La stagione di Malcolm Delaney finisce qui. Il saluto del giocatore

Olimpia Milano comunica che Malcolm Delaney necessita di un ulteriore periodo di terapie. Pertanto, il giocatore è da considerare indisponibile per tutti i playoff

La stagione di Malcolm Delaney finisce qui. Così come la sua avventura in Olimpia Milano. La lesione addominale del play di Baltimora non si è risolta. E’ fuori per i playoff.

Il comunicato ufficiale del club

In seguito alle previste valutazioni riguardanti la lesione alla parete addominale riportata durante gara 2 dei playoff di EuroLeague, l’Olimpia Milano comunica che Malcolm Delaney necessita di un ulteriore periodo di terapie. Pertanto, il giocatore è da considerare indisponibile per tutti i playoff.

“Desidero ringraziare tutto lo staff e i compagni per aver fatto ogni cosa possibile per aiutarmi nel corso di due anni difficili mentalmente e fisicamente – dice Malcolm Delaney -. Sfortunatamente, le circostanze e i tempi sono sfuggiti al nostro controllo. Sono stati due anni speciali, in cui ho giocato in due delle migliori squadre di cui abbia mai fatto parte, ma con tanta sfortuna. Ho apprezzato la mia esperienza a Milano, dentro e fuori del campo. Voglio ringraziare i tifosi che ci hanno sostenuto, anche se oggi sono soprattutto dispiaciuto di non poter combattere nei playoff con quelli che considero miei fratelli”.

34 thoughts on “La stagione di Malcolm Delaney finisce qui. Il saluto del giocatore

  1. Un enorme ingiustizia che l’avventura di Malcolm a Milano si concluda così, con lui infortunato ed indisponibile per i playoff dove sono certo avrebbe dato tutto per cercare di “vendicare” la sconfitta in finale dello scorso anno.

  2. Bene.
    Francamente è una delle più grandi delusioni degli ultimi anni.
    Ho visto ciò che mi aspettavo in non più di una decina di occasioni in due anni.
    E ho visto cose talmente imbarazzanti che mai mi sare aspettato da un giocatore con quel pedigree.
    L’unica costante un atteggiamento irritante, a dire poco.

    1. Se non gioca i play off è solo un bene per olimpia milano. Sono d’accordo su atteggiamento irritante e numero di partite di livello giocate in due anni.
      Kell e Baldasso faranno meglio con certezza.

    2. Giocatore sopravvalutato con un atteggiamento irritante. E certamente non gioca a suo favore, l’aver annunciato, ancora prima che la stagione iniziasse, che a fine stagione sarebbe tornato a casa. E infatti le sue prestazioni, a parte qualche eccezione, sono state molto deludenti. Senza dimenticare che neanche con il Barcellona si era lasciato bene, tanto per cambiare.

  3. In bocca al lupo Malcom e grazie per il molto di buono che hai fatto per noi. Anni decisamente senza fortuna ma con molto coraggio.

  4. Ho accolto Malcolm con diffidenza per poi apprezzarlo tantissimo. Uno dei giocatori più completi nel suo ruolo che siano passati da qua.
    Ha avuto molto sfortuna e la sua sfortuna è stata la nostra sfortuna perché con lui al 100% questi due anni non ce ne sarebbe stato per nessuno, come a tratti si è visto.

    Trovo i i commenti contro di lui ingiusti da molti punti di vista ma mi fermo qua.

    Ciao Malcolm e che la vita ti sorrida.

  5. Mi resta il dubbio che più che un problema esclusivamente fisico ci sia sotto una questione di stimoli. Concordo che ne complesso non è stato così performante come mi attendevo. Grazie comunque per quelle partite strepitose che ci ha regalato a tratti e per tutto. Buona fortuna.

    PS ora Kell potrebbe tornare utile

  6. Adesso secondo me è il momento di essere seri: se Bologna era favorita prima di questa notizia, adesso è favoritissima.
    E non solo perché hanno i campioni che hanno, ma anche perché ieri sera li ho visti vincere l’Eurocup da dominatori assoluti e giocano davvero bene, e Teodosic vale il Chacho al 100%.

    Sarà dunque durissima, meglio saperlo, ma il pallone è rotondo e tanti potranno fare due passi avanti per afferrare un’opportunità che per alcuni di noi (dei nostri) non tornerà mai più.
    È il momento di superarsi, di superarli, di affiancare i nostri campioni col meglio che avete in campo, perché se lo meritano.

    Quindi forza ragazzi!

    P.S. una menzione di particolare vergogna a tutti quelli che in altri post hanno dubitato dell’infortunio, e della condizione attuale di Delaney.
    Ricordo loro proprio le parole di Delaney – anche se qualcuno di quelli che oggi dubitano “non si fida delle parole” dei protagonisti, non a caso spande merda senza la minima prova, anzi con la prova contraria.
    (Dello staff medico di squadra che lo segue, per esempio).
    “Non augurerei questo dolore nemmeno al mio peggior nemico” ha dichiarato Delaney subito dopo l’infortunio.
    E neanch’io, ma un bel VERGOGNA! – ve lo meritate tutto!

    1. Una frase non significa obbligatoriamente che valga per tutte le situazioni, ma del resto ti fa comodo far passare questo messaggio. Io, pur essendo uno dei critici di Delaney (come puoi leggere ce ne sono molti, più di quanto pensi), non ho mai scritto da nessuna parte che dubitavo del suo infortunio e della sua condizione fisica. Qui l’unico che si deve VERGOGNARE sei proprio TU che attacchi chiunque non la pensa come te. La tua opinione, giusta o sbagliata che sia, vale quanto quella di ciascuno di noi, non sei Mister Verità!! Ora si capisce il perché stai sulle balle a molti utenti.

      1. Copio e incollo dai commenti di un altro post:

        ” Men in Red ha detto:
        12 Maggio 2022 alle 09:59
        Questo è già in vacanza…..”

        E hai il coraggio di scrivere che non hai mai detto che dubiti del suo infortunio?

        Ah già, magari per te è chiaro che le vacanze iniziano ad agosto, quindi volevi dire che Delaney mentre si cura ha già prenotato le vacanze di agosto, ma non volevi dire che è in vacanza ora, come uno che sta bene e va in vacanza, perché come la settimana comincia di lunedì, così le vacanze cominciano in agosto – perché tu appunto non dubiti che stia male.
        Scusami, sono io che ho capito male.

      2. Il mio era puro sarcasmo, che non sto neanche a spiegare ad uno come te che è incapace di interagire con chi la pensa diversamente, se non insultandolo.
        Saluta Malcom, che fortunatamente non vedremo più con la nostra canotta.

    2. Mu vergognerò volentieri. Ma vista la “viglia” con la quale quest’anno si è cimentato nel nostro campionato, il dubbio mi resta. Al netto del fatto che è un professionista, che ha un contratto, che la società può pretendere tutto da lui. Quello che sostengo è che se ci fossero state da giovare le f4 di EL tra una ventina gi giorni forse ci avrebbe messo l’anima per rientrare. Tutto qui

      1. Sono sicuro che sai che c’è uno staff medico che segue i giocatori dell’Olimpia.
        Li controlla, fa le terapie, gestisce le modalità e i tempi dei recuperi.
        A te però resta il dubbio: allora vuol dire che credi che Delaney abbia convinto tutto lo staff medico di lasciarlo simulare un infortunio muscolare all’addome, pur di smettere di giocare?
        E come li avrebbe convinti? E come si sarebbero lasciati convincere?
        E qual è il vantaggio di Delaney e quale quello dello staff medico nell’avallare tale simulazione?

        Perché uno li può avere, ci mancherebbe, ma dovrebbe dare qualche motivo sui quali si fondano.
        Se no uno può insultare un giocatore, lo staff medico e quindi tutta la società così, tanto perché gli andava di scriverlo.
        Allora vabbeh.

    3. Caro Palmasco
      Il soggetto in questione è lo stesso che diceva che Nedovic invece di curarsi preferiva andare a vedere la Juve.
      Lo stile è sempre quello: sputare sentenze contro vento e non accorgersi che ti ritornano addosso…
      Ora si è rifatto l’ennesimo lifting, ma sotto sotto è sempre lui.

      Buona vita a Malcom, mi mancherà!

  7. beh ognuno puó avere l’opinione che preferisce su Delaney, ma di sicuro per Milano questa NON é una buona notizia. specialmente in difesa la coperta si accorcia assai, dietro Delaney ha sempre detto la sua. E se il ruolo di miglior difensore sugli esterni lo deve interpretare Shields, che é un favoloso difensore, allora é un problema, perché se difendi al 150% per 25 minuti é difficile che in quei 25 minuti la tua produzione offensiva sia di valore, ma non per limiti del giocatore, semplicemente perché sarebbe disumano avere un livello altissimo su entrambi i lati.
    Per questo l’assenza di Delaney é una pessima notizia, perché implica un uso “estremo” in difesa di Shields, sul modello della serie contro l’Efes, dove ha difeso come un dannato, ma poi in attacco ha necessariamente pagato.

    1. Mi spiace per l’infortunio …ma penso che in questo momento della sua carriera possa dare molto poco. L’ho già scritto più volte …è deleterio …come in parecchi qui hanno già scritto.
      Nei mesi nei quali è rimasto fuori ed ha giocato Hall play … non si sono viste grandi differenze!
      Mai determinante …forse più di una volta in negativo.
      Da lui ci si aspettava altro ed il primo a saperlo è lui. Ha parlato di volere andare in un campionaro meno logorante .. ma non ha 38 anni!
      È consapevole di avere finito la benzina …
      Personalmente poi mi da noia chi come lui è alla continua ricerca del fallo e continua a lamentarsi con gli arbitri.
      Silenzio e giocare ….

      1. Per me Delaney dell’ultimo periodo era un equivoco tattico. Troppo ingombrante per panchinarlo, lui troppo egoista per capire che non è più quello di Kuban, per me, paradossalmente, non sarà un grosso svantaggio non averlo.

    2. Bravo, la penso esattamente come te! È vero che probabilmente ha reso sotto la media, ma Malcolm insieme a Devon era quello che faceva il lavoro sporco sul portatore di palla ed in sua assenza ha dovuto colmare shavon. Chiaro che se in difesa devi farti in 4 per difendere Larkin, micic o il teodosic/hacket di turno in attacco perdi lucidità. Ora è chiaro che il chacho faccia girare la squadra in altra maniera, ma è altrettanto vero che dietro non fa minimamente il lavoro di delaney. Qualcosa di buono lo ha fatto vedere Grant nella metacampo difensiva, però è troppo discontinuo, baldasso è ancora acerbo, Kell un bel punto interrogativo…
      Trovo comunque ingiustificato l’accanimento verso un giocatore che comunque in questi 2 anni ha contribuito a riportare l’olimpia ai vertici europei.

  8. Bruttissima tegola. Ovviamente la seconda parte della stagione di Delaney è stata molto sotto le aspettative, ovviamente è un giocatore che ti fa tirare le madonne quando si incarta col palleggio o cerca falli inesistenti, ovviamente quando ferma le azioni offensive ti sale l’embolo… però altrettanto ovviamente è un difensore che quando conta ti fa sbarellare, è uno che quando il ritmo sale trova canestri fondamentali ed è uno che è abituato a giocare a queste latitudini.

    Francamente deprimenti i commenti entusiasti sulla sua assenza, ma del resto siamo sempre in territorio del minutaggio a ottobre e del “Chacho bollito”…

  9. Ke stagione maledetta. Per il prossimo anno suggerisco di ingaggiare un esorcista.
    E io che pensavo che fosse sfiga l’ultimo tiro di Punter col Barca ….

    1. Bruttissima notizia. Se ‘ispirato’ può ancora fare la differenza, è la pedina che armonizza il tutto. Certo, spesso non lo è stato, ma quando “girava” la squadra girava insieme a lui e si vedeva. Poi certo, magari avrebbe fatto flop anche ai PO. Non lo sapremo mai. Passiamo oltre.

  10. Malcolm si era reso fino ad un certo punto protagonista della sua migliore stagione in maglia Olimpia; poi , ad un tratto, tutto è iniziato a girare storto, fino ad oggi, quando la sua stagione è finita…. che dire? Meritava di più, meritava di meglio….con i suoi pro e con i suoi contro comunque Grazie

  11. Ciao Malcolm grazie x queste 2 stagioni, per i playoff col Bayern e il cioccolatino messo in mano a Punter, e per il cartello “vietato banchettare col pnr” che hai appeso nella nostra metacampo.
    Per me resta un rimpianto, al netto di certe serate storte, perche fino alle stagioni con noi di infortuni non ne ha mai avuti e sarebbe stato bello vedere cosa si poteva combinare con lui al 100%

  12. Le aspettative su Malcom erano altre,molto raramente abbiamo rivisto il giocatore che ci aveva giustiziato pure in maglia Barca ( come fece notare il coach dopo una partita).Il suo atteggiamento, soprattutto quest’anno, mi ha lasciato però piuttosto perplesso in varie occasioni e certamente il fatto che abbia dichiarato (pubblicamente) con molto anticipo il suo addio all’Europa ( giustificato o meno che sia il motivo) ed i frequenti comportamenti sempre al limite, non aiutano ad essere troppo comprensivi nei suoi confronti, pur in presenza di accertate infermità.Sarebbe stato interessante vedere quale sarebbe stato il suo approccio a questo problema fisico se fosse stato in gioco un rinnovo milionario come il suo, ma sarebbe come disquisire sul sesso degli angeli….
    Considerato però quello che ci ha dato ultimamente credo sia meglio per noi dare più strada a Jerian ed al buon Baldasso visto di recente che ha dimostrato ,almeno in lega nazionale,di poter tenere il campo in maniera più che dignitosa.
    Chiedo in ultimo cortesemente al nostro moderatore di censurare una volta per tutte il diuturno atteggiamento offensivo di alcuni avventori del sito che credono di poter apostrofare il prossimo unicamente perché dissenziente dalle loro (spesso) discutibili opinioni.
    Se e’ stato bannato per reato di opinione il signor Adriano (alias Gaetano ,o altro), e su questo ci sarebbe parecchio da discutere,credo sarebbe corretto seguire la stessa linea su chi usa questo sito per offendere con supponenza il prossimo.

    1. Non so a chi ti riferisci ma Adriano è stato bannato perché tecnicamente era un troll. Non era questione di portare opinioni (anche animatamente) contrastanti, controcorrente e portare a dei dibattiti anche al limite.
      Per quanto riguarda il dubbio sull’approccio agli infortuni di MD, io sento invece che sia stato estremamente onesto nel dire che sarebbe stato l’ultimo anno in Europa in tempi non sospetti, avendo una situazione familiare per lui evidentemente dolorosa. Il giudizio sulla sua professionalità per me rimane positivo, sul giocatore purtroppo pesano troppo gli infortuni. Buona vita Malcom, vinciamo lo scudetto!

      1. Invece quelli che, maleducatamente, vogliono importi la loro verità, come li definiresti?

  13. Sinceramente ne ho le palle piene di dover affrontare avversari non potendo mai essere al meglio. Perché secondo me, senza dubbio, il meglio lo diamo con Delaney in palla. Hall (da play), Kell, Baldasso sono un’altra cosa. E’ un problema in difesa e pure in attacco. Per non parlare di Melli che non si sa come starà. Mi girano veramente le scatole. Nota positiva: ho visto Hines contro Venezia molto reattivo sulle gambe. Sì, perché a questo punto vincere contro la Virtus è un po’ come a Istanbul: si può fare, ma tutti devono dare il 100% ed è estremamente difficile che tutti diano il 100%.

  14. Perdiamo uno dei migliori, un grande fuoriclasse. Qualche partita di appannamento non può nascondere il contributo fondamentale che ha dato per raggiungere le final four e il terzo posto in regular season. Carisma da vendere, capacità di prendersi sempre grandissime responsabilità senza paura. Con lui in campo sempre fatturato positivo in termini di plus minus di punti. Mancherai Malcom, mancherai tantissimo. E grazie di tutto

  15. Peccato aver visto solo a tratti il vero Delaney, avrebbe dato una grandissima mani in questi PO. Grazie e in bocca al lupo per tutto.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Next Post

Quanto pessimismo intorno all’Olimpia, la squadra non lo merita

Sembra un 'funerale annunciato', per molti, quello dei biancorossi nei playoff italiani al via domenica prossima: noi non siamo d'accordo

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: