Brescia vs Olimpia Milano, 3 domande 3 | I miracoli del Chacho? Più che altro difesa e rimbalzi

Domani Brescia vs Olimpia Milano, massimo appuntamento al PalaLeonessa alle ore 17.30 per la ventitreesima giornata di LBA Serie A

Domani Brescia vs Olimpia Milano, massimo appuntamento al PalaLeonessa alle ore 17.30 per la ventitreesima giornata di LBA Serie A, e allora tornano le 3 domande 3 di ROM. Si torna a parlare di campo, finalmente.

Due sfide, due vittorie di Olimpia Milano. Nel mezzo, la Germani ha vinto 11 gare su 11 tra campionato e Coppa Italia. Quali sono stati i due principali meriti della squadra di Ettore Messina?

«Difesa e rimbalzi. Nelle undici gare vinte la squadra di Alessandro Magro ha prodotto 83 punti di media, contro Milano 66.5. Sono 16.5 punti in meno, tanti, figli anche del totale controllo dei tabelloni da parte biancorossa: 86 i rimbalzi conquistati contro i 61 degli avversari sempre nei due scontri diretti, e 28-12 solo per quelli offensivi».

Parlando di campo, due gare molto diverse tra campionato e Coppa Italia. Di certo, la Germani Brescia oggi pare l’unica in Italia in grado di infastidire il binomio Olimpia-Virtus.

«Sicuramente, quella di domani è una gara a forte rischio. Credo di debbano andare a ricercare indicazioni soprattutto nella sfida del 12 dicembre in Serie A. Allora mancavano Hines, Rodriguez e Daniels, furono decisivi Alviti, alla prima vera risposta positiva in campo (2/4 da 3 giocando solo il secondo tempo), e Ricci, 12 punti nel quarto quarto. In Coppa Italia, diciamocelo, è stato decisivo un Chacho da incanto. E, ancora, la difesa: Della Valle in due gare ha prodotto un 4/14 da 3, per quanto sia sempre andato in doppia cifra».

Quali scelte si possono attendere da Ettore Messina?

«E’ prematuro, attendiamo ancora qualche ora anche per capire se ci siano rinunce o acciacchini. In settimana ci sono due gare in trasferta, a Tel Aviv e Istanbul: ci si gioca il terzo posto. Non sono un fisiologo, ma d’istinto i minuti a Shields li farei fare in Europa, non domani. E darei spazio ai chili di Jerian Grant in difesa su ADV e soprattutto Mitrou-Long. Due altri fattori: i centimetri di Mitoglou, Gabriel e Cobbins non sono abituati a giocare contro giocatori alti ma dalle gambe buone, e i tiri di Melli. Il capitano fu “battezzato” in Coppa Italia, ma oggi pare aver ritrovato fiducia in attacco».

Next Post

Olimpia Milano Speciale Mercato | Lo scenario italiano. Tutti i nomi

In attesa del campionato, torna il nostro Speciale Olimpia Milano Mercato per parlare di italiani. Facciamo un po’ il punto della situazione, in assoluta prospettiva, scandagliando il pianeta LBA. Ecco il nostro aggiornamento al nostro articolo di gennaio
Olimpia Milano Mercato

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: