Graziella Bragaglio: Nessun albergo prenotato per domenica, scaramanzia

Graziella Bragaglio, presidente della Germani Brescia, ospite a Basket Time: Nessun albergo prenotato per domenica

Graziella Bragaglio, presidente della Germani Brescia, ospite a Basket Time: «Nessun albergo prenotato per domenica, per una questione scaramantica». Ecco le sue parole riprese dal Giornale di Brescia in vista del match di domani.

SUL MOMENTO

«Questi risultati provocano una gioia immensa. Sono frutto del lavoro quotidiano nel dettaglio. La Germani non si perde mai d’animo. Trento ha risposto colpo su colpo, ma noi non ci siamo mai smarriti. Nemmeno quando ci sono state messe le mani addosso. Ritengo anche questa vittoria una bella prova di maturità».

SU DELLA VALLE

«È davvero uno spettacolo vederlo così. Mette le sue qualità e la sua leadership al servizio della squadra. Lo si conosce come grande cannoniere, ma è cresciuto moltissimo in ogni fase del gioco e sa servire i compagni».

SU ALESSANDRO GENTILE

«Ci sarebbe piaciuto, ma per una ragione o per l’altra non si è mai incastrato bene con le idee tecniche dei vari allenatori che abbiamo avuto qui».

9 thoughts on “Graziella Bragaglio: Nessun albergo prenotato per domenica, scaramanzia

  1. La bragaglio ha fatto sicuramente bene, altrimenti ci avrebbe rimesso come minimo la caparra.

  2. ” Le mani addosso ” sono parte del gioco e vista la partita la pur brava Brescia non è che si sia comportata diversamente.

    1. Per l’albergo non si preoccupi nel caso il signor Armani le cederà la nostra prenotazione.

  3. Della valle segnerà certamente più di 20 punti ma Brescia non ha una probabilità su un milione di poterci battere.
    A proposito, grave errore aver rilasciato Amedeo, ci avrebbe sicuramente fatto comodo.
    Viceversa, la vedo complicata con Bologna, non so se riusciremo a neutralizzare la loro batteria di lunghi.

    1. A posteriori si fa presto a dire che aver lasciato andare ADV è stato un errore. Difende poco (dunque Messina non l’avrebbe visto) e in Olimpia performava poco. Quanto a Bologna in Europa sta soffrendo e l’Olimpia ha la miglior difesa d’Europa (ma di Eurolega non di Eurocup), ed ora non siamo alla frutta di energie come in finale scudetto dopo 90 partite. Penso ancora che, se battiamo Brescia, in finale siamo messi meglio di Bologna, anche con le assenze pesanti di Dinos e Shavon.

  4. Della Valle è un giocatore incompleto, perché gli manca la fase difensiva, quella più importante per Messina. Da noi non ha avuto molto spazio, ma non ha comunque brillato. Penso, ma magari sbaglio, che se a livello EL le altre squadre hanno opzionato Fontecchio o Polonara o Spissu e non lui, un motivo ci sarà. A Brescia gioca ed ha tanti palloni per le mani, con licenza di tirare tanto, così come gli succedeva in altre squadre. Da noi non ha avuto quello stesso ruolo in cui rende molto. Credo che la difficoltà di giocare a Milano non sia solo quella di avere un coach che pretende tantissimo ma. Anche giocare con dei compagni che ti tolgono spazio e palloni giocabili, e devi abituarti a rendere in poco tempo, ritagliandoti il tuo ruolo, a volte di prima punta ma a volte di rincalzo. Questo può essere difficile per uno che ha sempre giocato tanto, gestendo molti palloni.

    1. Questo peraltro è il motivo per cui io vedrei molto volentieri Tonut a Milano ma non metterei la mano sul fuoco sul fatto che possa giocare a livelli vicini a quelli di Venezia. All’Olimpia se vuoi giocare 25 minuti in EL da 1 o 2 devi essere più bravo, o almeno bravo quanto, Delaney, Rodriguez, Shields, ecc. Se non lo sei, devi trovare la tua dimensione fra le pieghe

Comments are closed.

Next Post

Mike D'Antoni: Tutto iniziò dopo 6 ko in fila. Voglio allenare ancora, ho il fuoco dentro

Nei giorni scorsi Mike D’Antoni è stato ospite di Area 52 dove è intervenuto anche Dino Meneghin. Queste alcune delle risposte
Mike D'Antoni

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: