Al Forum è puro atto di cannibalismo: l’Olimpia di Melli, Hall e del Chacho si divora il Baskonia

L’Olimpia Milano non ferma la sua corsa e al Mediolanum Forum si divora il Baskonia nell’ultima gara di EuroLeague prima dello stop per le Coppe nazionali

L’Olimpia Milano non ferma la sua corsa e al Mediolanum Forum si divora il Baskonia nell’ultima gara di EuroLeague prima dello stop per le Coppe nazionali. Una prestazione di puro cannibalismo per gli uomini di Ettore Messina, dominanti su un Baskonia spaurito, fedele a sè stesso solo nel 20-5 di fine terzo quart a buoi già ben lontani dalla fattoria.

Gara che i biancorossi impostano dalla palla a due, con 8 punti di Melli, e che quindi chiudono con largo anticipo grazie al parziale di 15-3 dei primi 5′ del secondo tempo, prima di abbassare pericolosamente la guardia (20-5 il parzale basco di risposta). Durezza, fisicità, capacità di leggere le situazioni, ma anche circolazione di palla in un match da 40 punti nel primo tempo, e finalmente oltre gli 80 alla sirena.

Ettore Messina vive la sua serata perfetta: gestendo le forze, ritrovando minuti di qualità da Kell e Daniels, dimenticando in panchina il solo Tarczewski, e soprattutto trovando il settimo successo nelle ultime otto gare, il secondo in fila. 89-78 il finale

La partita

Una partita che Milano cerca di indirizzare con un primo quarto di buona fluidità offensiva e gli 8 punti di Nicolò Melli in neanche 7’ di gioco. Il Baskonia non ha qualità, in fase di possesso con Baldwin o Granger, e neanche al tiro, con lo 0/7 d’avvio sbloccato solo da un generoso fallo fischiato a Kyle Hines. 

I biancorossi paiono poter allungare subito oltre il +10 (21-10 a fine primo quarto), ma Spahija ha il merito di trovare adeguamenti difensivi, raccogliendo qualcosa nel pitturato con Enoch e soprattutto Costello. I biancorossi si fermo per 5’ incassando un 7-0 di parziale sul +14, poi la sveglia è di Devon Hall e Troy Daniels, con 40-25 sui tabelloni all’intervallo lungo. 

Evidenemente nell’intervallo Ettore Messina chiede ai suoi concretezza, per chiudere in anticipo il match e gestire le forze a meno di una settimana dal via delle Final Eight di Coppa Italia, primo grande obiettivo stagionale.

Baldwin quando vede Hines, evidentemente, vede le streghe, il centro segna 4 punti in fila, Daniels lo asseconda e il parziale di 15-3 di avvio di secondo tempo, nei primi 5′, vale il 55-28 che chiude ogni discorso, pur con un Baskonia che d’orgoglio risponde con un 20-5 che necessita di due triple del Chacho per evitare sorprese.

Neven Spahija aveva parlato, timidamente invero, di squadra in crescita: il Baskonia visto al Forum è invece oggi una squadra assolutamente non competitiva, e bisognosa di mercato per salvare una stagione nata malissimo, tanto da abortire la vincente gestione Ivanovic.

Olimpia Milano Calendario | I prossimi impegni

Olimpia Milano impegnata domenica alle 17.30 contro la Vuelle Pesaro in LBA per la ventesima giornata. Quindi, scatterà l’operazione Final Eight: mercoledì esordio a Pesaro con la Dinamo Sassari, eventuale semifinale il sabato.

30 thoughts on “Al Forum è puro atto di cannibalismo: l’Olimpia di Melli, Hall e del Chacho si divora il Baskonia

  1. Bravi, finalmente una partita abbastanza tranquilla dove sono state fatte molte rotazioni utili a risparmiare fiato e minuti
    Ora siamo 17-7, ottimo 👍👍🏀🏀

    1. Concordo in pieno. L’unico sovrautilizzato è hall.
      Con Pesaro un turno di riposo per lui.

  2. Vittoria da grande squadra, da squadra superiore. Hines e Melli sono da filmare per insegnare basket ai più piccoli. Hall in difesa è un mastino, davvero fortissimo. E segna anche tanto. Kaleb purtroppo ha fatto una figuraccia dietro l’altra. Forza Olimpia.

  3. Baskonia malissimo. Di fatto una non competitiva.
    Buona solo per dare continuità a un possibile miglioramento di Melli al tiro e al continuo inserimento di Daniels nei set offensivi. Giochi per lui abbastanza standardizzati con blocchi orizzontali sulla continuità della flex offense per farlo riceve in guardia o nell’angolo. Oppure blocco verticale con lui che esce in punta per sparare o fare palleggio, arresto e tiro.

    1. Una non competitiva? Non la pensa cosi il coach Messina, che mi pare competente nel campo, che ha definito la gara “di altissimo livello”, ovviamente riferendosi alla nostra prestazione…..suvvia

      1. Se uno pensa che in EL non ci siano squadre competitive siamo messi maluccio. Il Baskonia ne ha dati 19 di scarto al Barcellona un mese e mezzo fa. Devi giocare forte ogni partita, fine. Poi è chiaro che un conto è giocare a Madrid, un conto giocare in casa col Baskonia.

      2. Se il Baskonia è terzultimo in classifica con un record di 7-17 vorrà pur dire qualcosa. Una vittoria, seppur di prestigio, come quella con il Barcellona non certifica la competitività di una squadra, perché può dipendere da molti fattori, anche se siamo in Eurolega e nessuno ti regala niente.

      3. Non sarà uno scrimmage, ma non la si può neanche classificare come una squadra competitiva. Che poi il nostro coach l’abbia definita una gara “di altissimo livello” credo che si riferisca al fatto che siamo riusciti a portarla a casa abbastanza facilmente e sempre in controllo, nonostante solo due giorni prima avessimo vinto in Lituania contro il modesto Zalgiris come dimostrato dal suo record di 4-19. E, poi dal mio punto di vista, è un giusto riconoscimento alla squadra, che riesce a sopperire magnificamente alle tante nostre assenze.

      4. ah @fab, glie arrisponni pure? Stai ancora a parlà cor Gaetano suvvia

      5. No Orlando, io rispondevo a @meninred, forse dietro il “dopolavorista” si cela la celebre e squalificata identità

      6. NO, impossibile:@meninred cita in sequenza, in un linguaggio appropriato: set offensivi, flex offense e blocchi orizzontali e verticali……cose che quell’allocco di Daniele se le sogna🤣🤣

        L’indiziato è il “dopolavorista”

  4. I numeri sono numeri e con 7/17 definire almeno “non competitiva”una squadra mi pare il minimo sindacale e giusto per non cadere nei facili entusiasmi non sono sceso in piazza a festeggiare 2 vittorie con squadrette come i baschi ed i lituani come del resto non mi sono stracciato le vesti dopo la suonata presa dal Fener.Continuiamo in questo percorso virtuoso con la speranza che il debito con gli infortuni sia ampiamente saldato.Quanto a Kaleb trovo vergognoso questo accanimento da parte di troppa gente.
    Al netto del fatto che abbia limiti oggettivi che mal si conciliano con il gioco di questa squadra,ma cosa potrebbe fare pure K.Durant se Nash lo lasciasse in campo 5/6 minuti a gara pure mal servito dai compagni?Ci spieghi invece Messina cosa aveva intravisto per rinnovargli il contratto scegliendo di fare andar via Arthuras….Troppo facile mobbizzarlo ora per cercare di distogliere le attenzioni dalle proprie responsabilità…

    1. Ma allora se i numeri sono numeri come fai a definire l’Olimpia che è 17-7 come quinta o ottava forza del campionato?

      1. Io ho l’Olimpia nel cuore come tutti qui nel sito ma questo non mi deve impedire di ragionare al di là della passione.Io credo che una volta entrati in top 8 nel turno doppio(ovviamente tutte a roster completo) noi corriamo serissimi rischi di uscire se ci toccasse una tra Real,Barca,Efes,Fener e CSKA.Con le altre papabili,Zenit,Oly,Bayern….siamo invece molto più avvantaggiati per arrivare nelle top 4 e lì in partita singola ce la giochiamo con tutte.Tanto per essere chiari in una serie a 7 ,con le prime cinque migliori,fino a che non avremo un centro degno di questo nome le chances di vittoria finale sarebbero a mio avviso sempre bassissime.

      2. Due appunti: in prima battuta nei play-off non potremo mai incrociare Real o Barća perché arriveranno sicuramente tra le prime 3; in seconda battuta non esistono serie a 7 in Euroleague.

  5. Arturas aveva avuto un infortunio serio e potevano esserci dubbi sul suo recupero. In Kaleb aveva visto qualcosa, ma evidentemente ha toppato. Ieri Kaleb è stato 8n campo contro Costello, più agile e con tiro da fuori. Non l’avversario migliore, direi. Ma la figuraccia fatta in quei minuti in campo è stata troppo netta per concedergli altro spazio. Per una volta, concordo con Messina.

  6. Quello era il centro da marcare. Lui ha giocato male e per colpa sua l’olimpia ha preso un grosso parziale e per poco il baskonia non entra in partita. Ci sta che abbia giocato poco poi se milano deve perdere per far giocare di più kaleb questo non so… poi se debba giocare di più in altre partite dove è in palla sono d’accordo ma questa sicuramente no

    1. In quei pochi minuti ha trasformato un onesto mestierante qual è Costello in un Arvidas Sabonis 🤣🤣

  7. Mi pare sinceramente un po’ troppo duro addossare tutte le colpa della “presunta” rimonta a Kaleb quando nessuno in quel momento la buttava dentro,ma oramai va così,tutte le colpe sono sue,pure se il governo ha tolto la quota 100 ….

  8. Se fosse sua la decisione di togliere quota cento propongo di rinnovargli il contratto a vita.

    Vedete il punto è che non si può più parlare male dell’Olimpia: del coach, dei minutaggi, del fatto che non giocano le seconde linee in lba, del sovrautilizzo di Shields, dei pochi rimbalzi presi o dei troppi tiri da tre….insomma in questo momento non ci rimane che sparare sul povero Tarcisio.

    I gufi sono spariti, i provocatori che offendono aspettano tempi migliori…..che noia quando va tutto bene!!!!!

    Sulla partita di ieri non ho parole tanto sono rimasto estasiato dalla fluidità del gioco e di come tutti sanno cosa fare.
    Certo caro Chaco se al Tarci un paio di palloni glieli mettevi meglio a qualcosa sarebbe servito

    1. Sono convinto che se il coach gli desse più fiducia e più minuti Tarcisio saprebbe rendersi molto più utile. Uno col suo fisico DEVE essere più performante. Spero che Messina cambi idea su di lui perché potrà esserci molto utile nel finale di stagione.

  9. Discussione a dir poco surreale…. Ieri Tarci era sotto il suo standard e ha effettivamente fatto un po’ di danni, ma altre volte ha dato il suo anche in modo abbastanza importanti.

    La discussione sul suo ruolo nell’Olimpia e la polemica sul rinnovo di Messina è cosa trita e ritrita, basta!

    PS Comunque un account con tutte le lettere maiuscole non si può proprio vedere!

  10. Poi si potrebbe scrivere un trattato di sociopatia su uno che continua a frequentare molto assiduamente e rumorosamente il nostro piccolo Bar Sport, ogni volta con una nuova (ma riconoscibilissima) maschera, nonostante sia stato già rimbalzato fuori non so quante volte negli ultimi 2 anni!!!

    Ma esattamente… quale è la spinta interiore a fare ciò?!?

Comments are closed.

Next Post

Olimpia Milano vs Baskonia | Il Tabellino di una partita sempre in controllo

Il tabellino di Olimpia Milano vs Baskonia: la squadra di Ettore Messina mette subito le cose in chiaro, è dominio a rimbalzo

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: