Virtus Bologna o Bursaspor? EuroLeague prende forma, e il calcio “consiglia” di escludere il Cska

Alessandro Maggi 17

La finale di EuroCup 2021-2022 sarà Virtus Bologna-Frutti Extra Bursaspor, con palla a due mercoledì sera alla Segafredo Arena

La finale di EuroCup 2021-2022 sarà Virtus Bologna-Frutti Extra Bursaspor, con palla a due mercoledì sera alla Segafredo Arena. Ma l’ottica da Milano viaggia sull’EuroLeague 2022-2023. Quale sarà il roster al via?

Il riassunto delle puntate precedenti

Abbiamo 15 squadre con licenza per la prossima stagione, 2022-2023:

  1. Efes (Turchia)
  2. Olimpia Milano (Italia)
  3. Baskonia (Spagna)
  4. Cska (Russia)
  5. Barcellona (Spagna)
  6. Fenerbahce (Turchia)
  7. Maccabi Tel Aviv (Israele)
  8. Olympiacos (Grecia)
  9. Panathinaikos (Grecia)
  10. Real Madrid (Spagna)
  11. Zalgiris Kaunas (Lituania)
  12. Bayern Monaco (Germania)
  13. Asvel (Francia)
  14. Alba Berlino (Germania)
  15. Monaco (Francia)
  16. Vincente EuroCup (Virtus Bologna/Bursaspor)
  17. Vincente Aba-Liga
  18. Wild card

Diventeranno 16 con la vincente di EuroCup. Con 2 posti vacanti.

Uno potrebbe restare alla Aba-Liga: Jordi Bertomeu in passato aveva evidenziato la mancanza di stabilità di molti club della zona, ma resta un’area geografica di straordinario appeal, con grande seguito, e che rappresenta la culla del movimento europeo. 

Dunque Stella Rossa, Partizan, Cedevita e Budcnost, in una lega quest’anno particolarmente equilibrata e in dubbio.

Poi sono note le ambizioni di Virtus Bologna e Valencia : dalla parte della Vu vi è uno sponsor forte, il progetto di un palasport per il futuro, e la disponibilità di massima per un’arena temporanea per la prossima stagione. E la finale di EuroCup, comunque, con il Bursaspor.

Il resto lo dirà il campo, e le tensioni internazionali.

A che punto siamo?

Non entriamo in disquisizioni belliche. Attualmente il conflitto in atto, ma non è questo il posto per dire se proseguirà o meno, e per quanto. Al momento nessuno di questa redazione ha conseguito la laurea, via social, in virologia o geopolitca.

Torniamo allo Sport, dove apprendiamo che il Comitato Esecutivo dell’UEFA ha optato per l’esclusione delle squadre russe dalle competizioni per club nella stagione 2022-2023.

Lo stesso vale per le Nazionali, dove la Russia è stata esclusa dalla Nations League, con retrocessione automatica all’ultimo posto della Lega B, e dai prossimi Europei Under 21 maschili e femminili.

Nel basket la parola passerà in primo luogo alla Fiba. A fine luglio sono in programma le qualificazioni alla prossima World Cup. Russia e Ucraina sono in gioco.

EuroLeague ne parlerà durante le Final Four di Belgrado, tra il 19 e il 21 maggio, ma potrebbe accordarsi per evitare di esporsi troppo politicamente.

17 thoughts on “Virtus Bologna o Bursaspor? EuroLeague prende forma, e il calcio “consiglia” di escludere il Cska

  1. Sto modo di scegliere i partecipanti senza criteri oggettivi, personalmente mi schifa assai .

    Ps. Licenza al Monaco Francia me l ero persa. Che licenza hanno?

    1. Per Monaco la regione è da leggere nel regolamento dell’ECA

      ECA garantisce una licenza annuale a chi, tra la vincente dell’EuroCup della stagione precedente, e la finalista dell’EuroCup della stagione precedente, chiuda nella posizione di classifica più alta all’interno della zona playoff della stagione in corso di EuroLeague.

      Nella scorsa stagione Monaco e Unics hanno giocato la finale di EuroCup. I russi sono stati esclusi, i monegaschi hanno conquistato i playoff. Dunque abbiamo una quindicesima squadra iscritta alla prossima EuroLeague di diritto:

    2. I criteri sono oggettivi e sono di capienza delle strutture, di reach e di risultati. Poi uno può preferire altro però ci sono dei motivi per cui l’Eurolega non ha interesse a vedere giocare per dire una Venezia o una Sassari che poi dovrebbe alzare bandiera bianca dopo 7 giornate o giù di lì. Rimane una lega privata a natura commerciale, non è un torneo amatoriale gestito dall’Arci locale.

      1. Il Monaco (Francia) ha dimostrato di valere molto più di squadre con licenze (l hai visto il Pana, questo anno?). Chiudere (o fortemente limitare ) il ricambio basato sui risultati, per me è un grosso limite. Bisognerebbe mettere quantomeno delle retrocessioni . Anche se potrebbe capitare al Real, all Efes o all Olimpia.
        Per me così (considerando anche i grossi problemi economici del 90% delle squadre) non è sostenibile.

      2. Il Monaco è una bella squadra che non avrebbe fatto notizia se la Russia non avesse invaso l’Ucraina. L’assenza delle russe ha drogato la percezione di questa stagione, dando un’ancora di salvezza a chi poi ha dato spettacolo nei PO ma che non avrebbe potuto giocarli con i risultati del campo. Peraltro a me questa lega piace tantissimo, quindi non potrei essere meno d’accordo sul fatto che non sia sostenibile in base a quali squadre giocano. Economicamente è un discorso diverso ma sarai ovviamente d’accordo che se in EL ci fossero andate Venezia e Sassari invece di Milano, economicamente sarebbe stato devastante, quindi l’aspetto economico non è migliorato dalla presenza di queste squadre.

        Attenzione anche all’analisi del singolo anno. Il Pana molto male, certo, peggio del Monaco. Poi vai a vedere l’Olympiacos e vedi che era 12-16 due anni fa prima dello stop e 16-18 l’anno scorso, lontanissimo dai playoff, mentre quest’anno è finito secondo ed è alle F4. Perché la licenza di lungo periodo serve esattamente a questo: a dare a piazze importanti e seguite il tempo di lavorare senza temere di perdere il posto per delle stagione sbagliate.

        Ci sono due tipi di leghe: quelle che sono così ricche o in mercati così poveri da non curarsi delle entrate delle singole società. Prendi per esempio la Serie A oppure i tornei amatoriali. Poi ci sono quelle che invece devono anzitutto pagare gli stipendi e avere un mercato altrimenti chiudono, e quelle devono ridurre il turnover e pensare anzitutto a tenere le società e le piazze ricche. Certo, se l’EL fosse ricche ma poco spettacolare capirei, ma è un torneo fantastico in cui si vedono grandi giocatori e grandi partite.

  2. Eurolega è una bella manifestazione. Ma anche per me effettivamente qualcosa manca forse perchè basato su criteri oggettivi. Una delle cose più belle dello sport è il piacere della sorpresa e dell’impresa sportiva.

    1. Qual è il criterio oggettivo che manca però? Per dire, è oggettivo pensare che debba qualificarsi all’EL una squadra italiana che ha vinto il campionato giocando la metà delle partite dell’altra squadra italiana che si è massacrata in EL? È oggettivo dire, per contro, che se la Virtus vince il campionato con un budget 5 volte quello di Venezia è *sportivamente* più forte?

      1. E l anno dopo si fa esattamente il contrario . E tutto torna .

        O, poi questioni di gusti. Io la eurolega così fatta, nel mio piccolo, la boicotto.

        E personalmente trovo che ogni cittadino democratico dovrebbe boicottare le f4 di belgrado. Spostate li per fare 3000 spettatori in più. Vergogna

  3. Spero che la Virtus faccia l’Eurolega sia per il movimento del basket italiano, sia perchè finalmente il prossimo anno avremo nelle gambe e nella testa gli stessi carichi di lavoro e ambedue non avremo più alibi.

    1. Perché solo una associazione a delinquere può spostare la sede delle f4 da un luogo ove ci sono (c erano) delle limitazioni dovute al virus in un alto ove c è esattamente lo stesso rischio ma regole più blande…per fare 3000 spettatori in più. Per me devono andare a fare in culo. Democratico è un termine errato. Sorry . Dotato di buon senso, diciamo mi correggo

      1. Le condizioni in Germania non era accettabili, non veniva garantita neanche la presenza dei giocatori se asintomatici ma positivi e nemmeno la presenza del pubblico. A Belgrado entreranno solo i tifosi vaccinati, metodo scientifico. E se non sei vaccinato o il vaccino non ti basta, non andare, tanto non saresti andato comunque no? In Germania o si entrava da vaccinati o non si entrava proprio.

    1. X mistertate: come dire “voi crucchi siete degli idioti cacasotto . Noi si va a belgrado. Li si che sono seri”. E ripeto.. per fare poche migliaia di spettatori in più. Money talks. Euroleague sucks, per me.

Comments are closed.

Next Post

Olimpia Milano e gli infortuni: Shavon Shields out per quasi il 40% della stagione

Olimpia Milano e gli infortuni. Luca Nardo ci porta un dato, i giorni out per infortunio di tutti gli elementi del roster
Infortunio Shavon Shields

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: