Olimpia Milano, inizia un mese di marzo cruciale da 10 gare

Nel mese di marzo, l’Olimpia giocherà sei gare di EuroLeague di cui quattro in trasferta e quattro di campionato

La sospensione delle squadre russe dall’EuroLeague ha anche eliminato, almeno momentaneamente, due delle restanti quattro gare casalinghe dell’Olimpia prima del termine della regular season, quelle con l’UNICS Kazan e lo Zenit San Pietroburgo.

fonte: olimpiamilano.com

L’Olimpia aveva già giocato due volte con due vittorie contro il CSKA Mosca. Nell’ipotetica classifica-ombra in cui tutte le gare con le squadre russe e loro gare verrebbero cancellate, il bilancio dell’Olimpia sarebbe di 15 vinte e sei perse.

Escludendo le due gare contro Kazan e San Pietroburgo non disputate, all’Olimpia restano sette partite da giocare in stagione regolare, ma di queste solo due sono in casa. Il 18 marzo contro il Bayern Monaco e infine il 31 marzo contro l’AS Monaco.

Ben cinque invece sono le trasferte ancora in programma: si parte venerdì da Atene/Panathinaikos, poi il 10 marzo è in programma quella di Madrid e il 22-24 marzo ci sarà la doppia Tel Aviv-Istanbul/Efes. L’ultima trasferta a Villeurbanne chiuderà la stagione regolare.

In pratica, nel mese di marzo, l’Olimpia giocherà sei gare di EuroLeague di cui quattro in trasferta e quattro di campionato (Tortona, Trieste, Brescia, Varese). Fanno 10 gare nel giro di 27 giorni (dal 4 al 31), anche se avrebbero dovuto essere 12 in 31 determinando il mese più impegnativo della stagione.

Quest’anno l’Olimpia ha giocato, tenendo conto ovviamente dei rinvii, 11 partite a ottobre (record: 10-1); otto a novembre (5-3); sette a dicembre (4-3); nove a gennaio (8-1) e infine 10 a febbraio (8-2), inclusa la Coppa Italia. La gara di Atene con il Panathinaikos sarà la numero 50 ufficiale della stagione.

One thought on “Olimpia Milano, inizia un mese di marzo cruciale da 10 gare

  1. Visti i numeri citati direi che più giochiamo e migliore è il record. Scherzi a parte è comunque un tour de force, con molti viaggi e spostamenti. In questo modo il recupero di Shields e Mitoglou avverrà comunque gradualmente ma, giocando così spesso, sarà più veloce, probabilmente.
    Se si distribuiranno i minuti con buon tournover in lba faremo probabilmente bene.

    PS bello parlare di nuovo di basket giocato

Comments are closed.

Next Post

Panathinaikos osceno, Howard Sant-Roos: Non ci divertiamo a giocare assieme

Venerdì, ore 20, Panathinaikos vs Olimpia Milano, con i greci risucchiati in ultima posizione. Queste le parole di Howard Sant-Roos
Howard Sant-Roos

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: