La Visione del Guazz – Passi avanti, ora vietato mollare

guazzoni 12

Mille passi avanti rispetto a Kazan, mancano solo i dettagli per portarla a casa. La sconfitta di San Pietroburgo è più che onorevole e lascia zero campanelli d’allarme: le assenze sono pesantissime e nella settimana dei viaggi infernali sarebbe servita la perfezione o giù di lì per sbancare un parquet rognoso e chiacchierato come quello dello Zenit. Gli arbitri alla fine c’entrano sempre con fischi ruspanti (Loyd perde la maniglia, fallo random; Rodriguez fa gioco da 4 pulito, tutto annullato): e se Gazprom è sponsor sia di qua che di là storcere il naso non è un esercizio all’italiana ma un tema quanto meno da annotare. Tornando a noi. Vietato mollare: si gioca sulla fatica, si gioca nella competizione più fisica del mondo (playoff Nba a parte) ed essere corti è massacrante. Manca Delaney, si spreme Rodriguez per trovare attacco e bisogna ricorre al quintetto difensivo con Grant (non colgo come possa tirare con certe percentuali ma atteggiamento da lode) per arginare Loyd; manca Mitoglou, chili e centimetri: il Tasso del Miele Ricci è eroico ma lo Zenit giganteggia a rimbalzo con Gudaitis e la vince, di fatto, sui punti costruiti sulle seconde chance. Ora il dubbio resta, in attesa di tempi di guarigione più attendibili: fiondarsi sul mercato, rischiando di bruciarsi un visto per un giocatore magari poco funzionale, oppure attendere con il rischio di consumare Hines e Melli (Capitano, so che non è nella tua natura ma in certi momenti devi prenderti qualche gioco in post basso) e di perdere qualche gara in più. Grazie al Cielo non faccio il dirigente.

Serve più contributo dai Tarczewski (usalo quel corpo da Dio greco!!!!!), dai Daniels (zero minuti nelle secche offensive, boh, beh, bah) e domenica saranno necessari momenti di qualità da Biligha e Alviti. Perché Treviso è una gran bella squadra e le energie saranno quello che saranno.

12 thoughts on “La Visione del Guazz – Passi avanti, ora vietato mollare

  1. Tutto condivisibile ma ieri Tarcisio ha confermato che lui e il basket sono rette parallele … ieri momento splatter quando in post basso contro uno 1 km più basso di lui è riuscito ad incartarsi e fare passi … a 5 invertiti la vincevamo facile … ma anche ad avere un altro centro oltre Hines con i numeri di Ricci … 8 punti e qualche rimbalzino … 2 punticini a quarto … mica Jabbar o cosa … un centro che abbia 2/3 movimenti in attacco e un tiro affidabile nel pitturato …

  2. Il migliore dei commenti di ROL sulla settimana Russa. Il più aderente allo spirito Olimpia e alla realtà oggettiva. Doppia trasferta arbitraggio discutibile due assenze fondamentali, tutte variabili di cui tenere conto per esprimere un giudizio sulla squadra. Non conosciamo i motivi del mancato utilizzo di Daniels, magari stava male e non se ne può più di leggere di rotazioni corte, Messina ha i suoi motivi e mi piacerebbe chiedergli di spiegare a noi comuni mortali quali sono senza che qualcuno dei tifosi e/o giornalista faccia illazioni o sparate su questo o quel giocatore.

  3. Si, hanno vinto nel finale con alcuni rimbalzi on attacco e conseguente canestro.
    Dico, 2 minuti a Tarcisio, dandogli come missione di tirare giù qualche pallone, non si poteva provare? Stessa cosa per Datome o per i due DNP, non dico farli stare in campo 20 minuti, ma almeno 5 a testa, uno di loro alla volta, con lo scopo di portare i giocatori chiave più freschi nel momento decisivo della partita, secondo me si poteva fare.
    Io mi sono perso il primo quarto, come mai Gigi non è stato utilizzato nei tre rimanenti?
    Aveva dimostrato di essere sul pezzo eccome, punizione? Infortunio?
    E Daniels? Domenica 4/4 da tre, oggi DNP?
    Con una partita così stretta un paio di giochi fatti per costruire due suoi tiri, si potevano provare o no?

  4. È vero che noi per via degli infortuni eravamo corti ed è proprio per questo che non si comprende lo 0 minuti a Daniels in un momento del genere e il coach nel post partita non ha fatto nessun cenno a tal proposito. E cmq non mi sembra che lo Zenit ieri avesse più rotazioni di noi.

  5. Abbiamo giocato con disciplina contro una squadra forte e fisica.
    Si è perso sui dettagli con qualche errore da sotto evitabile, u paio di rimbalzi concessi di troppo ed almeno una decisione arbitrale incomprensibile ( i 4 punti di Rodriguez avrebbero forse girato la partita)
    La scelta di Messina era di vincerla con la difesa così si spiegano i 20 minuti di Grant e i 10 di Datome.
    Se Grant incominciasse oltre che difendere anche ad usare il suo primo passo in penetrazione si giustificherebbe il suo acquisto.
    Credo e spero che Daniels sia ancora in rodaggio per entrare nei giochi, certo un tiratore che magari difende ci servirebbe.
    Sui lunghi abbiamo qualche problema, ma, se ho letto bene, anche un solo visto da spendere per un extracomunitario in Eurolega, quindi capisco che vadano con i piedi di piombo, perché una volta giocata la carta non c’è ne solo altre.
    Comunque un 7 a 3 ad inizio stagione sarebbe stato preso al volo o forse qualcuno si era illuso di una cavalcata trionfale tipo Golden State????

    1. Intanto non siamo 7-3 ma 8-3. Per cui prima di scrivere cavolate perlomeno informati.

    2. Il problema non è 8-3 o anche, dovesse arrivare 8-4, ma le problematiche che tu stesso capisci….

    1. Correggo solo quelli come te che credono sempre di saperne più degli altri. Troppo facile con te..

  6. Il momento di difficoltà è evidente, perchè, se in difesa la prestazione c’è, è in attacco che i nodi stanno venendo al pettine aiutati dalla lente di ingrandimento che l’infortunio di Mitos fa emergere: a livello offensivo mancano i suoi punti, i punti di un secondo centro irrilevante, i punti di un secondo play-guardia offensivamente irrilevante, i punti dell'”erede” di Punter, tale Daniels diventato un mister”?” e Melli segna pochino…….tanta roba……basterà il ritorno di Delaney a ridare linfa al nostro attacco?

    1. Pensate cosa sarebbe lo Zenith se, al posto del bizzarro e inconcludente Frankamp ed al bravino Loyd, ci fosse ancora Pangos?!?!

  7. Se Hines e Rodriguez giocano anche contro Reggio 2 giorni dopo Istanbul e prima di una doppia trasferta russa, e Daniels brillante realizzatore domenica poi fa DNP con Grant che spadella beh le rotazioni sono un tema forte. Non so di problemi fisici, quindi penso a scelta tecnica (errata?).
    Mi sembra che anche Guazz lo dica senza citarlo.

Comments are closed.

Next Post

Olimpia Milano post Zenit | Sorte, scelte, e il momento delle scelte su Tarczewski

Olimpia Milano post Zenit che racconta del secondo ko in fila in EuroLeague, con aggancio e sorpasso di Real e Barcellona annesso
Olimpia Milano post Zenit

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: