La visione del Guazz – Buoni e cattivi…

guazzoni 20

Perdere rode sempre ma qualche volta ci sta. Contro il Bayern era ovvio che Milano avrebbe faticato perché loro sono aggressivi come un procione affamato – e con il dente avvelenato per gli scorsi playoff – e l’Olimpia senza Delaney e con questo Grant incommentabile ha delle difficoltà oggettive nelle rotazioni in playmaking: Hall si destreggia, crea dal palleggio (6 assist) ma nel complesso perde clamorosamente in efficacia, costretto a girare palla in mano e non dietro ai blocchi. Imbattibilità addio. Niente di grave. Non giocando le altre tre coppe del liquame espanso è naturale trovare delle squadre che se la giocano a livello.

Vediamo i buoni segnali.
Questa squadra non accetta la sconfitta. Si è visto con l’Efes, si è visto con l’Asvel, si è visto a Monaco: il 9-0 del terzo quarto e il 10-0 dell’ultimo periodo sarebbero stati alibi per darla su ed invece l’Olimpia ha reagito sempre e comunque. Una volta è rientrata con tanto di sorpasso, la seconda volta è arrivata al -4 prima di incespicare. Non sempre la rimonta riesce ma avere carattere resta l’unica qualità necessaria per vincere.
Questa squadra gioca di squadra: 18 assist contro 9, 18 assist contro una squadra enormemente fisica e senza il proprio generale in campo.
Questa squadra lotta e arriva punto a punto con il peggior Shields della stagione. E tutti sanno che il Principe di Danimarca resta il go-to-guy di questo attacco.

Vediamo i cattivi segnali.
Troppa difficoltà a tenere il primo passo avversario sugli esterni. Come un anno fa, quando manca Delaney si balla la rumba (non a casa prima volta in cui Milano subisce più di 74 punti): i loro tre top scorer sono Walden, Hilliard e Lucic, ovvero l’1-2-3 titolare. Mi sembra però che oggi – a differenza di ieri- ci siano diversi lunghi in grado di calmierare le magagne.
I soliti noti danno poche risposte. Il taglio di Grant è solo “pending”, in attesa di recuperare Delaney e trovare un valido sostituto tra i free agent (specie quelli in uscita dalla Nba, anche se io preferisco l’usato sicuro d’Europa). Tarczewski (che stimiamo per la qualità di fidanzata che si è trovato) per ogni cosa buona ne cappella due o tre. E in questo momento un loro qualsiasi impatto in quei pochi minuti di campo sarebbe davvero fondamentale.

20 thoughts on “La visione del Guazz – Buoni e cattivi…

  1. Visto il motivo per cui noi si gioca in EL, il riferimento alle coppe del liquame espanso lo trovo tra l`inelegante e il becero.

    1. Condivido perché è stata una frase infelice da tifoso dettata forse dall’eterna rivalità con Bologna. Per questo motivo spero che Bologna raggiunga l’Eurolega…

      1. La frase del Guazz è stata sicuramente infelice, però l’anno scorso la Virtus le ha vinte tutte in Eurocup pur senza un roster lungo come il nostro, a significare che mentre le difficoltà in Eurocup una squadra forte come la Virtus le ha trovate solo nel finale della competizione, in Eurolega non c’è una sola partita scontata e l’Olimpia è arrivata ai playoff perdendone una decina, per poi continuare a perderne contro il Bayern anche nei playoff.
        Questa differenza di difficoltà con Bologna che passeggiava giocando 70 partite e l’Olimpia che si scannava ogni volta contandone 91 con svariati doppi turni settimanali, a fine stagione hanno portato a quella debacle finale con la Virtus che si è pappata lo scudetto. Alla Virtus è bastato il primo turno in coppa per andare a perdere a Napoli.
        Spero che l’anno prossimo la Virtus raggiunga l’Eurolega così poi stiamo a vedere l’impatto di 4 partite settimanali su Belinelli e Teodosic così si vedrà che gli anni pesano pure per loro e non solo per il Chacho, Hines e Datome.

      2. Nessuno discute la differenza di valori che c’è tra l’Eurolega e le altre coppe europee però lo si poteva esprimere diversamente perché senza la licenza chissà se noi giocheremmo l’Eurolega o l’Eurocup.

    2. Inelegante e/o becero ma non cambia la sostanza dei fatti. Chi gioca le altre coppe può schierare minuti di giocatori che non performano perché la qualità media è scadente (Tutti frutti, oh rootie. A wop bop a loo bop a lop ba ba), chi gioca l’Eurolega no perché prende i parziali che ti seccano la partita. E, per una volta, non ce l’avevo con la Virtus ma era un discorso generale. Perché leggo che bisogna dare minuti qua, minuti là, minuti su, minuti giù: ma se in quei minuti vado sotto come un palombaro…

      1. Ok, forse allora avevo male interpretato (ultimamente tra te e Maggi mi capita di frequente).
        Nessuno nega che la EL sia piu dispendiosa delle altre coppe (e ci mancherebbe). Pero` a sto punto consideriamo pure i vantaggi che ti da. A ritorno di immagine per gli sponsor, e a livello di facilita` di firmare giocatori (il Punter di Turno puo andare a giocare a Belgrado, perche sostanzialmente ha un mero interesse economico. Ma un Hines o Rodriguez che giocano in Eurocup, onestamente, fatico a vederli).
        Indi se vogliamo fare un paragone tra le varie coppe, sarebbe giusto farlo completo.
        Ciao

  2. Da quando in qua’ avere una licenza pluriennale è una nota di demerito? Ce la siamo conquistata con la solidità finanziaria e organizzativa, la nostra tradizione vincente e la nostra storia. Qualcuno qui mi chiama KGB ma credo che i vetero komunisti siano altri . Brutta partita ma sana e piena di buone indicazioni. Il livello EL forse non fa per Grant e purtroppo nel sistema Tarczewski s’è perso. Sui lunghi incide poco, abbiamo chi può tamponare sui playmaker abbiamo un problema che risolveremo. L’ossatura di squadra c’è ed è solida. La mentalità pure. Sperando si risolva al meglio e in fretta la questione Moraschini, nessuno dei nostri obiettivi è compromesso.

  3. @ orlando . Non è una nota di demerito (anche se all’eopca I risultati sportivi erano piuttosto inbarazzanti). Ma personalmente mi infastidisce fare ironia su chi partecipa a altre coppe

    1. Ok ma ammettiamolo tra EL ed altre coppe c’è un abisso, ad esempio guardo spesso altre partite di EL ma a parte Partizan e Virtus non mi viene in mente di guardare partite di Eurocup, oggettivamente la differenza di qualità tra le due competizioni è tanta.
      Poi se la definizione del Guazz la reputi offensiva ci sta ma è la sua cifra o era in crisi di astinenza da Redbull.

  4. Il guazz fa parte di quei milanesi boriosi (son mica tutti così) che si credono superiori perché fanno l’eurolega ma se poi per caso perdono altre partite è perché fanno l’eurolega. Non lo nega nessuno che fare 3 partite a settimana è più dispendioso (soprattutto dal punto di vista mentale) che farne 2 (indipendentemente dal fatto che le altre partite siano della coppa del nonno), ma questa sboronaggine è talmente infantile che va presa per quello che è ovvero una bambinata e con i bambini bisogna essere comprensivi.

    1. Infatti è proprio per questo che spero che Bologna conquisti l’accesso all’Eurolega così finalmente saremo.ad armi pari..

  5. Patetica e becera la frase sul liquame espanso.Tifo Olimpia da 50 anni ,avendone 60,da Iellini e Masini passando per Brumatti e Menatti,e frasi di questo genere questo pseudo giornalista cialtrone farebbe bene a tenersela nella penna.Ricordiamoci il perche’ facciamo l EL e i ns risultati di sempre a parte un paio di stagioni e poi riflettere grazie.Che nostalgia di Mangiarotti Pedrazzi e dei maestri del basket scritto.Guazz o come ti chiami,forse e’ meglio se scrivi sul giornaletto di quartiere.

    1. Ma ormai si sa che Guazz scrive da “tifoso” e non da “giornalista”..

    2. Trovo il tuo commento assolutamente esagerato. Da “Guazz o come ti chiami” deduco che tu non legga abitualmente i suoi commenti e quindi che tu non sappia che tende ad uno stile talvolta iperbolico, ma che i concetti di fondo espressi denotino competenza. Se i suoi pezzi non ti divertono non leggerli, ma definirlo “pseudo giornalista cialtrone” per una frase sfortunata è davvero un’offesa gratuita.

      1. Per fortuna mia leggevo Giordani,Colombo,Tullio Lauro,Eleni,Pedrazzi…i vecchi Giganti del Basket e Superbasket prima maniera.Ecco,direi che di un giornalista cosi nel basket se ne puo’ fare a meno e di lasciarlo al calcio.Li’ ,con le sue iperboli faziose e inutili starebbe a meraviglia.

  6. È del tutto evidente che, fino a quando, la Virtus Bologna, non riuscirà a partecipare, alla massima competizione continentale, avrà un’ enorme vantaggio, in campo Nazionale. Oltretutto, nella passata stagione, essendo stata eliminata dalle competizioni europee, a metà aprile, ha avuto ha disposizione 50 giorni, per preparare al meglio, la finale scudetto di giugno. Milano, solo sei giorni prima, era ancora impegnata a Colonia.

  7. Ho un idea: visto le qualità indicate dal Guazz facciamo giocare la fidanzata del Tarc al suo posto……a sto giro condivido e sottoscrivo in toto la visione del Guazz

    1. Parimenti ad altri però, censuro l’infelice definizione che, in prima lettura, mi era sfuggita: la lingua italiana ha modi eleganti anche per definire concetti “pesanti”

  8. Boh ma ragazzi, mi sembra che Guazz non volesse assolutamente fare paragoni tra l’Olimpia che gioca la coppa dei fighi e le altre squadre che giocano le coppe del nonno ai fini di esaltare l’Olimpia e trattare gli altri come sfigati, semplicemente voleva far notare il divario che esiste tra Eurolega e le altre competizioni europee che diventano quindi delle competizioni poco competitive e poco avvincenti. Il livello delle altre 3 competizioni europee è molto basso, purtroppo, l’Eurolega rappresenta l’elite e quindi partecipando a tale competizione è molto facile subire una sconfitta nel momento in cui non sforni una prestazione top, a differenza del partecipare alle altre competizioni dove per un club con ottimo roster (tipo Bologna) è più facile ottenere una serie di vittorie anche magari ogni tanto non sfornando chissà che prestazioni.

Comments are closed.

Next Post

Bayern vs Olimpia Milano | Gli highlights della gara di ieri

Le immagini del successo del Bayern di ieri sera contro Olimpia Milano all'Audi Dome. E' il primo ko ufficiale
Bayern Olimpia Milano highlights

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: