto !!!!
    sappiamo bene chi deve vincere lo scudetto .

  8. Su you tube nei video pro virtus pare che Milano stia vincendo esclusivamente per gli arbitraggi nettamente favorevoli. Peccato che non menzionino mai gli 11 falli dati a Hackett che sono quasi un record storico, peccato che al replay non tutti fossero falli, come commentato dai cronisti di Eurosport che di dolito sono contro Milano.

    Ma dei flopping di Belinelli, e delle comparsate di Teodosic e dell’antisportività di Hackett che prende a pallonate gli avversari nella schiena, non c’è traccia nei commenti dei tortellini. Penso che ci voglia della faccia tosta, da parte dei bolognesi, per giustificare le sconfitte con gli arbitraggi, quando l’Olimpia ha semplicemente giocato meglio esprimendo più energia, più voglia di vincere e più compattezza di squadra.

    La Virtus se ne accorgerà nella prossima Eurolega, dove le principessine Teodosic e Belinelli verranno messe a posto dagli arbitri. Hackett quando gioca in Europa si comporta diversamente, in Italia fa l’asino perché sa benissimo che gli arbitri, con l’eccezione di quello ucraino, proteggono i virtussini.

Comments are closed.

Next Post

Luca Baraldi: Pronti a lottare contro tutto e tutti. Al Forum, in certi momenti, pareva di giocare in casa

Il CEO della Virtus Bologna Luca Baraldi ha parlato dalle colonne di Stadio nel giorno di gara-5, primo match point in queste LBA Finals 2022
Luca Baraldi Olimpia

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: