L’Olimpia soffre, ma trova le giocate nel finale: Varese va ko

Fabio Cavagnera 25

Una partita molto sofferta, restando anche sotto nel punteggio, prima delle giocate vincenti nel finale di Melli

Un derby sofferto, probabilmente più del previsto, e vinto solamente nel finale a Varese, quando sono soprattutto Melli e Ricci a trovare i canestri per indirizzare la gara verso la squadra di Messina, mentre la tripla sulla sirena dell’ex Gentile si ferma sul ferro ed evita i supplementari. Non una gara splendente dell’Olimpia Milano (82-79), con amnesie sui due lati del campo in vari momenti, pur riuscendo poi a trovare lo spunto vincente. Cinque uomini in doppia cifra, con un’altra prova confortante di Hall, mentre Grant e Mitoglou hanno fatto nuovamente un po’ di fatica.

Varese vs Olimpia Milano | La partita

Messina rinuncia a Delaney e Hines per turnover, dall’altra parte c’è l’esordio del nuovo playmaker Kell. La standing ovation all’ingresso sul parquet di Pozzecco è l’introduzione al match, per un primo quarto in cui l’ex Alessandro Gentile è il grande protagonista (13 punti con 5/5 dal campo) per tenere Varese attaccata, nonostante un ottimo Hall. I padroni di casa approfittano di un’AX con intensità relativa in difesa e volano a +8 (29-21 al 12’), con due triple di Beane, però Milano rientra subito con Ricci e Melli. Ci sono alcuni errori banale da sotto ed altri difensivi, che fanno infuriare Messina, permettendo all’Openjobmetis di restare agganciata e spesso davanti nel punteggio.

L’intervallo ha probabilmente visto qualche urlo del coach e l’Olimpia rientra in campo con un’altra intensità difensiva, poi dall’altra parte è soprattutto Rodriguez a guidare il primo allungo (44-54 al 23’). Si scalda anche un po’ l’atmosfera, per qualche fischio non gradito dal pubblico di Masnago, mentre l’AX non riesce a scappare, sbagliando anche conclusioni solitamente automatiche. Varese ne approfitta, piazza un 13-0 e torna avanti, con le triple di Kell e Ferrero. Due giocate di Melli scuotono l’attacco milanese, arriva anche Ricci e fa +6. L’OJM ci prova fino alla fine, grazie anche a qualche rimbalzo in attacco di troppo concesso, però la tripla dell’ex si ferma sul ferro e l’Olimpia fa suo il derby.

Varese vs Olimpia Milano | Il tabellino

OPENJOBMETIS VARESE-AX ARMANI EXCHANGE MILANO 79-82 (19-21, 40-40, 64-60)

Clicca qui per il tabellino del match

Olimpia Milano calendario | I prossimi appuntamenti

Doppio turno di Eurolega per i biancorossi, sempre al Forum ed alle 20.30: martedì c’è la gara con il Maccabi Tel Aviv e venerdì quella con i campioni d’Europa dell’Anadolu Efes Istanbul. Impegno interno anche in campionato per il prossimo turno: domenica, ore 20.45, contro la Reyer Venezia.

25 thoughts on “L’Olimpia soffre, ma trova le giocate nel finale: Varese va ko

  1. Messina è quasi riuscito nella titanica impresa di perdere con Varese spremendo i titolari e facendo riposare le riserve.
    I 27 minuti di melli, i 25 di shields e i 22 di rodriguez a 2 giorni dal prox impegno di euroleague gridano vendetta…

    1. Messina non è in grado di gestire il doppio impegno coppa campionato.

      1. Tra Eurolega e LBA 5 partite 5 vittorie, più o meno entusiasmanti.
        Chi cazzo siete per denigrare l’operato di professionisti che passano le giornate in palestra e sudare, faticare, che scendono in campo per vincere SEMPRE, perchè questa è la mission di chi fa qualsiasi sport.
        “Urgono provvedimenti..,” Momo, ma chi sei per scrivere queste minchiate dopo 5 vittorie??
        Porta rispetto a chi ci mette la faccia, le braccia e le gambe ogni giorno.
        Se tifi Olimpia devi solo cambiare squadra, perchè il vero tifoso soffre, ma sostiene il suo team e non sputa veleno dopo solo 20 giorni di stagione.

      1. Ormai è certo : passeremo alla storia come la squadra più ricca e più forte che durante tutta la gestione Messina non è riuscita a vincere un titolo….in pratica saremo lo zimbello del basket italiano…

  2. Ma vien via, abbiamo dominato in Euskadi e ci aspetta il doppio turno con Efes e Maccabi. Lba ed EL sono due sport diversi, ci sta che che domenica sia all’insegna del “sta rottura de cojoni dei varesotti”(cit.) . Secondo me vi fanno male gli aperitivi sui navigli, io che sono nato alla Barona e ora vivo nell’ Appennino toscano, queste menate allucinanti non me le faccio. Se prendevamo un terzo play e un secondo centrone da urlo facevamo prima a rilevare una franchigia NBA, invece tra un’impresa ed un’altra nell’Olimpo europeo, ci tocca andare a salvare le stagioni di squadre di provincia che se battono l’Olimpia hanno portato a casa la stagione. Scusate se non abbiamo tenuto nella giusta considerazione Kell e Gentile, dovendo preparare il doppio appuntamento con micic e wilbekin senza neanche avere il tempo di fare uno shootout in palestra. Ma anche basta.

    1. Premetto che non ho visto la partita. Mi chiedo però una cosa: se il campionato italiano è una rottura di scatole perché ci iscriviamo? Se con un roster comunque completo alla fine dobbiamo tenere in panca i Biligha, gli Alviti, i Moraschini e far giocare oltre 20 minuti Melli, Shields e compagnia cantante, che ci iscriviamo a fare?
      Sono anni che proviamo a fare i due campionati ed i risultati sono altalenanti: o si vince in Italia ma non si va avanti in Europa o succede come lo scorso anno che si eccelle in EL ma si paga dazio in LBA.
      Vero che con un centrone di valore e un terzo play saremmo stati una squadra da nba (o quasi) ma forse bastava un buon play nostrano (Ruzzier o Spissu possono essere titolari in lba, con Grant come secondo oppure Rodriguez e Delaney a rotazione) e far giocare tanto Tarczewsky, Biligha, Alviti, Moraschini. Si perde qualche gara? Chissene. Si arriva sesti i settimi? Chissene. Gestiti così, i minutaggi, viene davvero da pensare che l’intero progetto sia rivolto solo ed esclusivamente all’Europa. E queste gare siano un allenamento per far inserire a dovere Grant, Mitoglou, Hall e Melli, ovvero i nuovi che dovranno poi performare fuori dai confini nazionali. Ma così saremo cotti per i play off italiani e prenderemo un’altra batosta da Bologna (o magari da Brindisi, che è buna squadra forte, anche se più corta).
      Dichiariamo dunque con onesta le nostre priorità (legittime, per carità) così siamo onesti con tutti. E noi tifosi non ci preoccuperemo più se Alviti, Moraschini e Biligha saranno solo i validi compagni di allenamento degli altri (tipo Marco Baldi o il mitico Mario Governa)

    2. Se il campionato non conta nulla perché per la società conta solo l’Eurolega basterebbe essere chiari con i tifosi…

  3. Buona partita di Hall che si conferma ogni giorno di più un giocatore totale. Ottimo anche Ricci. L’impegno difensivo è venuto meno nel primo e terzo quarto e la lotta sottocanestro ha visto troppo spesso prevalere gli avversari. Situazioni da correggere ma partita tutto sommato divertente ( fantastico AleGent) che Olimpia ha vinto meritatamente. Nota positiva gli arbitri che non si sono fatti intimorire dal rumoroso pubblico.

  4. Tarcisio + Biliga 8 punti e 7 rimbalzi
    Egbunu 14 punti 14 rimbalzi
    Finché giocheremo senza un 5 vero potremo sfangarla contro Varese ma non andremo lontano e non sarà Hines a risolverci il problema.

  5. Tarcisio + Biliga 8 punti e 7 rimbalzi 0 stoppate
    Egbunu ( non Jabbar) 14 punti 14 rimbalzi 1 stoppata
    Finché giocheremo senza un vero 5 la sfangheremo contro Varese, e non sarà Hines a risolvere il problema della mancanza di gioco in post e vicino al ferro.

      1. Io spero sempre che un nostro giocatore possa migliorare, non tifo contro … poi di fronte all’evidenza spero che la società trovo la soluzione …

      2. Si può sperare su un nuovo giocatore perché i limiti di Tarcisio sono evidenti da 5 anni. La tua speranza è morta sul nascere…

  6. A cosa servono Alviti, Biligha e Moraschini se li impieghi poco persino in LBA? Non sarebbe stato meglio perdere con Varese facendo giocare a Shields, Chacho e Melli meno di un quarto d’ora ciascuno per averli freschi nel doppio impegno EL?

    Grant non mi pare aver svoltato.

    Possibile che una squadra come l’Olimpia si ritrovi per il quinto anno con un centro non da Olimpia buono solo per zappare la terra come Tarczevski? Egbunu l’ha surclassato e parliamo di uno che viene dai Long Island Nets ed è reduce da Busan in Corea del Sud. Ok che l’altro centro è galattico (Hines), ma ha la sua età e va tutelato come un monumento storico, però di centri del livello di Egbunu se ne trovano parecchi e invece noi siamo al quinto anno di Tarcisio. L’anno scorso è stato necessario comprare due centri poi impiegati poco come Evans in Eurolega e Woichecoski in LBA, quest’anno vedremo che pezza metterà Messina al reparto.

    Ps: perché i telecronisti di Eurosport chiamano Gentile “Alegent” per tutta la telecronaca? Fa schifo come faceva schifo sentire chiamare Cinciarini il “Zinza” tutta la passata stagione (le poche volte che giocava).

    1. Non occorre essere scienziati per rispondere alle tue ( legittime) domande.
      La risposta è una sola : il nostro allenatore è totalmente INADEGUATO a gestire la nostra società.
      Bisogna rassegnarsi, se non lo cacciano, anche per quest’anno 0 TITULI.

    2. Ma dai @Lupoellison tutti sappiamo che non ce n’erano centri in giro più forti di Tarcisio…

  7. @Daniele: centri dominanti da EL non ce ne erano, se non svenandosi, probabilmente. Avremmo poi comunque dovuto mandare via Tarcisio, pagandolo. Fine del budget.
    Altro che fare offerte per Punter o riportare in Italia Melli (servono italiani forti).
    La verità è che Messina si è costruito ina squadra fisicamente forte per l’eurolega, unico trofeo che interessa lui ed il sig. Armani: che ritorno avrebbe una vittoria in EL, per il Gruppo Armani? Molto, moltissimo di più che una vittoria in Italia. Ricordiamoci che il basket non è considerato perché fa poco notizia e pochi ascolti.

    Del resto non abbiamo la possibilità che ha, per esempio, il Barcellona, di indebitarsi ogni anno di qualche milione di euro…..

    1. Wmoon,se fosse come pensi tu, c’è da chiedersi come mai Messina arrivi a spompare i 4/5 giocatori più forti pur di vincere inutili partite di lba : secondo me il nostro allenatore non ha le idee tanto chiare…

    2. Wmoon, su Barcellona hai ragione, perché è una sorta di Siena legalizzato, basta vedere i debiti accumulati nel calcio, senza che nessun fair play finanziario venga applicato. Il basket è della stessa multisportiva.

      Su Tarcisio di sicuro c’è l’errore di Messina, che quando ha fatto sottoscrivere a Tarcisio un 2+1 (o il quinquennale a Moretti) non aveva nessuna pistola puntata alla tempia.

      Però di centri migliori di Tarcisio quest’estate qualcuno in giro c’era, dato che quasi tutti sono migliori di Tarcisio, che ha dalla sua i centimetri ma poi non li sfrutta con le mani di melma che si ritrova.

      Play al posto di Grant ce n’erano, basta vedere dove sta Nico Mannion.

      Va bene il budget, giusto infisicare la squadra, ma se vuoi vincere l’Eurolega per esaltare giustamente Giorgio Armani non puoi avere un play mitico ma in là con gli anni che deve sostenere la maggior parte dello sforzo e l’altro scarso al punto che in EL gli fai giocare 5-6 minuti. Il risultato è che Messina per metterci una pezza deve schierare troppo a lungo Melli e Mitoglu per far rifiatare Hines.

      La conseguenza è che a metà stagione i lunghi Melli e Mitoglu saranno alla frutta, e un’altra stagione andrà sprecata solo per non aver voluto investire su un centro decente, perché c’è da mangiarsi le mani a pensare che con Tarcisio stavamo a un tiro dalla finale. Provate a immaginare con un centro valido cosa poteva succedere.

  8. @Julius, certo che me la ricordo la sconfitta, brucia come ha bruciato la sconfitta con il Barcellona o la finale scudetto.
    Mi pare però di ricordare che una settimana dopo (non ricordo le date onestamente) abbiamo battuto il CSKA che credo, almeno sulla carta, sia più forte della Virtus.
    Direi che parlare di caporetto in questo momento sia un tantino esagerato considerato che siamo ad ottobre e che le finali si giocheranno fra svariati mesi e che in questi mesi potrebbe succedere di tutto.
    L’anno scorso avresti mai pensato di perdere la finale così nettamente dopo la stagione di Eurolega o le altre prove di forza dimostrate in Supercoppa o Coppa Italia? Io onestamente no.

    @Daniele, secondo me la risposta data da Messina è volutamente polemica.
    A parte questo ti chiedo, preferiresti perderle queste partite? perchè con dentro Alviti / Biligha / Moraschini al posto di Shields / Melli / Hall non so come sarebbe andata a finire.

Comments are closed.

Next Post

Varese vs Olimpia Milano | Il Tabellino di un derby vincente

Il tabellino del successo di Olimpia Milano nel derby con Varese: da segnalare i numeri della gara di Melli
Varese Olimpia Milano Tabellino

Iscriviti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: