Il contatto Singleton-Rodriguez. Volontario o involontario? Dalla Spagna: «Voleva fargli male»

Ha fatto discutere ieri sera un contatto tra Chris Singleton e Sergio Rodriguez a metà del secondo quarto. Rivediamo le immagini

Ha fatto discutere ieri sera un contatto tra Chris Singleton e Sergio Rodriguez a metà del secondo quarto. Al fischio dell’arbitro, lo spagnolo si è scagliato contro l’ala USA a muso duro.

Al centro della discussione un “pestone” di Chris Singleton su un piede, giudicato da quest’ultimo volontario

“Pestone” involontario o volontario? Per la Giornata Tipo il tutto “è impossibile da valutare”. Di diverso avviso il giornalista di Mundo Deportivo Jose Huguet: «Si vede che Singleton lo calpesta, e preme per fare male».

Indubbiamente, Singleton “soggiorna” a lungo sul piede di Rodriguez. Difficile comprendere se con la consapevolezza di fare male.

Ma c’è anche un’altra verità, che probabilmente ha scatenato la furia del Chacho. Proprio da un contatto con Chris Singleton, in gara-2, Sergio Rodriguez si era procurato l’infortunio alla caviglia.

8 thoughts on “Il contatto Singleton-Rodriguez. Volontario o involontario? Dalla Spagna: «Voleva fargli male»

  1. Non avendo Singleton gli occhi dietro le spalle, per ipotizzare un azione volontaria tesa a far male retrocedendo con il corpo, costui dovrebbe essere in possesso di capacità sensoriali di grande sensibilità, tendo per la non volontarietà, anche se la reazione dello stesso, un pò a fare lo gnorri, potrebbe far pensare all’opposto

    1. non ha gli occhi dietro le spalle, ma il suo piede sosta sopra quello del chacho un po’ troppo… e di questo sicuramente si è accorto.
      Se a questo sommiamo il fatto che ( se non sbaglio) l’infortunio di gara 2 nasce sempre con un contatto contro di lui….

      1. Io sono cresciuto nel mito di Dino e lui stesso ha confermato che a quel tempo in campo ne succedevano di ogni e senza instant replay

  2. Chi ha giocato anche solo all’oratorio capisce quando sta pestando il piede di qualcuno e se capita ci si sfila subito perché è pericoloso per entrambi. E magari si scusa pure.
    Qualcuno a rimbalzo per bloccare l’avversario gli pesta le punte dei piedi, ma anche qui deve essere una cosa fulminea perché se quello sotto cerca di saltare o scattare rischia di slogarsi la caviglia. E anche quello sopra potrebbe perdere l’equilibrio e girare la propria caviglia. Qui la fase e più statica, dubito che sia un incidente.

  3. Se ne è sicuramente accorto e da chi aveva alle spalle altrimenti non sarebbe un giocatore di basket. Poi magari poteva non sapere che era la caviglia infortunata.

  4. Singleton da gran figlio di una peripatetica si vede che prima guarda chi ha alle spalle e poi sposta indietro la gamba a cercare il contatto. Contatto prolungato e facendo forza col tallone.Non aveva alcun motivo di indietreggiare anzi avrebbe dovuto avvicinarsi a canestro. Secondo me non ci sono dubbi. Deve solo sperare di non tornare al Forum. Canaglia.

  5. Possibile che nessuno si sia accorto che nel proseguire dell’azione Singleton schiaccia volontariamente anche il piede di Bentil??? Rodriguez infatti dice all’arbitro “due volte l’ha fatto”. Non ci sono dubbi sulla volontarietà ma non è un dramma mi sembra una normale strategia di gioco da vecchie volpi.

Comments are closed.

Next Post

Ettore Messina: Gara da dentro o fuori, servirà una partita quasi perfetta

Domani la decisiva gara 4 per i biancorossi: le parole del coach alla vigilia e le ultime notizie da Istanbul

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: