Pesaro vs Olimpia Milano | Le pagelle di RealOlimpiaMilano

L’Olimpia Milano è una brutta copia di quella vista a Barcellona nel match contro Pesaro. Ecco le pagelle di RealOlimpiaMilano

Kell 5.5 – Non riesce ad incidere nel match e sbaglia tanto dal campo. Sembra che stia ancora in fase di rodaggio dopo il Covid, tirando con 2/6 dal campo. Messina punta comunque su di lui, visti i 20 minuti di utilizzo.

Melli 6 – Non è al meglio fisicamente, ma la sua presenza si fa sentire, soprattutto nel finale. Il suo QI cestistico e la sua classe lo fa risultare importante anche quando il corpo non risponde pienamente ai comandi. Nell’overtime sbaglia una tripla importantissima e, nel complesso, ci si aspetta di più nella metà campo offensiva, specialmente da dietro l’arco.

Grant 5.5 – Soffre troppo nella metà campo difensiva, mentre in attacco fa una partita in linea con le sue ultime uscite stagionali. Non è sicuramente il peggiore dei suoi, ma in 32 minuti di gioco in una squadra esigente come l’Olimpia ci si aspetta di più.

L’Olimpia cade contro la Carpegna Prosciutto Pesaro dopo un tempo supplementare.

Tarczewski 5.5 – Nel primo tempo il suo impatto è disastroso, ma la seconda volta che viene chiamato in causa, nel secondo tempo, ha un discreto impatto. Ingenuo nell’overtime quando impiega troppo tempo per schiacciare e fa scadere i 24 secondi sul cronometro.

Ricci 6.5 – Ottimo il suo impatto sul match: preciso al tiro ed in generale una partita solida. Per lui sono 12 punti in 26 minuti di gioco, con un ottimo 3/3 da dietro l’arco. Sicuramente tra i migliori dei suoi, per noi il migliore.

Biligha 5 – Gioca pochissimo (6 minuti) ed in quei minuti soffre tremendamente nel pitturato in difesa e non è pervenuto nella metà campo offensiva.

Hall 6 – Come sempre uno dei migliori dei suoi. Come spesso gli capita la sua è una partita abbastanza silenziosa ma importante per la causa meneghina. Tutto sommato la sua è una partita discreta, con 15 punti, 3 rimbalzi e 2 assist, ma sbaglia il tiro libero del +3 a pochi secondi dalla fine del quarto periodo.

Delaney 5.5 – Ha un discreto impatto offensivo nel primo tempo, sicuramente è uno dei giocatori scesi in campo con più punti nelle mani, ma col passare dei minuti sbaglia tanti tiri, forse troppi (4/14). Gestisce male però alcuni possessi nell’overtime, specialmente quello del possibile vantaggio a 6 secondi dall’ultima sirena e sbaglia la tripla che sarebbe valsa il secondo tempo supplementare.

Baldasso 6 – Viene “scongelato” a metà terzo quarto e non ha un brutto impatto: mostra personalità e dedizione.

Alviti n.e

Bentil 6– Mette a disposizione la solita grande energia ed è uno dei più positivi della squadra nel primo tempo. Subisce tanti falli ed è comunque una prova solida la sua: 9 punti e 5 rimbalzi.

Datome 5– Torna in campo dopo problemi fisici e lo si vede: è indietro nella condizione fisica e la mano è fredda. Resta in campo per soli 8 minuti senza incidere. Ovviamente non è questo il Datome che conosciamo e servirà il suo apporto nelle prossime importanti uscite europee.

Coach Messina 5 – Non riesce a trovare il modo per attaccare efficacemente la zona avversaria e non gestisce al meglio il minutaggio dei suoi quando gode di un roster sicuramente più profondo di quello marchigiano. La sua squadra perde una partita indolore, ma contro un avversario assolutamente inferiore e per lo più senza allenamenti nelle gambe, giocando anche un overtime che può pesare in vista dei prossimi impegni.

5 thoughts on “Pesaro vs Olimpia Milano | Le pagelle di RealOlimpiaMilano

  1. Grant almeno 6 visto che è il terzo play … non è lui che deve vincere le partite … e che sta giocando sempre con minutaggi alti …

  2. La scarsa applicazione mentale complessiva si è vista anche sul tiro chiaramente da due validato come tiro da tre … nessuno ne in campo ne in campo si è accorto di nulla … perché nessuno aveva la testa in partita … nemmeno n lo staff …

  3. In campionato non sa gestire i giocatori, sarebbe meglio farli gestire dal poz

    1. Altro esempio di scarsa applicazione mentale … la palla persa di Delaney … lui svagato ma nessuno in campo gli ha chiamato l’uomo …

Comments are closed.

Next Post

Luca Banchi: La squadra voleva giocarsi tutte le chance a disposizione

In sala stampa a fine match Coach Luca Banchi ha analizzato la grande vittoria conquistata contro la capolista
Luca Banchi

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: