Eurolega: Bayern e Monaco vincono e portano Barça e Oly a gara 5

Ci saranno due sfide decisive per andare alle Final Four la prossima settimana, dopo i successi di tedeschi e monegaschi in gara 4

Il quadro completo delle qualificate alle Final Four 2022 si capirà solamente settimana prossima, dopo le due gare 5 da giocare martedì e mercoledì. Il Bayern Monaco gioca una straordinaria partita difensiva (59-52), tiene il Barcellona a soli 52 punti (34 nei primi tre quarti) e pareggia sul 2-2 la serie di playoff. Gli uomini di Trinchieri hanno 12 punti di Weiler-Babb e 9 di Hunter, mentre ai catalani non bastano gli 12 di Abrines, in una partita con il 39% da 2 ed il 17% da 3.

Anche il Monaco di Mike James, davanti all’amico Kevin Durant, forza la serie playoff alla quinta e decisiva partita, superando l’Olympiacos Pireo per 78-77. I monegaschi rimontano e sorpassano nel quarto periodo, anche se Kostas Sloukas ha il pallone per le Final Four, ma non va a segno la tripla del successo sulla sirena. Tra i padroni di casa ci sono i 21 punti di Bacon ed i 18 (con 6 rimbalzi e 4 assist) dell’ex biancorosso.

49 thoughts on “Eurolega: Bayern e Monaco vincono e portano Barça e Oly a gara 5

  1. Bayern tanto clamoroso quanto incompleto per via degli infortuni. Chi ha orecchie per intendere…

  2. Grande Trinchieri e grande JAMES,se avessimo avuto questi due saremmo sicuramente alle finals tour…

  3. Egregi signori Ale ed Adriano,pure io sono del parere che gli infortuni sono considerati una attenuante solo dai perdenti.
    Come voi la penso pure su Trinchieri e su James (ovviamente solo come giocatore).
    Al signor Adriano però chiedo sulla base di quale calcolo statistico o teoria a me sconosciuta afferma con granitica sicumera che la presenza dei suddetti professionisti sarebbe stata garanzia assoluta di un nostro ingresso alle finali di Belgrado.
    Sono certo che non si offenderà se le dico che ha scritto la più grossa stronzata che io abbia mai letto negli ultimi 20 anni….

    1. Egregio bocciofila Borletti, Trinchieri sa gestire i giocatori meglio di Messina e sicuramente questi non arrivano cotti a fine stagione come puntualmente avviene col Nostro.
      Su James posso solo dirti che è un talento immenso che,da grande allenatore, Messina, avrebbe dovuto saper gestire al meglio dal punto di vista comportamentale.
      Tra l’altro ti faccio notare che con lui ,Monaco, squadra infinitamente più debole della nostra, è arrivata più avanti della nostra in euroleague, essendo alla 5 partita…

      1. Come Itoudis che l’ha cacciato.
        Il Monaco fa le F8 perché hanno escluso 3 squadre non per meriti sportivi.

  4. Effettivamente come non ricordare il cammino trionfale dell’Olimpia in Eurolega guidata da Mike James nella stagione 2018/2019, dove giunse alla final 4 grazie alle prodezze ed allo spirito di squadra di questo giocatore giustamente oggi rimpianto.

    1. Effettivamente come non ricordare quell’altra perla di allenatore, che non nomino nemmeno, che faceva giocare JAMES 38 minuti a partita, anche al rientro da un infortunio.
      E poi quella squadra era molto ma molto più scarsa e meno profonda della attuale.

  5. @ dopolavoro. Non mischiare le cose. Io parlo per me . E condivido poco ciò he ha scritto adriano.
    Mi limito a notare che da una parte una squadra menomata dagli infortuni esce perdendo abbastanza nettamente 3 partite su 4 e un coach dopo gara 2 dichiara “la serie è finita” ( per via degli infortuni). E viene definita erotica e commovente.
    Poi ci sono altre squadre , massacrate ora come da inizio anno da simili (se non peggiori) infortuni , non fa dichiarazioni di resa e porta a gara 5 un avversario obiettivamente di maggiore caratura dell’ efes. Se da una parte si parla di eroi, qui che facciamo? Parliamo di santita’?
    Questo è il mio pensiero.

    1. Ovvio che Messina lo ha fatto per pretattica ma Ataman lo ha rimbalzato facilmente. Spero bene, ma ne sono certo, che negli spogliatoi abbia utilizzato altre parole. Adesso però mi piacerebbe una dichiarazione sul tipo “vinceremo il campionato” senza sempre fare i paraculi e mettere le mani avanti. Il campionato si deve vincere senza se senza ma e bla bla

      1. Come fai a vincere il campionato?
        Con un pivot di 36 anni e 198 cm ?
        Con un play di 35 anni logorato da mille battaglie che ormai al massimo incide una partita su 10 ?
        Con un allenatore che per l’attacco conosce solo il tiro da 3 ?

  6. Aggiungo. Messina per me ha fatto benissimo a cacciare James. Nessun rimpianto. Giocatore che non mi piace.
    Trinchieri mi piace già di più, ecco. Questo si

    1. Non mi interessa come faranno a vincere il campionato. Ma devono vincerlo! O mi piacerebbe che lo dichiarino ora.

  7. Penso che non sempre si possano avere i giocatori che si vorrebbe, sia per motivi economici sia per la volontà degli stessi giocatori e allora, anche se da tempo mi sarebbe piaciuto avere un centro che potesse far rifiatare Hines fornendoci un certo apporto, probabilmente ciò non è stato possibile e allora, meglio aspettare l’occasione buona. Per quanto concerne invece l’allenatore, non so come ci si possa lamentare di Messina. E’ un allenatore che tanti ci invidiano e vorrebbero, ma se non va bene nemmeno questo…

    1. BB, è la terza stagione con lui,e per la terza volta arriviamo cotti quando le partite contano davvero. Non ti è mai passato nemmeno per l’anticamera del cervello che ci sia qualcosa di sbagliato nella sua gestione dei giocatori?

      1. Quest’anno meglio la gestione dai. Obiettivamente gli infortuni sono stati più pesanti della stagione precedente, quindi Hall e Melli hanno dovuto tirare la carretta per tutto l’anno con le conseguenze che abbiamo visto. Ma Chacho e Hines sono stati ben gestiti. In più cosa poteva fare: mandare un paio di juniores e perdere le partite apposta? Il punto è che abbiamo giocato con 5 stranieri (Chacho, Hines, Shields, Hall e in parte Bentil). Gli altri 6 A roster scarsi o underperforming o scemi. E si parla probabilmente di 4 milioni di stipendi. Questo è il problema. Tu mi dirai giustamente e chi li ha scelti, tenuti o motivati?

      2. Non mi sono sembrati cotti, per niente.
        Infortunati, sì, indisponibili, sì, fasciati e operati sì. Ma cotti?
        Decisamente no.
        Solo un osservatore superficiale e contrario accanito potrebbe scriverlo.

        Allora mi chiedo: ma un contrario accanito, come mai non ha una squadra della quale scrivere, un sito amico dove portare la sua superficialità? Sarà che come qui, nessun altro lo vuole?
        A che dobbiamo, allora, il privilegio di averlo qui con noi?
        Sarà che siamo talmente grandi, Olimpia Milano, che non ce n’è come venire da noi?
        Sarà che abbiamo smesso di comprare figurine e abbiamo uomini veri, da ammirare e seguire con passione?
        Chi ce la fa, ovviamente, perché c’è chi gli uomini veri proprio non li sopporta.

        E allora ci teniamo anche lo scemo del villaggio.
        Perché? Perché fa colore 😉

      3. Non sono cotti ? Ahahahah
        Chissà come mai all’inizio vinciamo sempre e alla fine non vinciamo mai….0 titoli.
        E finiscila con questi ridicoli polpettoni….

      4. @Daniele, ti hanno appena dato dello: “scemo del villaggio”, e tu che fai? Ciapi su, porti a casa e parli d’altro……bene, almeno una cosa l’ammetti

      5. Fab ,ti ho già spiegato che Daniele sbagliava i congiuntivi, io no,quindi anche un tarato mentale come te dovrebbe capire che non posso essere lui…

  8. Quando è iniziata la guerra in Ucraina, mancavano 8 giornate, al termine della stagione regolare. Le prime 6 posizioni, erano cristallizzate : Real, Barcellona, Milano, Olympiacos, Zenit e CSKA ( con Pangos, appena ingaggiato ). Esisteva una bagarre, per il 7° e 8° posto, tra Kazan, Efes e Maccabi. Il Monaco e il Bayern, erano lontane e, senza l ‘ evento bellico, avrebbero assistito alla post season, comodamente sedute sul divano.

    1. È una tua opinione personale, conta meno di niente, contano solo i fatti…E i TITOLI….

      1. Trattandosi di una società professionistica al massimo livello e non della squadretta dell’oratorio dove i 5 minuti di gioco non si negano a nessuno credo che le osservazioni del signor Adriano siano perfettamente condivisibili ed io mi allineo in toto alla sua linea di pensiero almeno su questo punto,ovvero che contano solo i fatti ed i titoli.
        Visto però che i progetti sportivi di un certo livello non hanno scadenze certe come le cambiali dobbiamo dare ancora credito a questa società ed a questo staff che hanno comunque dimostrato con i fatti di aver riportato la squadra ad un livello europeo che non vedevamo da secoli.
        Pure io sono incazzato quanto lei signor Adriano per essere uscito con l’Efes,ma solo per questo dobbiamo mandare tutto in m….?
        Il progetto sportivo e’ consolidato,la società sana ( ricorda i tempi di Corbelli?),ritorneremo dove la nostra storia ci colloca di diritto,e sono certo che non dovremo aspettare troppo per rivincere dove veramente conta,in Europa.

      2. Ma se contano solo i titoli, perché commentate le partite?
        Le partite di cui non vi frega niente, perché contano solo i titoli.

      3. BORLETTI concordo al 100% con il suo post,ciò non toglie che sono convinto che una migliore distribuzione delle risorse ci avrebbe permesso ben altre soddisfazioni in questi anni. In particolare non tollero l’inutile e controproducente utilizzo dei nostri big in campionato in partite dal valore prossimo allo 0…

      4. Adriano, questo articolo, è dedicato alle vittorie di Bayern e Monaco. Il Bayern, sta disputando questi playoff, grazie al fatto che il CSKA Mosca, di Pangos, Hackett, Shengelia e Milutinov, è stato escluso. Questo è un FATTO e, non è un’ opinione.

      5. Della vedova, il fatto è che il Bayern è ai playoff, se non escludevano le russe magari anche noi venivamo esclusi.

      6. Noi siamo arrivati terzi e le russe sono tre.
        Dunque sembra abbastanza impossibile che noi venissimo eliminati, scemotto del villaggio.
        Però ci fai ridere.

    2. Se giocavamo con le russe ,Messina riduceva le rotazioni, 38 minuti a rodriguez hines e shields, quindi altri infortuni, quindi crollo verticale della squadra dal terzo al nono posto, questo lo dovrebbe capire anche uno da 3 media come te…

      1. Ma di cognome fai Nostradamus, visto che sei il depositario delle profezie ?

  9. Non capisco perché ci siano utenti che rispondano a Gaetano, replichera sempre con le sue vomitevoli strnzate perché è troppo stupido per cambiare idea. Isoliamolo e smettiamo tutti di leggerlo, magari si stanchera’, magari no ma chi se ne frega di quell’ameba.

  10. A proposito palmasco, sono andato a un convegno e li’ ho incontrato diversi personaggi che in tempi diversi hanno partecipato a questo blog e hanno interagito con te riportandomi una ben scarsa considerazione nei tuoi confronti. Comunque ti salutano tutti, Dodo, Momo , Tex Willer, Elvis, Antoine Carr , Roberto, Enrico90, Osvaldoilgiallo, J.Cash, Robert.lee e altri. Tutti ti ricordano : 0 Titoli ( ma tanti demenziali POLPETTONI…)

  11. Ma è possibile che ci siano persone così preparate, così in gamba da saperne di più di allenatori che in Italia hanno vinto tutto, che negli USA hanno avuto il loro bel ruolo, che allenano i giocatori e quindi sanno meglio di noi perché fanno o devono fare certe scelte? Mi chiedo come mai di fronte a tanta scienza non possano trovare loro un posto di tecnico e anche ben remunerato! Ci vorrebbe un po’ più di rispetto e di fiducia in chi ha già tanto dimostrato. E per concludere sono convinto che, cambiato allenatore e cambiati giocatori, saremmo di nuovo alle solite critiche. Mah!

    1. Io non critico il passato di Messina, che non conosco, io critico quello che vedo ,il presente ovvero 3 anni che stanno per finire ,con possibilità economiche senza precedenti, che si stanno concludendo senza titoli significativi conquistati.

      1. Uno che si presenta dicendo che non conosce il passato di Messina dovrebbe pensarci non 1ma 100 volte prima di criticare, dall’alto della sua competenza…

    2. Fabri ,quindi tu giudichi Messina da quello che ha fatto in passato e non da quello che sta facendo adesso, CIULAAAAAA!!!!

    3. Non sono tante queste persone comunque, almeno qui. Sono solo quelle che fanno più rumore perché dicono castronerie fenomenali.

      1. In sostanza chi sostiene che Messina sia un incompetente è una sola che per sostenere le sue idee bislacche si clona in diversi nickname. Quindi non fa proprio testo e non merita alcuna risposta.

      2. Il fatto che hall parta in quintetto la dice lunga su chi sia l’incompetente .

  12. Trincheri ha fatto e fa da sempre un gran bel lavoro in Germania: le sue squadre, pur senza furiclasse, sono bilanciate offensivamente e offrono sempre un bello spettacolo.

  13. I risultati del playoff di questa stagione che in qualche modo ricalcano quelli della stagione passata indubbiamente portano a pensare che la RS non ha un gran valore al fine del risultato finale. In realtà l’unico vantaggio che fornisce è la quinta partita dei quarti in casa, il che è importante certamente ma non giustifica l’enorme dispendio di energie per accaparrarsi uno dei primi quattro posti. Diverso ovviamente sarebbe se anche le semifinali o la finale fossero al meglio di 5 o 7 partite. Forse eliminare i quarti playoff e fare direttamente le F8 in una stessa sede potrebbe essere una soluzione. L’aspetto economico è inifluente, il primo posto in RS porta in dote un premio onestamente non molto consistente ed anche l’eventuale quinta partita non vale obiettivamente una stagione condotta a ritmi forsennati. Squadre praticamente ripescate sostanzialmente grazie all’eliminazione dei teams russi che rischiano di andare alle F4 non danno valore aggiunto alla competizione ma ne dimostrano le lacune.organizzative. O si valorizza meglio la RS oppure conviene farla tranquillamente con il solo obiettivo di entrare nelle prime otto per poi dare tutto nei quarti.

    1. Facevo una riflessione simile privatamente qualche giorno fa. Il problema è che è quasi impossibile dosare le energie in EL quindi è difficile pianificare in questo senso.

      1. Indubbiamente non è facile per niente, infatti la mia è una considerazione di tipo generale che vale per Milano, ma anche per Barcellona, Madrid e gli altri top teams. Dare il giusto peso psicologico al match, ad esempio nei doppi turni settimanali, per evitare di stressarsi inutilmente può essere importante.

      2. Oddio con la classifica corta com’era fino all’esclusione dei russi, non metti fieni in cascina e bastano 2 partite storte in più o anticipa di un mese i problemi avuti con efes e manco fai i playoff. Pure stagione scorsa ci sono passate 2-3w tra giocare in casa e non esserci

      3. Lo stress credo sia un discorso ancora diverso e credo valga sempre: giusto prendere la stagione con la serenità mentale di chi sa che i playoff li giocherà, speriamo l’Olimpia già dalla prossima stagione entri in questo mindset. Le energie invece è dura dosarle, a meno di fare come il Barcellona quest’anno ovviamente.

Comments are closed.

Next Post

Brandon Davies | Se non è Barcellona, sarà Olimpia Milano

Brandon Davies, un futuro tra Barcellona e Olimpia Milano. Questo quanto scrive la Gazzetta dello Sport oggi in edicola
Barcellona Olimpia Milano Brandon Davies

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: