Luca Baraldi: Final Four in 2-3 anni. Allineati con Milano per essere traino

Luca Baraldi, CEO di Virtus Bologna, ha parlato di EuroLeague e Olimpia Milano con Tuttosport e il Carlino

Luca Baraldi, CEO di Virtus Bologna, ha parlato di EuroLeague e Olimpia Milano con Tuttosport e il Carlino.

SU EUROLEAGUE

«Non ci accontentiamo di partecipare all’Eurolega, ma nel giro di 2-3 anni vogliamo arrivare alla final four. Su questo punto Zanetti ha le idee molto chiare».

SUL BASKET IN TV

«Il basket ha grandissime potenzialità, è molto più adrenalinico, bello. Ha però bisogno di farsi conoscere, di avere più spazio nei media e in particolare nella tv generalista, nei canali principali come tanti anni fa. Bisogna tornare lì a costo di rinunciare a qualcosa».

SU OLIMPIA MILANO

«Ne abbiamo parlato con Milano, siamo allineati. Abbiamo tutto l’interesse a fare da traino, creando fondi di solidarietà per altri club, permettendo loro di rinunciare a quanto potrebbe arrivare da altri contratti, pur di tornare nelle reti principali. In generale bisogna creare un sistema solidale per far crescere il campionato. Per far sì che le società non pensino a se stesse, perché il successo vero è nel bene collettivo. E collettivo deve essere anche il pensiero sul futuro dei tornei. Ripeto, non possono essere i club a essere puniti per lo scollamento tra istituzioni come federazioni ed Eurolega».

4 thoughts on “Luca Baraldi: Final Four in 2-3 anni. Allineati con Milano per essere traino

  1. La loro sfida sarà arrivarci prima di finire questo ciclo e non sarà facile. Posto che tengano tutti i giocatori di quest’anno, fra 3 anni Teodosic e Belinelli come saranno? Shengelia sarà dei loro? Comunque, concordo che due squadre italiane forti sono importanti. Il fatto che Baraldi sia meno sopportabile del waterboarding è un altro discorso.

  2. Credo che Baraldi per uno che non tifa Virtus sia uno dei personaggi più antipatici del panorama cestistico, riguardo questo ciclo invece secondo me sei stato generoso: Belinelli ha l’ultimo anno di contratto il prossimo anno così come Teodosic, nel 2023/2024 non credo faranno parte della Virtus (forse Belinelli ma non da giocatore), ergo il 2023 sarà un anno di transizione in cui, se va bene, Bologna non arriverà fra le ultime 4. E qui è d’obbligo un dubbio, come fa Baraldi ad affermare che fra 2 o 3 anni giocheranno per entrare nella final four ? E’ ragionevolmente certo di arrivare tra il quinto e l’ottavo posto nella prossima eurolega per non tornare in eurocup ?

  3. Shengelia non è detto che rimanga. Hackett ha un pluriennale, ma Toko arriva solo a fine stagione. Per gli anni a venire, devono massimizzare il prossimo, perché se non vanno ai playoff escono dall’Eurolega e perché Belinelli e Teodosic sono alla frutta causa età. Hanno faticato giò quest’anno, voglio vedere l’anno prossimo con 80-90 partite nelle gambe. Purtroppo lo vediamo anche da noi con Chacho e Hines, sempre meno brillanti e solo a tratti, perché il tempo non fa prigionieri.

    La Virtus in stagione d’Eurocup ha perso spesso, con quello score nei playoff di Eurolega non ci arriva, e allora ciao Baraldi.

    Ma immagino che il patron Zanetti farà una degna campagna acquisti

  4. Come rimanere in EL sara’ problema loro. Immagino comunque che proveranno a tenere Shengelia e fare un altro colpo nei lunghi.

Comments are closed.

Next Post

Malcolm Delaney fuori dai giochi. Quali soluzioni per Messina? Lo stato del roster

Malcolm Delaney esce dalle rotazioni di Olimpia Milano, e allora andiamo a vedere gli stranieri a dispozione di Ettore Messina
Trey Kell Cska

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: